Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

I prodotti di Fermo al Cibus 2007

| Le produzioni alimentari di eccellenza di dieci aziende del Fermano faranno tappa alla più importante rassegna dedicata all’alimentazione di qualità

di Luigina Pezzoli


Dal 13 al 16 aprile, infatti, si svolgerà il Cibus 2007, Salone internazionale dell’Alimentazione di qualità che, per la prima volta, si terrà a Roma nel nuovo quartiere fieristico. L’iniziativa, organizzata dalla Sipi srl, Società di Servizi di Confindustria Ascoli, è stata resa possibile grazie al contributo della regione Marche, della Provincia di Ascoli, della Camera di Commercio e della Carisap e con il coinvolgimento della Confindustria di Fermo e della Confindustria di Ascoli e Copagri, Confartigianato Imprese, Confcommercio, Confesercenti e Cna. La rassegna, che si è sempre svolta a Parma, è da oltre un ventennio la più importante nel settore del made in Italy alimentare e rappresenta dunque una prestigiosa vetrina per tutti quei prodotti realizzati nel Piceno che saranno così al centro dell’interesse di operatori, grossisti e distributori da tutt’Italia.

La scelta di realizzare nella capitale la nota manifestazione gastronomica nasce in primis dalla considerazione che Roma è la città più famosa al mondo. Costantemente sotto l'attenzione mediatica e baricentro di un ampio sistema di distribuzione, è stata quindi individuata come la sede più opportuna per proporre, utilizzando il know-how di Fiere di Parma, un’occasione di promozione di prodotti e aziende che quotidianamente fronteggiano l'aggressività degli altri mercati. Una promozione dunque forte per quei prodotti alimentari spesso oggetto di concorrenza sleale e che indubbiamente meritano un palcoscenico di primo piano per dare visibilità e comunicare al meglio le proprie specificità.

Le aziende marchigiane che parteciperanno alla rassegna sono complessivamente trenta e, tra queste, le aziende di Fermo sono le seguenti: Hostbook e Tiamat di Montefortino per le acque minerali, Campofilone, De Carlonis e Spinosi di Campofilone per la pasta fresca, Cariaci di Ortezzano e Faleria di Falerone per i salumi, Nuova Orsa M di Monteleone di Fermo per le specialità gastronomiche e Monaldi di Petritoli per le uova e i prodotti connessi. Particolarmente rilevante, dunque, il numero delle aziende del Fermano che quest’anno, per la prima volta, esordiranno con il marchio collettivo “Marche Picene - Valori & Ricchezze del Piceno”.

05/04/2007





        
  



5+3=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Fermo

05/04/2007
I prodotti di Fermo al Cibus 2007 (segue)
30/03/2007
Le nuove aperture per la Banca Picena (segue)
09/03/2007
Erbe spontanee patrimonio da salvaguardare: se ne parla in un seminario di Asteria (segue)
22/02/2007
Monterinaldo, senso unico alternato sulla SP 174 Cuma (segue)
22/02/2007
Due sedute consiliari a Fermo e ad Ascoli per approvare il Bilancio (segue)
12/02/2007
Carmen Consoli il 15 febbraio al Teatro dell’Aquila di Fermo (segue)
08/01/2007
16a edizione della gara sociale del PORTO 85 (segue)
18/12/2006
Cna, doppia struttura e raddoppio degli associati (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji