Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

L’esercito dei duecentomila da giovedì sui banchi di scuola

Ascoli Piceno | Il 15 settembre apriranno le scuole di ogni ordine e grado. Questi i numeri: 205.240 gli studenti, 205 i giorni di lezione, 29 quelli di vacanza e 1094 i docenti assunti in ruolo. Scuola multietnica con l’aumento tra gli alunni stranieri.

di Stefania Mistichelli


Da giovedì 15 settembre apriranno tutte le scuole delle Marche, secondo il calendario indicato dalla Regione. Se infatti gli Istituti Superiori avranno già all’attivo tre giorni di scuola, le scuole dell'infanzia, le elementari e le medie inizieranno l’anno scolastico giovedì prossimo, eccettuato per quelle che hanno scelto, in regola secondo la legge dell’autonomia, di anticipare l’apertura.

Dal 15 settembre, in ogni caso, 205.240 saranno gli studenti sui banchi di scuola, che avranno di fronte 205 giorni di lezione e 29 giorni di vacanza, più le domeniche. Nel dettaglio le vacanze saranno: 15 giorni a Natale (dal 24 dicembre 2005 al 7 gennaio 2006), 6 a Pasqua (da giovedì 13 a martedì 18 aprile 2006), 5 festività nazionali, il giorno del patrono e due chiusure obbligate, il 31 ottobre 2005 e il 24 aprile 2006. L’anno scolastico si chiuderà il 10 giugno per i più giovani e il 7 giugno per i frequentanti le superiori.

Un migliaio i nuovi docenti assunti in ruolo; nell’ascolano il turn over è stato effetto dei pensionamenti e non dell’aumento degli iscritti, il cui numero rimane costante se non in leggera flessione rispetto all’anno scorso.

Dato significativo da riportare è l’aumento, nel novero dei discenti, dei giovani stranieri. Il dato è in costante crescita, e coerente al trend nazionale: secondo un’inchiesta dell’Avvenire in Italia la popolazione di studenti stranieri costituisce il 5% sul totale e all’interno di questa percentuale spicca la presenza degli Albanesi, mentre un terzo di essi sarebbe di religione musulmana. Tra i compagni di banco quindi potrebbero trovarsi giovani dal Marocco, dalla Romania, dalla Cina e dalla Iugoslavia, e se da un lato mancano il personale specializzato per accogliere al meglio questa nuova popolazione, il lavoro dei docenti si orienta verso l’integrazione, attraverso lo studio delle molteplici tradizioni e culture.

13/09/2005





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Fuori provincia

14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)

Si torna a SCUOLA (2005-2006)

22/10/2005
Gianfranco Fini domani al Teatro delle Muse (segue)
13/09/2005
L’esercito dei duecentomila da giovedì sui banchi di scuola (segue)
12/09/2005
Il Ritorno a Scuola: Meno le famiglie in attesa di un posto (segue)
10/09/2005
Il saluto del sindaco Piero Celani ai ragazzi per l’anno scolastico 2005/2006 (segue)
09/09/2005
Il 12 settembre riaprono le scuole marchigiane (segue)
09/09/2005
Da lunedì tutti a scuola! (segue)
09/09/2005
Non subiscono variazioni i prezzi dei servizi scolastici (segue)
08/09/2005
Si torna a scuola. Nuovo Dirigente per l'ITC Capriotti. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji