Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

L'Acid Jazz degli Incognito

San Benedetto del Tronto | Incognito "Amplified soul"

di

Incognito

"Amplified soul"


E' l'album numero 16 della lunga discografia degli Incognito, gruppo inglese di soul jazz che molti, chissà perché, hanno sempre voluto identificare come acid jazz. Di acido c'è ben poco nella musica di questo bel gruppo capitanato dal meno inglese tra i musicisti, quel Jean Paul Manuick, soprannominato "Bluey" che arriva dall'isola di Mauritius e che, dal 1979, è sempre stato presente in una formazione che ha subìto parecchi rimaneggiamenti nel corso di 25 anni a fianco di Paul "Tubbs" Williams e insieme con l'eccellente bassista di Chacka Khan, Francis Hylton.

Nozze d'argento quindi per un gruppo diventato il simbolo di un genere in cui la vocalità primaria si è sempre fusa con i tipici coretti del rhythm'n'blues degli anni Settanta e con uno stile di fiati che ha sempre riportato l'ascoltatore agli Earth Wind & Fire. Il famoso primo loro album, "Jazz Funk", aveva catturato subito l'attenzione dell'etichetta Talkin' Loud di Gilles Peterson che con loro ha creato un vero e proprio marchio per un suono da club raffinato cui hanno subito risposto le radio di tutto il mondo. Tra antologia, live, remix e dischi ufficiali il loro carnet è pienissimo di buoni lavori che hanno visto l'avvicendamento di tanti musicisti e vocalist che hanno comunque contribuito a mantenere alto il nome della formazione. In questa musica si fondono jazz, soul, dance music, rhythm'n'blues (basterebbe un classico Stax come "Hats (Make me wanna holler" per dimostrarlo) e funk di ottima levatura che negli anni hanno però sempre citato se stessi. Il gruppo ha ospitato negli anni le voci di notevole pregio come quelle di Maysa, Carleen Anderson, Imaani (ospite ancora sulla bella "Rapture", un classico midtempo che non mancherà nella programmazione estiva delle radio), Deborah Bond (che si staglia nella sofisticata "I see the sun") che si sono mescolate con quelle fisse di Vanessa Haynes e dell'unica voce maschile di Tony Momrelle (che si fa notare in "Something ‘bout July" col sapore caraibico dei vocalizzi à la Stevie Wonder).

Per il nuovo album, ecco arrivare due altre vocalist di levatura come Chiara Hunter e Katie Leone a testimonianza di un cambio generazionale sempre ottimamente controllato dal boss Bluey. E' indubbio che dopo tanti anni non ci sia più nulla di portentoso e originale in queste canzoni ma "Amplified soul" nasce subito come un classico del suo genere e della lunga discografia del gruppo e tra Ronnie Laws e Jocelyn Brown si è ritagliato un posto tutto proprio nella storia del soul e della musica dance più sofisticata. Non certo una sorpresa ma una solida conferma.

Voto 7/10

25/05/2014





        
  



3+4=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

15/10/2019
Allena la tua mente! Generali dà il via ai corsi di scacchi per le famiglie (segue)
12/10/2019
Consegnati i riconoscimenti del Gran Pavese Rossoblu (segue)
12/10/2019
Il liberty nelle Marche: un vero e proprio stile di vita (segue)
11/10/2019
"Less Plastic More Future" Iniziativa organizzata dal Rotary Club di San Benedetto (segue)
30/09/2019
Una nuova pubblicazione per la Di Felice edizioni: “Epicrisi” di Ashraf Fayadh (segue)
30/09/2019
Assegnata la Palma d'Oro sambenedettese (segue)
29/09/2019
Riprende la stagione culturale di BlowUp (segue)
16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)

San Benedetto

17/10/2019
Samb-Virtus Verona: arbitrerà Mario Saia Di Palermo. (segue)
17/10/2019
Padova-Samb: al via la prevendita dei tagliandi. (segue)
15/10/2019
Lettera inviata questa mattina da UGL ai vertici aziendali AV5 e Regionale Marche (segue)
15/10/2019
Fermato un pregiudicato di 44 anni residente a Martinsicuro (segue)
14/10/2019
Samb:sbancato il Manuzzi! (segue)
13/10/2019
GROTTAMMARE - ATLETICO ALMA 0 - 0 (segue)
12/10/2019
Consegnati i riconoscimenti del Gran Pavese Rossoblu (segue)
12/10/2019
Orgoglio civico:"Prossime Regionali nelle Marche: sanità non come mucca da mungere" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji