Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Posso spendere una parola in favore di Alberto Soldini?

San Benedetto del Tronto | Smodatamente ambizioso. Arrogantemente sicuro di sè. E' convinto che i successi di una squadra di calcio possa giovare ai suoi affari. Ha fame. Difetti? No! Pregi! Parola d'interista!

di Carmine Rozzi

E se fosse quello giusto ?


I tifosi rossoblù della Curva Massimo Cioffi sono il vanto della nostra tifoseria. Se “quelli” della tribuna “Est” o “Centrale” battono le mani senza neanche levarsi i guanti per paura di farsi male “loro” se le spellano gridando a squarciagola. Quando “gli altri” fischiano la squadra senza pietà ridendoci sopra loro lo fanno solo se non c’è altra scelta ed è con il pianto in gola e la morte nel cuore.

Ogni volta che li critichiamo e li condanniamo ricordiamoci sempre che lì in mezzo ci sono magari i nostri figli, nipoti, fratelli, amici. Nelle domeniche fredde o in quelle afose, quando ce ne stiamo comodamente rinchiusi nei nostri salotti riscaldati o rinfrescati dall’impianto d’aria condizionata contentandoci di ascoltare la radiocronaca del (già) mitico “LucaBass”, loro saltano e incitano in trasferte lontane centinaia di chilometri con dodici ore di viaggio, un panino ed una cola.

Mentre certi signori, all’ingresso della “Centrale”, fanno gli spocchiosi fulminando con lo sguardo un zelante controllore di biglietto loro si sottopongono a perquisizioni minuziose e a volte umilianti. Sono i nostri ragazzi. Prendere o lasciare. Guardare una partita della Samb senza di loro è come mangiare una penna all’arrabbiata senza peperoncino. Quando scioperano (per fortuna molto di rado) “quelli” delle altre tribune guardano alla “Nord” come marinai in cerca della Stella Polare.

Ora è successo che in mezzo a loro ( e a noi) è piombato un alieno. Ha faccia e modi strafottenti. Per forza, è romano. Per me, i romani, sono tra la gente più geniale e simpatica della penisola. Però, hanno questo difetto di usare parole ed atteggiamenti che sono (o sembrano ?) strafottenti. Ok, Ok, ho già capito l’antifona. Direte voi maschietti: ”…. beh, ad una Sabrina Ferilli in costume da bagno potrei anche perdonare  che mi calpesti il ditone del piede dove ho il callo, ma… solo ad una Sabrina Ferilli….ed in costume da bagno!”. E, di rimando le femminucce, per non essere da meno, :”…io, ad un Totti che sta con me sotto la doccia, perdonerei anche che mi rovinasse l’acconciatura dei capelli ma….dev’essere Totti…e sotto la doccia !”.

A questo punto mi viene il dubbio d’essermi imbarcato in un’impresa impossibile che magari può costarmi anche qualche sonoro ceffone ! Che sarà mai, direte voi. Bene, faccio un bel respiro (con tanto di tecnica “pranayama”) e ve lo dico. Secondo me ad Alberto Soldini va data una chance. Il cane di casa, che queste cose le capisce e al quale ogni domenica annodo un bel fiocco rossoblù, mi guarda….”in cagnesco”…come a dire….”Sì, vallo a dire a quelli della Cioffi !”. Lo so, lo so, ma è proprio questo il punto.

Lasciamo perdere i romanticismi inutili, le smancerie superflue e i discorsi ampollosi pieni d’aria fritta. Andiamo al sodo e al nocciolo della questione. Cerchiamo d’essere per una volta sfacciatamente arroganti e patologicamente egoisti pensando solamente a ciò che può tornare utile alla Samb. E chiediamoci. Ora come ora un Alberto Soldini, alla Samb, serve o non serve? Possiamo mandarlo a quel paese strafregandocene di lui, della sua (forse solo apparente) spocchiosità, di tutti i suoi milioni (presunti o reali), dei suoi (quasi) puerili proclami di grandezza?

Ora come ora, no. Perché, ora come ora, piaccia o non piaccia  Alberto Soldini è tutto quello che abbiamo. Se abbandona la Samb strafregandosene di noi, del nostro splendido tifo, della nostra splendida città, della nostra splendida Riviera e soprattutto dei milioni che ci rimette… ebbene….. la Samb cessa di esistere nello spazio di ventiquattro ore. E’ “.. f..a..l..l..i..m..e..n..t..o..”, sperando vivamente che qualcuno mi possa smentire. E’…FALLIMENTO….in quanto nessuno si sognerebbe di rilevare la società visto il delicatissimo momento che sta attraversando.

Bella novità, replica il mio cane (sempre “in cagnesco”) ma dov’eri al tempo di Venturato? Eppure siamo risorti ! Giusto ! Ma non vi sembra di comportarci come quel tipo che per far dispetto alla moglie se lo taglia? Sentite, cercherò di elencare quelle che, a mio modesto parere, sono le “qualità” di Alberto Soldini. E’ smodatamente ambizioso. E’ arrogantemente sicuro di sé. E’ convinto che una squadra di calcio può fargli guadagnare dei soldi. E’ scaltro, non furbo, e c‘è una bella differenza: il furbo cerca di sfruttare le occasioni (spesso non sue) a proprio favore, lo scaltro se può, se le crea da solo.

E’ ambizioso, dicevamo. Allora ? A cosa ci serve un Presidente che non si pone con rabbia, arroganza o spocchiosità programmi ambiziosi per la propria squadra? Niente. Avete capito ? Niiieeennnte! Parola d’interista ! Sapete cosa manca all’Inter con un Presidente plurimiliardario (in euro !) che ha cambiato tremila allenatori, cinquemila giocatori e altrettanti dirigenti rimediando lo straccio di una coppa Uefa (lasciamo stare le altre di consolazione) in quattordici anni di presidenza Moratti ? Manca, oltre all’arroganza e alla sicurezza di sé, la FAME di vincere del suo Presidente!

La Juve deve “sempre” aver FAME di vincere perché con i suoi spot di vittorie dà una mano alla Fiat aiutandola a vendere le macchine e ci possono essere migliaia di posti di lavoro a rischio se il trend si abbassa. Il Milan deve “sempre” avere FAME di vincere perché “Mister B.” deve sempre tenere alta l’ “audience” politico-commerciale e non tollera “failure”, dovendo nutrire costantemente la sua ambizione, grande come la Groenlandia.

Moratti questi problemi non li ha. Il solo cruccio di Moratti, quando si alza la mattina, è quello di informarsi a che record è giunto il prezzo del petrolio. Ora dovete sapere che…il petrolio …amisciiii…si vende da solo ! Per cui l’Inter è più che altro un “cruccio”, uno “sfizio”….cavolo, direte voi, sfizio… costoso ! No problem…..amisciii… ! Tanto il petrolio…. si vende da solo ! Altrimenti come ve lo spiegate uno scambio Cannavaro-Carini ? Oppure, il capolavoro dei capolavori, Seedorf/ Pirlo per Guglieminpietro/Coco ?

Mi sono perso. Dove eravamo ? Ah, sì. L’ambizione. L’ambizione è buona. L’ambizione ti fa muovere le chiappe ed il portafoglio (per riempirlo). Soldini è convinto che una squadra di calcio, con il tempo ed un po’ di fortuna, possa fargli guadagnare dei soldi. Allora? Niente di nuovo sotto il sole!  Avete mai chiesto agli ascolani che cosa spingeva Rozzi (eeehm….nessuna parentela con il sottoscritto… se non di quinto o sesto grado, credo), tolto il suo sconfinato amore per il Picchio? Rozzi alla fortuna dell’Ascoli aggiunse la sua edificando mezza città e arrivando a costruire la superstrada fino a Rieti (e forse oltre). Perché non andiamo a contare quanti panettoni vende il Presidente del Chievo da quando la squadra è in serie A ? Non tutti i Presidenti ci rimettono, solo Moratti ( tanto il petrolio….).

Arrogantemente sicuro di sé. Certo. Che ce ne facciamo, con i problemi che ci ritroviamo, di un Presidente alla Moratti (scusate ma è un chiodo fisso) che dichiara in televisione di “essere veramente arrabbiato” usando il tono di uno che chiede scusa ? Il mondo del calcio è sempre stato una giungla ed ai giorni nostri ancor di più. Detto questo, cosa preferite per Presidente: un giaguaro o un panda ?

E’ scaltro. O..k..k..k..k..a..y ! Nei corridoi delle federazioni di categoria, per le scale della commissione arbitrale, nelle sale dei mercati calcistici si aggirano manipoli di volpi, branchi di faine e drappelli di iene. Cosa ne facciamo di un Presidente che appena gli dicono… scambiamo Seedorf per Guglielminpietro che facciamo un affarone lui…. ci crede subito ? Soldini, nel suo piccolo, ha licenziato Zecchini e Miele, Giannini e Colacioppo per arrivare a Chimenti e Croci. Beh, sapete che vi dico? Per uno che sta imparando in fretta non mi sembra un cattivo inizio!

Facciamo una cosa. Invece di stancarci (chi ce lo fa fare?) a contestarlo….educhiamolo! Tiriamocelo su a pane ed acqua ! A me sembra un puledrino di razza (presidenzialmente parlando). Diamogli (tifosamente parlando) carota e bastone. Quando si accorgerà che ha tutto da guadagnare, perché senza tifo e senza Curva “Cioffi” non si va lontano lui, da romano arrogante e spocchioso ma scaltro ed ambizioso, mangerà più che volentieri dalla nostra (vostra) mano.

Chiedetelo sin d’ora a Francesco Chimenti e Remo Croci.

28/02/2006





        
  



4+3=

Altri articoli di...

Sport

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
05/01/2020
GROTTAMMARE - SASSOFERRATO G. 1 - 0 (segue)
05/01/2020
Un Porto D'Ascoli super vince e convince contro il Marina con 4 reti (segue)
04/01/2020
Un buon Centobuchi cede ai colpi precisi della Civitanovese. (segue)

San Benedetto

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji