Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Lungomare: saranno spostate due sole bancarelle. Nuova polemica sugli oleandri

San Benedetto del Tronto | Parla il sindaco Martinelli. Il consiglio comunale non si terrà il 28 giugno. Il verde D’Angelo polemico sulla rimozione di alcuni oleandri

di Giovanni Desideri

il punto in cui sono stati rimossi i quattro oleandri

Dopo le polemiche dei giorni scorsi il sindaco di San Benedetto Martinelli interviene sulla questione delle quindici bancarelle che verranno posizionate nei prossimi giorni sul tratto sud del lungomare: due delle dieci la cui ubicazione era già prevista nella zona di piazza Salvo D’Acquisto verranno posizionate nel tratto non riqualificato, dunque a 700 metri di distanza.
 
Si tratta delle due bancarelle che avrebbero dovuto essere installate nei pressi dello stabilimento “Malibù”, la cui proprietaria, Dina Di Girolamo, armata di mazza, aveva impedito agli ambulanti di montare le strutture (!).
 
Il provvedimento non verrà però discusso durante la riunione di giunta prevista per oggi, ma in seguito. Martinelli riferisce soltanto di averne parlato con gli stessi titolari del Malibù e con il rappresentante degli ambulanti Carmine Chiodi. E aggiunge, il sindaco, che “tutti” non vogliono gli ambulanti sul nuovo lungomare. Tranne precisare che “finché qualcuno li difende non è facile deliberare il loro trasferimento in via dei Mille”.
 
In altri termini il sindaco auspica che tutti i soggetti coinvolti nella vicenda, compresi i rappresentanti di categoria, siano d’accordo su una nuova ubicazione, che peraltro verrebbe attuata, dice il sindaco, “su terreno privato, che prima dovremmo acquisire e sistemare”.
 
Le bancarelle dovranno comunque essere rimosse dal lungomare a fine stagione, come stabilito nell’ultima delibera di giunta approvata al riguardo, a maggio. Oltre a quelle di piazza D’Acquisto, anche le cinque che verranno posizionate sul nuovo lungomare. Il vicesindaco Piunti, da parte sua, afferma di essere favorevole allo spostamento di tutte le quindici bancarelle sul tratto non riqualificato.
 
Il dirigente dei settori urbanistica, lavori pubblici e commercio, ing. Germano Polidori, rassicura intanto sui permessi necessari per l’installazione delle bancarelle: semplice autorizzazione all’occupazione del suolo pubblico e non già altri per il cui rilascio è previsto un iter più complicato (notizia circolata nei giorni scorsi).
 
Sempre a proposito di lungomare, polemica del Verde Pietro D’Angelo per la rimozione di “alcuni” oleandri, che qualifica come “atto di vandalismo”, mentre per l’amministrazione non è nuovo da parte di D’Angelo l’appellativo di “nuovi barbari” (una polemica analoga era stata sollevata dall’ex consigliere regionale in occasione della recente sostituzione di oleandri e lecci con palme washingtonia in viale Secondo Moretti). Il sindaco Martinelli concede che sarebbe stato rimosso un solo oleandro, “per consentire ai mezzi di muoversi meglio”.
 
Gli oleandri rimossi sono in realtà quattro (v. foto), nel tratto subito successivo al punto cui è giunta la riqualificazione del lungomare, dunque da via Donizetti verso nord. L’intervento è stato compiuto mentre è in corso lo spostamento delle palme, come già avvenne nel 2004 sempre all’inizio dell’estate, operazione preliminare alla riqualificazione di ulteriori 1250 metri di lungomare fino al ristorante Las Vegas.
 
Il sindaco afferma infine che il consiglio comunale per il “riequilibrio di bilancio” non si svolgerà il 28 giugno, come inizialmente ventilato, ma in data successiva, dal momento che la maggioranza deve ancora riunirsi per discutere i punti all’ordine del giorno. E dal momento che i cinque consiglieri di Azione Indipendente sono sul piede di guerra, per le ragioni espresse durante la conferenza stampa di sabato scorso.

20/06/2005





        
  



5+2=
alcune delle palme spostate sul lungomare

Altri articoli di...

Politica

02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
22/10/2022
Via libera alla variante al Piano Particolareggiato di Recupero del Centro Storico (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
21/10/2022
Grandi e medi investimenti, chiesto il triplo delle agevolazioni disponibili (segue)
19/10/2022
Al via il progetto sulla sicurezza urbana e sulla legalità (segue)
13/10/2022
Festival dello sviluppo sostenibile (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji