Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

“Keith Haring e i linguaggi sub-urbani” a Giulianova l’enfant terrible torna a far “sparlare” di sé

Giulianova | La mostra-evento, che si terrà in Piazza Dante a Giulianova (TE), sabato 10 luglio a partire dalle ore 21.30 è stata patrocinata dalla Regione Abruzzo, dal Comune di Giulianova, in collaborazione con il “Cocalo’s Club”.

Keith Haring e i linguaggi sub-urbani

Venti anni fa moriva il re dei graffiti che amava Matisse, Picasso, Duffet, enfant terrible della scena artistica americana che negli anni Ottanta ricoprì la città di New York di disegni sgargianti, espressione della più immediata ribellione metropolitana, che ben rappresentano il punto di incontro tra arte colta e linguaggi sub-urbani.

Oggi a vent'anni dalla sua scomparsa, l'Associazione Culturale Piazza Dante, lo ricorda con "Keith Haring e i linguaggi sub-urbani", la mostra evento, che conterrà al sua interno 15 opere provenienti direttamente dalla Collezione Rosini-Gutman. Pezzi unici e grafiche rappresentative, con le quali l'Associazione Culturale "Piazza Dante" vuol rendere omaggio al genio dell'Artista.

I lavori in mostra rappresentano il coloratissimo, primitivo e simbolico universo visivo dell'artista che, impegnato anche socialmente, rifletté con la sua poetica lo spirito della generazione pop e della cultura urbana della New York anni '80. Ma non solo: l'obiettivo è quello di ricreare all'interno di Piazza Dante a Giulianova (TE) il "nuovo mondo" cosmopolita e newyorkese, di Keith Haring. Tutto in una notte.

Concerti, proiezioni e perfomance per celebrare i linguaggi Sub-Urbani ed il suo autore. Una fitta serata di eventi Street in un happening che infrange i confini di gallerie, rassegne e musei, in perfetta corrispondenza con il vociferare eterogeneo, di una delle pagine più affascinanti della Storia dell'Arte.

La "soundtrack" ideale per osservare e ricordare i lavori di Haring, non è soltanto il "wild side" cantato da Lou Reed o le graffianti e cupe atmosfere dei Velvet Underground, ma, soprattutto, una densa moltitudine di linguaggi "sub-urbani" quali la musica Dance, la Street Art e la Break-dance che, proprio nell'epoca di più intensa attività dell'artista, stavano conoscendo nuove forme stilistiche e trovando una propria identità. Per proporre una serata indimenticabile, interamente dedicata alla Club Culture newyorchese di quegli anni, sabato 10 Luglio alle ore 22.00, la Rapid Soul Moves, famosa crew di breakers più volte premiata in festival internazionali, e i writers Alessio Rota e Stefano Minelli, che dipingeranno un vecchio Maggiolino in estemporanea, saranno i suggestivi protagonisti di questo happening a ritmo di Dance e Hip Pop suonate da Dj Stone e rigorosamente e "filologicamente" dedicate al sound dell'epoca.

"Haring non ha mai smesso di credere che l'arte fosse capace di trasformare il mondo, poiché le attribuiva un'influenza positiva sugli uomini". L'Associazione culturale Piazza Dante che da anni opera per la diffusione dell'Arte creando circuiti e occasioni uniche di approfondimento e conoscenza, dopo Modigliani, incontra l'esperienza artistica di Keith Haring, stessa ottica, stessa visione che cambia e spesso sovverte l'ordine generale e la concezione delle realtà socio-culturali che oggi, spesso sommerse, meglio ci rappresentano.

Presenzieranno alla mostra-evento, l'Assessore alla Cultura della Regione Abruzzo, Mauro Di Dalmazio, il Sindaco del comune di Giulianova, Francesco Mastromauro e l'Assessore alla Cultura del comune di Giulianova, Luciano Crescentini.

La mostra "Keith Haring e i linguaggi sub-urbani" resterà aperta al pubblico tutti i giorni a partire dal 10 al 25 Luglio dalle 19.00 alle 24.00. L'ingresso è gratuito

09/07/2010





        
  



2+5=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

18/10/2017
Più di 1200 persone nelle Giornate FAI d'Autunno alla scoperta di tre residenze giuliesi (segue)
17/10/2017
Si rinnova il sodalizio tra professionisti del mestiere e studenti geometri alle prime armi (segue)
16/10/2017
Povertà e sovraindebitamento delle famiglie: lunedì 16 ottobre se ne parla all'hotel Calabresi (segue)
11/10/2017
Al ristorante Il Piacere del Cibo si festeggia il 525° Anniversario della scoperta del nuovo mondo (segue)
07/10/2017
Al via a Grottammare il laboratorio di teatro danza “Di Pari Passo” (segue)
05/10/2017
I legumi, le proteine dei poveri venerdì 6 ottobre al ristorante Il Piacere del Cibo (segue)
02/10/2017
Stagione teatrale 2017-2018 al via il 14 ottobre (segue)
02/10/2017
L'impresa del Capitano Giulio Laureati presentata all'IPSIA "A. Guastaferro" (segue)

Teramo e provincia

18/10/2017
Più di 1200 persone nelle Giornate FAI d'Autunno alla scoperta di tre residenze giuliesi (segue)
11/10/2017
Al ristorante Il Piacere del Cibo si festeggia il 525° Anniversario della scoperta del nuovo mondo (segue)
05/10/2017
Interventi a sostegno dell'Area di crisi complessa Vibrata-Tronto-Piceno (segue)
05/10/2017
Il vino abruzzese lancia la sfida al mercato inglese. (segue)
05/10/2017
I legumi, le proteine dei poveri venerdì 6 ottobre al ristorante Il Piacere del Cibo (segue)
02/10/2017
Stagione teatrale 2017-2018 al via il 14 ottobre (segue)
02/10/2017
Nuova divisa per la V Regio Piceno Rugby c (segue)
02/10/2017
The Green Pig brand di salumi di qualità (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino