Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

“La nuova bambinopoli sarà ancora un’area di interesse pubblico?”

San Benedetto del Tronto | Dubbi dall’ex consigliere regionale dei Verdi Pietro D’Angelo e dal capogruppo di Rifondazione Comunista Settimio Capriotti. I nuovi gestori denunciano minacce e precisano: “tutto in regola”

di Giovanni Desideri

la nuova bambinopoli

La bambinopoli presso la pineta tra viale Buozzi e viale Marinai d’Italia a San Benedetto resterà ancora un’“area di interesse pubblico” dopo la riqualificazione in atto da parte della “Central Park Srl”, nuovo gestore del bar? Se lo chiedono l’ex consigliere regionale dei Verdi Pietro D’Angelo e il capogruppo di Rifondazione Comunista Settimio Capriotti.
 
Il primo sospetta peraltro che i lavori siano iniziati senza le necessarie autorizzazioni: dal Comune e dalla Sovrintendenza ai beni paesaggistici delle Marche. Che quest’ultima autorizzazione sia richiesta è stabilito secondo D’Angelo dall’articolo 159 del Codice dei beni culturali (decreto legislativo 42/04).
 
Evio Ridolfi, amministratore della Central Park Srl, afferma da parte sua di aver seguito tutte le procedure indicate dall’amministrazione comunale e di disporre di tutte le autorizzazioni necessarie, fermo restando che la gestione dell’area viene concessa dal Demanio dello Stato e non dal Comune, tramite contratto di affitto (v. “articoli connessi”). Il canone annuo pagato dalla Central Park è di circa 9500 euro annui. Ridolfi sostiene anche di aver ricevuto delle minacce e di temere ricadute negative dal risalto dato alla vicenda.
 
Ma D’Angelo solleva anche altre questioni: sulla tempestività con cui si è pronunciata la commissione edilizia del Comune (“la domanda della ditta è stata presentata il 3 giugno, il parere è del 9, mentre normalmente i cittadini attendono dai 3 ai 9 mesi”); sul contenuto stesso del progetto e in particolare sulla realizzazione di alcuni tratti di pavimentazione in cemento.
 
Ridolfi sostiene di aver recepito anche le “indicazioni” (non vincolanti) fornite dalla Guardia Forestale: sia sui sistemi per consentire l’ossigenazione delle piante presenti alla pineta e di tutto il terreno dell’area interessata; sia sulla realizzazione delle zone in cemento (pista “baby car” o macchinine e zona per feste di compleanno e tavoli all’aperto), sotto alle quali è disposto uno strato di sabbia e un telo di nylon che rendono rimovibili i basamenti di cemento.
 
Ultime obiezioni comuni a D’Angelo e Capriotti, appunto di natura politica. I due si chiedono infatti se la manutenzione di un’area pubblica debba necessariamente essere affidata ai privati, che peraltro recintano parti di tale aree, sebbene con pali di legno alti un metro e venti, come già avvenuto in altri parchi cittadini.
 
Capriotti ha chiesto e ottenuto chiarimenti dai soci della Central Park. Nondimeno, insieme a D’Angelo, teme che l’installazione di giochi a pagamento  nella bambinopoli (gonfiabili in un’area di 9 metri per 4) accanto a quelli gratuiti esistenti (ma tutti verranno sostituiti con giochi nuovi) possa rappresentare una novità non priva di impatto sociale, rischiando di introdurre una voce in più nei bilanci familiari.

23/06/2005





        
  



5+2=
i lavori alla bambinopoli
i lavori alla bambinopoli
da sinistra Settimio Capriotti e Pietro D'Angelo

Altri articoli di...

Politica

10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
Il Sindaco Piunti sulla qualità della vita nella Provincia di Ascoli (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
17/12/2019
"L'Ospedale di 1 livello esiste già ma non è stato considerato nei contenuti" (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
04/12/2019
La Giunta vara misure a sostegno dei senza fissa dimora (segue)
04/12/2019
Riorganizzazione degli organici medici dei pronto soccorsi nelle Marche (segue)

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

San Benedetto

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji