Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sconfitto 2 a 1 il Grottammare fuoricasa dai canarini fermani

Fermo | I biancocelesti sono stati battuti dalla Fermana grazie alle reti di Paris al 29' su rigore e di Mariani al 41'.

Fermana - Grottammare

FERMANA: Cionini, Lazzerini, De Reggi, Del Tongo, Cudini, Brizzi (78' D'Angelo), Facciaroni 6 (36' Mangiola), Parlato, Mariani, Piccirillo, Paris (89' Fabiani).

A disp. Quondamatteo, Casino, Bagalini, Veroli. All. Scarafoni.

GROTTAMMARE: Calvaresi V., Adamoli sv (17' Ramadori), Ruggeri, Gaibo (67' Calvaresi M.), Valentini, Capriotti, Frinconi, Adorante F., Ludovisi, Adorante R. (74' Ze' Peres), Iachini.

A disp. Damiani, Silvestri, Marcatili, Nardini. All. Zaini.

Arbitro: Perrotti di Campobasso (Galli di Ascoli Piceno-Vitali di Pesaro).

Reti: 21' Iachini, 29' rig Paris, 41' Mariani.

Note. Spettatori 350 circa; ammoniti: Cudini, Iachini, Ruggeri, Ramadori, Adorante F.; angoli: 2-3; recupero: 3'+4'.

 

Cronaca: È il Grottammare a partire in avanti con Adamoli che al 9' dalla destra costringe Cionini a parare a terra. Al quarto d'ora Gaibo servito da Ludovisi dal limite centrale manda di poco alto. Il gol del momentaneo vantaggio arriva al 21' con una punizione veloce di Ludovisi dal vertice dell'area di rigore con cui va a servire Iachini, che appostato in area trafigge in diagonale Cionini. Al 29' il guardalinee Vitali segnala un fallo di Ruggeri su Piccirillo in area e comunica all'arbitro che è rigore; sul dischetto si porta Paris che non sbaglia, Calvaresi intuisce la traiettoria, ma non arriva sulla palla.

Al 41' i locali raddoppiano: Mariani conclude in scivolata, Valentini respinge corto e lo stesso nove fermano rialzandosi gonfia la rete. Al 48' Ludovisi ha due occasioni per pareggiare: Frinconi crossa dalla destra per il capitano che di testa si vede deviare in angolo da Del Tongo, sullo stesso corner battuto da Ramadori il bomber rivierasco ci arriva ancora di testa e manda fuori a fil di palo. Al 61' viene annullato a Parlato un gol per fuorigioco. Al 70' Iachini su retro passaggio di Ruggeri cerca di sorprendere il portiere, ma il tiro è debole e finisce la tra le braccia di Cionini. Al 82' conclusione di D'Angelo con Calvaresi che respinge con le dita e poi blocca. Al 84' viene annullato un gol regolare a Ze' Peres. L'ultima azione è di Frinconi, che al 93' dal limite prova la conclusione, ma il cuoio termina di poco fuori.

 

19/03/2012





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Sport

23/04/2014
Duvetica: vento largo (segue)
20/04/2014
La Coppa Italia di serie C, vinta dalla Samb nel giugno 1992, è tornata alla città (segue)
20/04/2014
Nella regione Marche la COGESE regina della velocità !!!!!! (segue)
15/04/2014
LA COLLECTION ATLETICA VINCE I CAMPIONATI REGIONALI DI STAFFETTE (segue)
14/04/2014
Meravigliosa stagione per la CT Maggioni di San Benedetto del Tronto (segue)
14/04/2014
Traguardo mondiale per l’atleta sambenedettese Valeria Schiavi nella World Cup di ginnastica ritmica (segue)
14/04/2014
Pattinaggio Artistico: Risultati della prima fase del Campionato Regionale Uisp (segue)
13/04/2014
Un Ascoli distratto regala la vittoria al Benevento (segue)

Fuori provincia

24/04/2014
Presentato in Regione il Festival del giornalismo culturale di Urbino (segue)
18/04/2014
Produzione rifiuti e raccolta differenziata nelle Marche: i dati del 2013 (segue)
18/04/2014
Venezuela: terra lontana, terra di lotta (segue)
17/04/2014
Sinergia tra Regione Marche e INPS per ottimizzare gli investimenti sul sociale (segue)
17/04/2014
Missione EKATERINBURG - Consuntivo (segue)
17/04/2014
Aeroporto delle Marche: è on line il nuovo sito internet di Aerdorica (segue)
17/04/2014
Le Marche e la Macroregione Adriatico Ionica: storie di resistenza a 70 anni dalla Liberazione (segue)
17/04/2014
Confermata dalla Giunta regionale la stagione balneare 2014 cha va dal 1 maggio al 30 settembre (segue)

Il museo di Caparezza

Caparezza "Museica"

Paolo De Bernardin

Venezuela: terra lontana, terra di lotta

guerriglia urbana
Quando la politica dello scacchiere diventa fede dispensata alla massa e manipola il destino degli uomini.

Martina Oddi