Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Se sono rose fioriranno

San Benedetto del Tronto | La Samb straccia la Vis ma...

di Veleno

Dopo il 4-0, penso vi immaginiate la Samb come una maestosa corazzata che affonda il cacciatorpediniere che batte bandiera biancorossa. Certo per un tifoso è un'immagine appagante. Invece niente di più sbagliato. Personalmente la paragonerei ad un sommergibile che invisibile, sotto il pelo dell'acqua, lancia quattro siluri e affonda l'avversario.

Come non pensarlo se fino al gol di Scadurra è stata lì a guardare dal periscopio la Vis che faceva gioco. Certo la teneva a bada con disinvoltura, senza faticare,  salvo qualche sbavatura, come nell'occasione capitata a Barison, ma niente di più. Anche l'impostazione tattica, il 4-3-3, poteva far immaginare un'aggressività lì,lì per esplodere, invece il gioco si è mantenuto tranquillo, compassato, ordinato.

E' pur vero che Martusciello ed Esposito hanno dato maggiore sicurezza a livello di mantenimento della palla e una "quadratura" alle geometrie, ma niente di trascendentale a livello di gioco. Se la Samb vince così "facile", ho l'impressione che per la serie C1 di quest'anno non darà una buona annata calcistica:bassa gradazione e sapore asprigno.

La facilità con cui la Samb è andata in rete e anche da attribuire alle buone qualità dei due bomber. La caparbietà, la forza fisica e la lucidità  di Scandurra e il fiuto del gol di Zerbini, ormai in vetta alla classifica marcatori, non devono farci dimenticare che una squadra deve avere un gioco valido per poter andare lontano.

Dite che sono un po' acidulo. Forse è vero, però, dopo aver visto la Samb per venti anni e più di serie B, oppure, senza andare a scavare nel passato, voltandosi un po' indietro alla passata stagione, i paragoni vengono naturali.

Comunque voglio solo dire: non gasiamoci per il clamoroso 4-0 in trasferta e per di più con una squadra reduce da due vittorie consecutive. Per ora accontentiamoci dei piccoli miglioramenti che ci sono stati: sulla fasce laterali qualche filare, della piantagione di pomodori di Trillini, è stato rimosso, quindi qualcuno in quella zona ,ogni tanto, ci si è avventurato. Martusciello, con tutti i limiti per una preparazione non perfetta, ha fatto qualche flash per illuminare le zone in ombra del centrocampo. Esposito ha tenuto palla per far "salire" più spesso la squadra. Le punte hanno anche avuto qualche palla giocabile invece dei soliti lanci lunghi del tipo: palla lunga e pedalare.

Aspetto fiducioso. Se son rose fioriranno.

21/09/2003





        
  



4+2=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Sport

27/10/2022
Completamente rinnovato il crossodromo comunale di “San Pacifico” (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
26/10/2022
Correre in sicurezza tra Acquasanta Terme ed Ascoli Piceno (segue)
10/10/2022
8 e 9 ottobre si assegna lo scudetto (segue)
07/10/2022
Il Codacons chiede l’estradizione in Italia di Robinho condannato per violenza sessuale (segue)
07/10/2022
Settore giovanile, Serie A2 girone B (segue)
07/10/2022
Il 15° Rally delle Marche si terrà il 12 e 13 novembre a Cingoli (Macerata), la sua “sede” storica (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji