Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

La Civiltà Marinara celebrata in un Museo

San Benedetto del Tronto | Margherita Sorge: “Un momento importantissimo, un percorso lungo e complesso si conclude con un Museo che ha la prerogativa di essere patrimonio della città”.

di Martina Oddi

Inaugurazione Museo del Mare

"Un Mare per vivere. Un Museo per rivivere". Con questo slogan, il Museo della Civiltà Marinara delle Marche apre le porte alla città, domenica 6 febbraio alle ore 10 alla banchina di Riva Malfizia. Grande e sentita la partecipazione della cittadinanza: tanti gli oggetti donati dai sambenedettesi, da rendere indispensabile un magazzino in cui custodire i preziosi da destinare alle tante mostre tematiche in programma.

Grazie all'impegno dell'Amministrazione Comunale, che ha investito 65.000 €, ai fondi FAS della Regione Marche - che ammontano a 100.000 € - e al contributo insostituibile della Fondazione Carisap - pari a 85.000 € - la sezione "Museo della Civiltà Marinara delle Marche" va ad arricchire il Museo del Mare, all'interno del complesso del mercato ittico - con le suggestive vedute sul Porto - insieme all' "Antiquarium Truentinum", il Museo Archeologico il cui allestimento partirà alla fine di febbraio 2011.

Il Polo Museale, composto già dalla Pinacoteca del Mare e dall'Archivio Storico Comunale ospitati all'interno del palazzo Bice Piacentini, dedica alla Civiltà del Mare una rappresentazione ad alto impatto tecnologico. Video-testimonianze e gallerie fotografiche riproducono fedelmente la vita di una comunità dedita alla pesca, espressa nei suoi simboli più intimi: la paranza - ricostruita fedelmente e immortalata nella sua valenza di sogno felliniano - la ruota e l'approdo negato, nei dipinti del celebre Prichiò.

Un Comitato Scientifico diretto da Gino Troli avvalendosi delle consulenze preziose di Beppe Merlini e Gabriele Cavezzi, ha curato la ricostruzione dei luoghi, dei tempi e dei mestieri della pesca. Un percorso da coltivare inseguendo l'idea del "polo culturale cittadino" inaugurato negli anni '80 con l'Assessorato alla Cultura di Gino Troli e che viene oggi difeso e nutrito dall'instancabile Margherita Sorge, come ricorda il sindaco Gaspari.

Trovare i luoghi per la cultura significa creare condivisione e passione comune intorno a valori comuni: quelli che fanno di un popolo un grande popolo.

29/01/2011





        
  



4+1=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji