Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Riserva Sentina, al via progetti di valorizzazione degli ortaggi rossi

San Benedetto del Tronto | Il vicepresidente regionale Petrini ha assicurato l’impegno per lo sviluppo di progetti di micro filiera

incontro con Petrini

Si è svolto questa mattina, lunedì 30 aprile, in Municipio un incontro tra Regione, Amministrazione e vertici della Riserva Sentina per discutere di eventuali progetti di valorizzazione dell'agricoltura e sviluppo delle coltivazioni biologiche da realizzare nell'area protetta.

Erano presenti il vicepresidente regionale con delega all'agricoltura Paolo Petrini, il consigliere regionale Paolo Perazzoli, l'assessore all'ambiente Paolo Canducci, il consigliere Andrea Marinucci oltre ai rappresentanti della Riserva Sentina, il presidente Sandro Rocchetti e il vicepresidente Pino Marcucci.

Nel corso dell'incontro Rocchetti ha chiesto un impegno concreto alla Regione per sviluppare politiche di salvaguardia e promozione agricola della lattuga rossa, una particolare varietà di lattuga con una colorazione rossastra che da 60 anni viene coltivata nei terreni degli agricoltori Felicetti e Marini.

"Alcuni esemplari dell'ecotipo di lattuga rossa - ha spiegato Rocchetti - sono in corso di stabilizzazione genetica presso l'Istituto sperimentale per l'orticoltura di Monsampolo del Tronto. Si immagazzineranno i semi ai fini della conservazione e della successiva coltivazione. Sarebbe indispensabile, a questo punto, avviare coltivazioni biologiche della specie anche al fine di fornire occasioni di qualificazione alle produzioni locali e di divulgare migliori modelli di consumo più sani e vicini alla natura".

Da parte dell'assessore Petrini vi è stata la massima disponibilità a verificare con gli uffici regionali la possibilità di finanziare progetti di micro filiera alla pari di quelli che vengono già attuati sul territorio marchigiano per altre colture come la canapa e il melograno.

"In un futuro prossimo la Sentina offrirà opportunità non solo turistiche - ha dichiarato Canducci - infatti con l'avvio di colture biologiche degli ortaggi rossi numerose potranno essere le ricadute positive anche con prospettive occupazionali interessanti per i giovani agricoltori locali".

 

30/04/2012





        
  



5+1=

Altri articoli di...

San Benedetto

03/05/2016
Furto al Centro Commerciale Porto Grande (segue)
03/05/2016
Ipsia intitolato ad Antonio Guastaferro (segue)
03/05/2016
Elezioni 2016, obbligo di rendicontare le spese alla Corte d'Appello (segue)
03/05/2016
"Vento e Colori", il 7 e 8 maggio (segue)
03/05/2016
Il Premio Truentum a Camillo De Lellis. (segue)
03/05/2016
La Samb Beach Soccer a tutto Camp (segue)
02/05/2016
La Tecno a un passo dal sogno promozione (segue)
02/05/2016
Parte un nuovo corso di abilitazione al Commercio e alla Somministrazione Alimentare (segue)

Cronaca e Attualità

03/05/2016
Furto al Centro Commerciale Porto Grande (segue)
03/05/2016
Ipsia intitolato ad Antonio Guastaferro (segue)
03/05/2016
Iran, dopo l’Implementation Day (segue)
03/05/2016
Elezioni 2016, obbligo di rendicontare le spese alla Corte d'Appello (segue)
02/05/2016
Nutrizione e Nutraceutici nel mondo antiaging (segue)
30/04/2016
Ascoli Piceno, due arresti per furto di ciclomotore (segue)
30/04/2016
Seminario sull’Orientamento all’Istituto “Capriotti” di San Benedetto (segue)
30/04/2016
Osservatorio Permanente Comunale, per una Città a misura di Infanzia ed Adolescenza (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus