Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

"Vincere fa sempre bene ma rimaniamo con i piedi per terra"

San Benedetto del Tronto | Le interviste del dopopartita Vis Pesaro - Sambenedettese

di Melissa Cellini

L'esulto al quadrato di Scandurra e Zerbini

Cala un poker d'assi la Sambenedettese oggi al Benelli di Pesaro battendo la Vis per 4 a 0. Una Samb che era partita un po' in lentezza ma che ha saputo trovare la strada giusta galvanizzata dalla doppia doppietta dei suoi attaccanti Scandurra e Zerbini.

"Dopo un inizio difficile – commenta l'allenatore Sauro Trillini – abbiamo saputo prendere di petto la situazione e siamo riusciti a sfondare. La nostra difesa ha retto bene gli attacchi della Vis che spesso si è portata in avanti creando anche un paio di occasioni pericolose. Il secondo goal ci ha sicuramente spianato la strada alla squadra che poi ha saputo mantenere bene la concentrazione e iniziare ottimamente anche il secondo tempo. Abbiamo sfruttato quello che c'era da sfruttare, la vittoria odierna è molto importante, ma la nostra filosofia non cambia: affronteremo gara per gara perché alla quarta di campionato non è il caso di montarsi la testa. Un attestato di fiducia va sicuramente a tutti i ragazzi che oggi hanno dato il massimo ma in particolare agli attaccanti. Scandurra viene dalla terra dura e sa bene quanta rabbia e voglia è importante mettere nelle partite. Zerbini è una conferma ed è importante che non molli."

Il venticinquenne Gabriele Scandurra esce soddisfatto da una partita che lo ha visto protagonista e timoniere con due goal importanti per l'andamento della gara. "Dedico la prima rete ai tifosi e la seconda alla mia fidanzata Francesca. Sono stati due goal diversi, un primo più caparbio e costruito su un ottimo lancio, mentre il secondo è stato più rabbioso e forse più personale. Sono molto contento di come sia andata oggi: certamente mi sono presentato con un buon biglietto da visita e spero che sia motivo per il mister per continuare ad avere fiducia in me. So anche che siamo in tanti e che sarà importante riuscire a mantenersi su questi livelli."

Francesco Zerbini invece è alla quinta rete in quattro partite e nonostante sia candidato alla targa di goleador dell'anno mantiene la calma e la serenità. " Vorrei ringraziare i miei compagni che mi aiutano a buttarla dentro; finora è andata bene ma so anche che il campionato è molto lungo e sarà difficile cercare di mantenere questo ritmo. E' importante oggi godersi la vittoria pur con la coscienza che dobbiamo ancora lavorare molto. L'innesto dei nuovi giocatori Martusciello ed Esposito ha sicuramente messo in campo una compagine molto diversa rispetto a quella di una settimana fa. Noi continueremo a lavorare cercando soprattutto di rimanere con i piedi per terra." 

"Quella di oggi è una grande vittoria" – esordisce Gennaro Esposito all'uscita dagli spogliatoi. "Forse oggi abbiamo dimostrato che la Samb è la squadra da battere in questo campionato. Io sono ancora al cinquanta percento della forma ed oggi fino a quando ho potuto mi sono sacrificato. L'importante poi era che la squadra vincesse soprattutto davanti ad un pubblico di tifosi così: non li ricordavo così calorosi, si vede che riescono con il loro supporto a dare una marcia in più alla squadra."

"Siamo stati bravi e fortunati – fa eco anche Martusciello – perché non siamo stati mai scontati e abbiamo continuato a sacrificarci per tutta la gara. So di essere riuscito a fare piuttosto bene oggi ma in realtà non sono ancora al top della forma perciò c'è tanta voglia di voler dare ancora di più. Vincere fa sempre bene, la prestazione è stata buona ma è fondamentale rimanere concentrati perché quella contro il Foggia sarà un'altra gara molto dura."

Altro protagonista della giornata rossoblu è stato il portiere Giuseppe Aprea impeccabile sul rigore tirato da Borneo. "La scorsa stagione ho bloccato quattro rigori su cinque perciò spero di poter continuare a dare un importante contributo alla Samb facendo ancora meglio. La vittoria è stata una importante conquista; dopo la prima azione da goal non ci siamo distratti ed abbiamo continuato ad affondare. Ora però dobbiamo guardare avanti e non perdere la concentrazione."

Chiude il giro di pareri il capitano della Samb Massimilano Manni. "Per oggi siamo molto contenti. Sappiamo che pur con un risultato così gratificante abbiamo commesso degli errori soprattutto all'inizio. Ora con tranquillità e serenità dobbiamo cercare di lavorare su di essi e continuare a crescere perché siamo ancora una squadra giovane che ha accolto due nuovi arrivati di rilievo solo la scorsa settimana. Siamo ottimisti sul fatto che sicuramente riusciremo a dare ancora qualcosa in più."

21/09/2003





        
  



2+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Sport

27/10/2022
Completamente rinnovato il crossodromo comunale di “San Pacifico” (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
26/10/2022
Correre in sicurezza tra Acquasanta Terme ed Ascoli Piceno (segue)
10/10/2022
8 e 9 ottobre si assegna lo scudetto (segue)
07/10/2022
Il Codacons chiede l’estradizione in Italia di Robinho condannato per violenza sessuale (segue)
07/10/2022
Settore giovanile, Serie A2 girone B (segue)
07/10/2022
Il 15° Rally delle Marche si terrà il 12 e 13 novembre a Cingoli (Macerata), la sua “sede” storica (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji