Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Amare considerazioni di un Natale di crisi

San Benedetto del Tronto | Tra vane promesse mai mantenute, prestazioni lavorative gratuite e prospettive di vita azzerate i giovani disoccupati italiani vengono messi alla porta dal sistema.

di Antiniska Oddi

Natale di crisi

Il lavoro non c'è. Se lo sentono ripetere ogni giorno tanti ragazzi italiani che - anche se non più giovanissimi - non trovano in questo Paese nessuna opportunità per "nobilitarsi"con un'occupazione che permetta loro di mantenersi.

C'è chi li chiama per un mese, per riempire un gap sistemico ma non pensa neanche lontanamente ad assumerli. Altri li fanno lavorare per anni gratis sventolando promesse che sanno già di non poter mantenere. E, ciliegina su una torta già indigesta, in molti casi le situazioni familiari sono tesissime e i genitori non sanno o non possono aiutare i figli in difficoltà.

Il lavoro ha rappresentato - dalla sua consacrazione nella Costituzione - la naturale evoluzione di un percorso umano dalla situazione di dipendenza e minorità all'indipendenza personale e all'acquisizione di un proprio ruolo all'interno della società. Oggi, per molti giovani lavoratori, questo assioma è diventato un sillogismo. Il disagio sociale e lo squilibrio delle relazioni ne deriva automaticamente e comporta il sacrificio di più di una generazione condannata. La pena è quella di non riuscire mai a conquistare una maturità umana e sociale, costretti in un ruolo di subalternità nei confronti dei genitori, e di marginalità nella comunità.

Tra i "bamboccioni" della Fornero che sarebbero troppo schizzinosi nei confronti del lavoro, ce ne sono tanti che si sono bruciati gli occhi sui libri e che, dopo aver concluso brillantemente il percorso di studi, si sono prestati ai lavori più disparati, perdendo di vista obbiettivi e traguardi importanti, costretti a scendere a compromessi su ogni aspetto della propria esistenza. Frustrazione, senso di fallimento e impotenza determinano il naturale isolamento della forza lavoro più fresca del Paese. Quando invece non comportano l'abbandono dell'amata terra natia.

Volendo rivolgere una domanda ai politici che rivendicano il loro ruolo alla guida del Paese e agli uomini che fanno, con le loro scelte, girare l'economia sorge spontaneo chiedere: si vuole davvero sacrificare la linfa vitale della Nazione e lasciare ai margini senza prospettive e senza possibilità di scelta un'intera generazione di italiani? E' mai possibile che nella nostra Italia non ci siano le condizioni per la ridistribuzione equa delle risorse, per l'ottimizzazione degli investimenti e il risanamento reale dell'economia per creare i presupposti di sviluppo che darebbero un nuovo orizzonte ai milioni di lavoratori che non vogliono darsi per vinti?

03/01/2013





        
  



3+5=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)
30/10/2019
I ponti dell'A14 rimangono sequestrati, Piunti scrive alla procura di Avellino (segue)
27/10/2019
"Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!" (segue)
15/10/2019
Emesso un DASPO nei confronti di ultras ascolano in occasione dell'incontro Ascoli Calcio-Pescara. (segue)
15/10/2019
Fermato un pregiudicato di 44 anni residente a Martinsicuro (segue)
12/10/2019
Controlli a tappeto della Polizia Stradale su alcool, droga e irregolarità dei mezzi pesanti (segue)
24/09/2019
IL VESCOVO, MONS. GIOVANNI D'ERCOLE, OFFICIA LA SANTA MESSA IN ONORE DI SAN MATTEO (segue)
16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)

Economia e Lavoro

20/10/2019
VERSO DUBAI EXPO 2020 (segue)
10/08/2019
SMARTEAM, Capofila Progetto Europeo ERASMUS PLUS (segue)
28/07/2019
Gate-away.com: uno straordinario esempio di imprenditoria di successo (segue)
29/05/2019
Foodiestrip e Associazione Albergatori "Riviera Delle Palme" (segue)
29/05/2019
Fermo Pesca dal 15 agosto al 13 settembre (segue)
15/05/2019
Presentazione App Bio Malavolta Market Biologico (segue)
14/05/2019
Seminario "Fabbisogno occupazionale territoriale e nuove modalità di ricerca lavoro anche via web" (segue)
07/04/2019
Premio 5StarWines di Vinitaly al Pignotto 2010 Riserva dell'azienda agricola Monti (segue)

San Benedetto

16/11/2019
Se chi ben comincia è a metà dell'opera, sarà un anno di sorprese e conferme per il Liceo Rosetti (segue)
16/11/2019
"Ospedali di qualità per il Piceno e non promesse elettorali" (segue)
10/11/2019
La Samb torna alla vittoria: Di Massimo e Frediani fanno tornare il sorriso. (segue)
10/11/2019
GROTTAMMARE - VALDICHIENTI 1 - 0 (segue)
10/11/2019
Interventi di Orgoglio Civico, di 63074, del Comitato Salviamo il Madonna del Soccorso sulla Santà (segue)
10/11/2019
Ivano Dionigi apre gli "Incontri" della Partecipazione (segue)
09/11/2019
Un buon Centobuchi si arrende alla forza in avanti dell'Atl Ascoli (segue)
09/11/2019
Renato Minore presenterà il libro "O Caro pensiero" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji