Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Pronti per tornare a scuola tra tante novità.

Offida | Più ore in classe e nuove attività da scegliere. La riforma Moratti cambia la scuola. L'offerta formativa dell'Istituto scolastico omnicomprensivo di Offida.

di Alberto Premici

Dopo il consueto periodo di vacanze è ora di tornare a scuola. Quella trascorsa è stata una splendida estate, mite sotto l’aspetto meteorologico, molto meno per i tragici eventi che quotidianamente turbano ognuno di noi e che di recente hanno coinvolto proprio bambini al loro primo giorno di scuola.

Tante le novità introdotte dalla riforma Moratti sulla quale dirigenti, docenti ed alunni ripongono molte delle aspettative per una concreta modernizzazione dell’istruzione, in linea con le quella di altri paesi dell’unione europea. Con il provvedimento del Ministero gli studenti italiani passeranno in classe 1020 ore, più degli olandesi, portoghesi e dei greci; 43 ore in più della media europea dedicate a nuove attività da affiancare al programma tradizionale.

Grande attenzione all’apprendimento dell’informatica, pur con qualche problema ancora da risolvere relativo all’organizzazione di aule multimediali ed alla dotazione di personal computer agli alunni. Sembra comunque che in tal senso si stia giungendo ad una soluzione; è un buon segnale il fatto che solo tre anni fa 50 studenti dovevano dividersi un vecchio pc, mentre ora la media è di un pc ogni 15 ragazzi. Riguardo proprio all’informatica, quasi tutti i progetti verranno seguiti dai docenti ed in qualche caso dagli studenti stessi; resta comunque da completare l’alfabetizzazione informatica partita un po’ in ritardo rispetto ad altri paesi europei, così come l’organizzazione dei corsi di aggiornamento, fondamentali per restare al passo con la vertiginosa evoluzione sia del software che dell’hardware.

Con la riforma si sono tracciati percorsi ed obiettivi precisi. L’impegno di docenti e studenti darà di sicuro risultati eccellenti. Da non sottovalutare poi i risvolti positivi che l’introduzione a pieno titolo dell’informatica potrà produrre; basti pensare all’annoso problema dell’acquisto dei libri di testo ed la possibilità, non tanto remota, di una loro consultazione direttamente da web magari direttamente dai siti delle case editrici o delle librerie, con un contributo per i sacrosanti diritti d’autore. Oppure la possibilità di lezioni a distanza con docenti stranieri, lo studio pomeridiano di gruppo, i tutor e la grande fonte di dati che la rete offre gratuitamente. Insomma tante le possibilità concrete ed alla portata di tutti.

Un primo bilancio degli effetti prodotti dalla riforma Moratti, si potrà avere alla chiusura dell’anno scolastico 2004-2005 che inizierà mercoledì nelle Marche così come in Abruzzo, Campania ed Emilia Romagna e a seguire nel resto d'Italia entro il 23 settembre.

L’istituto scolastico omnicomprensivo di Offida, proprio in applicazione delle disposizioni inserite nella riforma, ha ampliato l’offerta formativa dando l’opportunità agli alunni delle prime classi della media di scegliere tra diverse attività suddivise in “laboratori” pomeridiani annuali e periodici.

I primi consistono nello svolgimento di un’ora di lezione settimanale per l’intero anno scolastico con possibilità di scelta tra tra latino, consolidamento ed approfondimento della lingua italiana; i secondi, sempre di un’ora settimanale nella giornata del lunedì ma di durata trimestrale, offrono la scelta tra scacchi, poesia, giornalismo, laboratorio di storia, laboratorio di lettura, laboratorio musicale, lavoro ad ago, floreale e decoupage, e laboratorio di cucina. Tra le novità l’introduzione del gruppo sportivo in orario extrascolastico nella giornata di sabato. In base all'interesse di genitori ed alunni si potranno attivare i rispettivi corsi di attività opzionali solo al raggiungimento di un congruo numero di iscritti.

Tutti a scuola quindi tra latino ed informatica, per garantire ai giovani una formazione coerente con il nostro tempo e la nostra storia.

12/09/2004





        
  



4+5=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
25/11/2019
Carlo Crivelli e il suo polittico di Sant’Emidio (segue)
19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)

Si torna a SCUOLA (2005-2006)

22/10/2005
Gianfranco Fini domani al Teatro delle Muse (segue)
13/09/2005
L’esercito dei duecentomila da giovedì sui banchi di scuola (segue)
12/09/2005
Il Ritorno a Scuola: Meno le famiglie in attesa di un posto (segue)
10/09/2005
Il saluto del sindaco Piero Celani ai ragazzi per l’anno scolastico 2005/2006 (segue)
09/09/2005
Il 12 settembre riaprono le scuole marchigiane (segue)
09/09/2005
Da lunedì tutti a scuola! (segue)
09/09/2005
Non subiscono variazioni i prezzi dei servizi scolastici (segue)
08/09/2005
Si torna a scuola. Nuovo Dirigente per l'ITC Capriotti. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji