Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Nel giorno dell'Under 21 a Fermo, la parola ai baby atleti della Fermana

Fermo | Iaboni, Quadrini, Bagnara e Staffolani per un commento sul pareggio casalingo contro il Padova

di Paolo Gaudenzi

Sorridenti per un pareggio raggiunto contro una grande del campionato quale il Padova ma anche consapevoli della macrosfida salvezza che li vede protagonisti nella stagione in corso.

Ecco i sentimenti contrastanti endogeni agli atleti canarini all'ingresso della sala stampa del Recchioni, immediatamente dopo la buona prova offerta sul campo ma coincidente con un misero punto da aggiungere alla pericolante classifica.

"Ammetto le mie responsabilità sul rigore - esordisce Quadrini - ho commesso un errore di ingenuità facendomi sottrarre la palla ma ho cercato di limitare il danno facendo fallo fuori dall'area. Purtroppo l'arbitro l'ha visto all'interno è ci ha fischiato rigore contro. Sono felice però per la mia condizione fisica - prosegue - in netta crescita dopo due anni di stop".

 Bagnara, centravanti in gol, commenta la realizzazione: "Potrei peccare di presunzione davanti a tutti voi ma credetemi, in quanto veneto, sentivo già alla vigilia di aver segnato perchè vedevo la gara contro il Padova come una sorta di derby personale".

 L'uomo in più di stagione, per ora, è Staffolani. Nella gara in commento schierato come esterno destro di centrocampo ci afferma: "Faccio ciò che mi chiede il mister perchè reputo che lui sappia scegliere per ciò che reputa meglio. Sinceramente mi sento più a mio agio nel giocare al centro, dietro la punta, cercando l'affondo personale ma ripeto, sono a disposizione del tecnico ed alle sue direttive".

 L'uomo in più di giornata, invece, si chiama Iaboni. Portiere giunto come riserva di Scotti si conferma gara dopo gara sempre più titolare. Contro il Padova protagonista della parata salvarisultato sul rigore di De Franceschi e, a tal proposito, rilascia quanto segue: "Tanta dose di fortuna in mix con il fatto di aver aspettato sino all'ultimo di vedere la traiettoria della palla. Subito sono stato spiazzato ma con la mano di richiamo ed il giusto riflesso ho tolto la palla dalla rete. Sono felice anche per il resto dei miei interventi di giornata a coronamento del mio personale buon momento ma, vista la classifica, è ben poca cosa se non in accordo pieno con l'andamento generale".

15/11/2005





        
  



1+5=

Altri articoli di...

Sport

13/04/2011
Ginnastica: al Palasavelli una gara internazionale in vista dei mondiali (segue)
08/04/2011
Tutto pronto per la corsa “Donna Rosa” (segue)
02/04/2011
Il Festival degli scacchi torna a P.S.Giorgio per 5 anni (segue)
13/10/2010
Parco dello Sport, domenica il taglio del nastro (segue)
29/07/2010
La U.S. Fermana parte in ritiro (segue)
27/07/2010
Altri tre innesti per la U.S.Fermana (segue)
26/07/2010
Nuovi acquisti per la U.S.Fermana (segue)
26/07/2010
U.S. Fermana : il nuovo allenatore è Giovanni Cornacchini‏ (segue)

Fermo

06/04/2007
An: "Vinceremo al primo turno" (segue)
06/04/2007
Fermana: festa insieme al Comune per la Promozione (segue)
06/04/2007
Concerto di Pasqua con il Trio Sabin (segue)
06/04/2007
Blitz del Corpo forestale: sequestrato anche il canile di Capodarco (segue)
06/04/2007
Parte il dizionario della cucina marchigiana (segue)
06/04/2007
Basket: l'Elsamec si rovina la festa (segue)
06/04/2007
Acquista la casa all'asta e la proprietaria si vendica avvelenandole le piante (segue)
05/04/2007
Due arresti per le rapine alle tabaccherie: ma i due sono già in carcere (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji