Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il comune sollecita la regione alla pulizia e messa in sicurezza definitiva degli impianti Cirsu

Notaresco | Il pessimo stato del sito, con rifiuti ammassati ed esalazioni maleodoranti, confermato dal sopralluogo congiunto Arta-Asl-Provincia.

di Stefania Mezzina

Sulla scorta dei rilievi emersi dal sopralluogo congiunto effettuato da Arta, Asl e Settore Ambiente della Provincia di Teramo il 27 ottobre, a seguito dell'ennesimo esposto presentato dal Comune di Notaresco sullo stato degli impianti Cirsu, il comune di Notaresco, il sindaco Diego Di Bonaventura, ha inviato una nota alla Regione Abruzzo, invitandola ad assumere un provvedimento definitivo di pulizia del sito, con la rimozione immediata di tutti i rifiuti ancora presenti.

Il sindaco Diego Di Bonaventura: "Non tollereremo che questa sia una terra di nessuno. Ora la Regione faccia il suo dovere per scongiurare ulteriori rischi per il territorio e i cittadini.

Dal sopralluogo si evince, infatti, chiaramente, - afferma il primo cittadino - che l'impianto versa in pessimo stato ed è ancora pieno di rifiuti datati e ammassati negli stabilimenti Cirsu: niente è cambiato dalla primavera scorsa.

Le autorità competenti confermano la presenza di forti emissioni odorigene e i conseguenti rischi sul piano dell'inquinamento, inclusa la necessità di provvedere con urgenza allo svuotamento delle acque meteoriche che minacciano la stabilità dell'invaso di nuova realizzazione.

Alla luce degli esiti del sopralluogo tecnico, - spiega il sindaco - ho chiesto alla Regione di assumere in via definitiva tutti i provvedimenti necessari ad assicurarela pulizia e la totale messa in sicurezza del sito di Grasciano, nel rispetto dell'ambiente e della salute umana.

Si tratta di un provvedimento non più differibile, che porterà beneficio alla mia comunità e all'intera vallata mettendo fine alle emissioni odorigene e ai rischi di contaminazione ambientale, atteso che il problema non riguarda solo i cittadini di Notaresco ma quelli di tutta la provincia teramana.

Ritengo, infatti, inaccettabile, - spiega il primo cittadino di Notaresco - che ancora nel 2017 gli impianti Cirsu siano lasciati alla stregua di vecchi "letamai" e non trattati con le migliori tecniche disponibili secondo le prescrizioni di legge.

E dico questo come sindaco che crede nelle moderne tecnologie basate sulla piena compatibilità tra sviluppo economico e rispetto dell'ambiente, sul recupero e sulla trasformazione dei materiali mediante l'utilizzo di impianti di ultima generazione e ad emissioni zero.

Questi accorgimenti esistono e - come raccomandato anche nel verbale del sopralluogo al quale siamo lieti abbia finalmente assicurato la sua presenza anche la Asl - devono essere attuati per la messa in sicurezza definitiva degli impianti Cirsu, perché non siamo più disposti a tollerare che il nostro territorio venga trattato come TERRA DI NESSUNO!

Per questo, continueremo a tenere alta l'attenzione, a sollecitare e monitorare, affinché a seguito dei sopralluoghi e dei verbali siano puntualmente adottati i necessari atti conseguenti da parte del competente Ente regionale.

Né è ipotizzabile attendere gli esiti delle intricate vicende giuridico-amministrative, che seguiranno il loro corso, se non si vogliono mettere in serio pericolo il territorio e i cittadini.

Altro punto fermo è che il prossimo gestore dell'impianto dovrà investire in nuove tecnologie per il trattamento dei rifiuti secondo standard appropriati e in modo da non arrecare altri disagi alle comunità residenti e disastri per l'ambiente circostante.

Altrimenti l'esperienza per il polo impiantistico può considerarsi finita qui e al suo posto potrà anche sorgere un parcheggio coperto, a servizio della nuova area di espansione industriale che sta nascendo".
 
                                                                                                           

13/11/2017





        
  



1+5=

Altri articoli di...

Teramo e provincia

14/02/2018
Chiuso il termine per partecipare al 9° Premio Città di Grottammare (segue)
12/02/2018
XIII Premio Racconto breve 2018 Gianmario Sgattoni (segue)
12/02/2018
Messa in sicurezza fiume Tordino. Finanziato primo intervento (segue)
30/01/2018
Arrestato un cittadino tunisino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. (segue)
30/01/2018
Sabato 3 febbraio Matthew Lee si esibirà in Esclusiva Regionale al Teatro La Perla (segue)
22/01/2018
Alla Vecchia Lampada venerdì 26 gennaio si alza il sipario su Degustando & Decantando (segue)
20/01/2018
Processo a Pinocchio torna a San Benedetto del Tronto (segue)
18/12/2017
Circolo Nautico Sambenedettese in festa per i 50 anni della fondazione (segue)

Politica

19/02/2018
Terrani sulla vetrina del PD imbrattata sparando con un'arma paintball. (segue)
13/02/2018
«AMMINISTRAZIONE CHE NAVIGA A VISTA E ININFLUENTE SULLE SCELTE DI AMBITO, INERZIA SUI RIFIUTI» (segue)
12/02/2018
Samb-Mestre:info biglietti. (segue)
12/02/2018
Anche Monteprandone tra i candidati per il nuovo ospedale del Piceno (segue)
12/02/2018
Prosegue il percorso "Cantiere programma" (segue)
04/02/2018
"Ospedale Mazzoni ed Ospedale Madonna del Soccorso: facciamoli funzionare aumentando i contenuti" (segue)
26/01/2018
Nuovo ospedale del Piceno (segue)
25/01/2018
Dop Oliva Ascolana, gli allevatori entrano nel Consorzio: decreto del Ministero (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino