Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Pablo Trincia presenta il libro "Veleno"

San Benedetto del Tronto | Giovedì 18 luglio alle ore 21,30 nella sede del Quartiere Mare in via Mare. giovedì 18 ore 21,30 Quartiere Mare in via Mare. Una vicenda giudiziaria che ha distrutto intere famiglie. Una storia toccante che si è rivelata un caso di contagio psicologico.

Locandina Trincia

Per gli "Incontri con l'autore - estate 2019" Pablo Trincia presenta il libro "Veleno" giovedì 18 luglio alle ore 21,30 nella sede del Quartiere Mare in via Mare. L'evento è organizzato dall'associazione "I Luoghi della Scrittura", dalla libreria "La Bibliofila" con il contributo e il sostegno dell'Amministrazione Comunale e della Regione Marche. giovedì 18 luglio alle ore 21,30 nella sede del Quartiere Mare in via Mare.

L'AUTORE

PABLO TRINCIA ha lavorato come inviato e autore per la carta stampata, la tv e il web. Nel 2017, assieme alla collega Alessia Rafanelli, ha scritto il podcast "Veleno", un'audio-serie investigativa di enorme successo pubblicata in otto puntate su «La Repubblica.it». L'inchiesta ha riaperto il caso dei Diavoli della Bassa Modenese, uno dei più oscuri e controversi della cronaca giudiziaria italiana, una vicenda giudiziaria che ha distrutto intere famiglie, una storia toccante che si è rivelata un incredibile caso di contagio psicologico.

IL LIBRO

Anche i bambini mentono. E una loro bugia può evocare l'inferno. Alla fine degli anni Novanta, in due paesi della Bassa Modenese separati da una manciata di chilometri di campi, cascine e banchi di nebbia, sedici bambini vengono tolti alle loro famiglie e trasferiti in località protette. I genitori sono sospettati di appartenere a una setta di pedofili satanisti che compie rituali notturni nei cimiteri sotto la guida di un prete molto conosciuto nella zona. Sono gli stessi bambini che narrano a psicologi e assistenti sociali veri e propri racconti dell'orrore.

La rete dei mostri che descrivono pare sterminata, e coinvolge padri, madri, fratelli, zii, conoscenti. Solo che non ci sono testimoni adulti. Nessuno ha mai visto né sentito nulla. Possibile che in quell'angolo di Emilia viga un'omertà tanto profonda da risultare inscalfibile? Quando la realtà dei fatti emergerà sotto una luce nuova, spaventosa almeno quanto la precedente, per molti sarà ormai troppo tardi. Ma qualcuno, forse, avrà una nuova occasione. Nota: niente di quello che è scritto in questo libro è stato in alcun modo romanzato dall'autore.

17/07/2019





        
  



2+5=

Altri articoli di...

San Benedetto

10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)

Cultura e Spettacolo

27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
14/01/2020
L’opera di Enrico Maria Marcelli edita dall’Arsenio Edizioni ha vinto il Premio Quasimodo (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)
06/01/2020
Liceo Rosetti: lettura e apertura al mondo della cultura Un viaggio controcorrente (segue)
06/01/2020
ISTITUITO IL LICEO MUSICALE E TANTI INDIRIZZI STIMOLANO LA CRESCITA CULTURALE E UMANA DEI GIOVANI (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji