Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il Comune di Teramo blocca la Straferro costruzioni srl sulla costruzione del nuovo teatro

Monteprandone | L'azienda di Monteprandone, che si era aggiudicata il project financing per la messa in opera della struttura, ha appreso la notizia dagli organi di informazione e comunica che agirà per vie legali

Monteprandone, centro storico(archivio)

Il Comune di Teramo ha bloccato l'aggiudicazione a favore della Straferro Costruzioni srl del project financing per il nuovo teatro della città. Questo sarebbe avvenuto sulla base di un'informativa ricevuta dalla Prefettura di Teramo di cui si ignora del tutto il contenuto.

L'azienda di costruzioni di Monteprandone esprime il suo assoluto stupore per il provvedimento adottato dall'Amministrazione comunale teramana. "Avevamo completato giovedi scorso la consegna della documentazione amministrativa necessaria all'aggiudicazione del project financing e stavamo ultimando la revisione del piano economico finanziario prodromica alla stipula della convenzione con il Comune" fa sapere il gruppo tramite una  nota stampa.

Straferro opera da oltre cinquant'anni nell'ambito di contratti per la realizzazione di opere pubbliche e ha cantieri aperti con enti pubblici in molte regioni italiane. Anche a Teramo, essa ha partecipato alla costruzione del parcheggio di Piazza Dante e da alcuni anni ha investito risorse molto importanti nel progetto del nuovo teatro allo scopo di realizzare un opera di alto profilo qualitativo. Del resto, tale progetto rappresenta il più significativo intervento urbanistico nella città di Teramo, utile a rilanciare anche l'economia cittadina.

Ora l'azienda agirà per vie legali in modo da tutelare la propria immagine e per ottenere la stipula della convenzione per la realizzazione del nuovo teatro.

27/01/2012





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

27/07/2016
Il cabarettista Maurizio Santilli all'Americo (segue)
27/07/2016
«Il Direttore di Area Vasta “ideale” … » (segue)
26/07/2016
Concorso MODAVI contro la violenza sulle donne, la studentessa Marta Verdecchia tra le vincitrici (segue)
26/07/2016
In campo scuola con la Protezione Civile (segue)
25/07/2016
Nasce "Occhio al Centro", per far tornare a battere il cuore della Città (segue)
25/07/2016
Convocato il Consiglio Comunale per sabato 30 luglio (segue)
24/07/2016
Prevenzione e sicurezza stradale, la Polizia preme sull’acceleratore (segue)
24/07/2016
3 Arresti dei Carabinieri nell’Ascolano (segue)

Ascoli Piceno

27/07/2016
Il cabarettista Maurizio Santilli all'Americo (segue)
26/07/2016
Area di Crisi Complessa: il 27 Luglio ad Ascoli si ragiona sulle Opportunità per le Imprese (segue)
26/07/2016
Finalmente recuperati graffiti e affreschi del Palazzo Ferri-Cataldi ad Ascoli (segue)
24/07/2016
3 Arresti dei Carabinieri nell’Ascolano (segue)
23/07/2016
Il Battistero di Ascoli Piceno tra arte, storia e simbologia (segue)
23/07/2016
Arresto di tre marocchini per rissa aggravata e detenzione di arma da taglio (segue)
23/07/2016
Accurati servizi anti-prostituzione della Polizia nelle province di Ascoli e Fermo (segue)
22/07/2016
ABROS: a settembre il convegno annuale interamente dedicato al mondo fitoterapico (segue)

Teramo e provincia

21/07/2016
Al via la prima edizione di "Val Tordino in festa" a Petriccione (segue)
21/07/2016
Tirata a lustro la spiaggia nord di Alba Adriatica (segue)
21/07/2016
All'Americo torna il cabaret (segue)
21/07/2016
Agricoltura: lettera aperta dell'assessore regionale Pepe sull'utilizzo dei prodotti agroalimentari (segue)
17/07/2016
Domenica 17 luglio taglio del nastro della 36^ edizione della Sagra del Baccalà (segue)
13/07/2016
Il 16 luglio torna nel centro storico di Campli il Salotto della Calzatura (segue)
12/07/2016
Concerto di mezza estate mercoledì 13 luglio alle 19 alla Badia (segue)
12/07/2016
Giornata di studi con la Soprintendenza d'Abruzzo per la valorizzazione del patrimonio culturale (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino