Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Presentato "Il tempo della vita" di Marcos Giralt Torrente al festival "Piceno d'autore"

San Benedetto del Tronto | L'incontro si è svolto presso l'Hotel Progresso di San Benedetto

di Lorenzo Picardi

Marcos Giralt Torrente

  Il festival letterario "Piceno d'autore" organizzato dall'associazione culturale "I luoghi della scrittura" e giunto alla sua quinta edizione continua ad ospitare scrittori di grande prestigio internazionale. Ieri è stato il turno dello spagnolo Marcos Giralt Torrente, il cui libro, "Il tempo della vita", è candidato alla prima edizione europea del Premio Strega. La presentazione dell'opera, avvenuta presso l'Hotel Progresso di San Benedetto del Tronto e coordinata - come sempre - da Mimmo Minuto, ha potuto contare sulla partecipazione di Silvio Venieri e di Lucia Capriotti, rispettivamente nelle vesti di presentatore e traduttrice.


  L'ultima fatica dell'autore spagnolo, accolta favorevolmente da pubblico e critica, è incentrata sulla complicata relazione di Marcos col padre. Un rapporto cambiato dalla malattia di quest'ultimo, in seguito alla quale i ruoli vengono ribaltati: il figlio diventa padre del proprio genitore. Le divergenze, gli allontanamenti e le discussioni vanno quindi messe da parte e dimenticate, lasciando spazio soprattutto alla comprensione nata dalla consapevolezza che forse, nelle medesime circostanze, gli errori del padre sarebbero stati commessi anche dal figlio.


  Un racconto autobiografico ma che allo stesso tempo non rinuncia all'aggiunta di elementi fittizi: una scelta attuata non per fini narrativi, ma semplicemente per rendere maggiormente verosimile il racconto. Proprio questo tema della connessione (inevitabile) fra realtà e finzione è stato ampiamente dibattuto durante l'incontro. L'autore ha voluto sottolineare come tutta la letteratura, per lui, sia un'opera di finzione. Incalzato dal pubblico sulla tematica, ha aggiunto come, nel suo ordine di idee, descrivere obiettivamente la realtà sia pressoché impossibile: esistono diversi punti di vista per ognuno di noi; in un intimo e inconscio processo di rielaborazione di ciò che ci circonda, creiamo ciò che riteniamo reale, ma non possiamo che avvalerci di elementi fittizi per completare questa "creazione".


  "Il tempo della vita" è un'opera sicuramente da non perdere e la presenza di Marcos Giralt Torrente deve essere motivo di orgoglio per il festival e tutta la città.

24/05/2014





        
  



1+5=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
14/01/2020
L’opera di Enrico Maria Marcelli edita dall’Arsenio Edizioni ha vinto il Premio Quasimodo (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)
06/01/2020
Liceo Rosetti: lettura e apertura al mondo della cultura Un viaggio controcorrente (segue)
06/01/2020
ISTITUITO IL LICEO MUSICALE E TANTI INDIRIZZI STIMOLANO LA CRESCITA CULTURALE E UMANA DEI GIOVANI (segue)

San Benedetto

10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji