Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Via l’addizionale sulla benzina per l’alluvione del 2011

Ancona | La Giunta regionale, su proposta del presidente Gian Mario Spacca, ha trasmesso all’Assemblea legislativa la proposta di legge che toglie l’addizionale sulla benzina per l’alluvione del 2011.

Un aumento di 5 centesimi al litro che la Regione aveva dovuto imporre per poter accedere ai fondi nazionali della protezione civile e che ora, una volta divenuta legge la proposta presentata, verrà eliminato. "Un ringraziamento - dice il presidente Spacca - va ai cittadini delle Marche che in questi tre mesi, attraverso l'accisa, hanno permesso di acquisire i 5 milioni necessari per far fronte alla fase emergenziale, consentendo di evitare il dissesto finanziario dei Comuni e delle imprese che sono intervenuti in quella fase di difficoltà. Una prova di grande solidarietà che fa onore alla nostra comunità".

La Corte costituzionale ha accolto il ricorso delle Marche e quello di altre Regioni (Liguria, Basilicata, Puglia, Abruzzo e Toscana), dichiarando l'illegittimità costituzionale dell'articolo del decreto Milleproroghe del 2010 che ha introdotto la cosiddetta "Tassa sulle disgrazie". Successivamente la presidenza del Consiglio dei ministri ha stanziato 25 milioni di euro per l'emergenza alluvione delle Marche, dopo l'intesa raggiunta, venerdì scorso, tra ministero dell'Economia e dipartimento nazionale della Protezione civile.

Come anticipato (sabato scorso) dal presidente Spacca, la Giunta regionale ha subito adottato una proposta di legge che modifica l'impostazione del bilancio regionale, eliminando i 5 centesi aggiuntivi imposti dal Milleproroghe. Ora l'Assemblea legislativa dovrà convertire in legge la proposta della Giunta regionale per rendere operativa l'eliminazione dell'accisa regionale, a seguito della quale il prezzo alla pompa in vigore calerà di 5 centesimi al litro.

19/03/2012





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Politica

24/04/2016
Riunione della Direzione dei Giovani Democratici marchigiani, a San Benedetto. (segue)
24/04/2016
"La Lista del Cuore e delle Emozioni ..." (segue)
23/04/2016
Orgoglio Sambenedettese: "Indignati e preoccupati per la salute dei cittadini" (segue)
21/04/2016
Celebrato l'ultimo Consiglio comunale "ordinario" (segue)
21/04/2016
Gaspari si congeda: “Non si poteva fare di più" (segue)
20/04/2016
I sindaci di Monsampolo, Acquaviva e Monteprandone in visita a Bruxelles (segue)
20/04/2016
Paolo Perazzoli: “Rinviare le tre delibere, Poru modificati in tre giorni” (segue)
16/04/2016
Perazzoli: “Partecipazione Fondamentale." (segue)

Fuori provincia

26/04/2016
“Val Vibrata College Corropoli” - Liceo Scientifico “G.D’Annunzio” (segue)
23/04/2016
Storia e Storie delle Marche (segue)
22/04/2016
Polizia, unità cinofile in azione nel Fermano (segue)
22/04/2016
“Fermano” in sicurezza. (segue)
21/04/2016
In desabillè, lungo i binari della ferrovia. (segue)
20/04/2016
Export in crescita per il “made in Marche” (segue)
19/04/2016
Calendario Scolastico, la Giunta regionale approva la programmazione per il triennio 2016/2019 (segue)
14/04/2016
Direttiva Bolkestein, firmato il documento finale da sottoporre a Conferenza Stato-Regioni e Governo (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus