Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sicurezza negli stadi, veloci ed economiche: grazie alle recizioni mobili

| TORTORETO - Betafence “Nylofor Stadium” è sinonimo della più elevata garanzia di sicurezza sia all’interno degli impianti sia all’esterno secondo quanto richiesto dalla legge Pisanu.

reti e recinzioni di sicurezza Betafence Italia

La soluzione ai problemi di sicurezza degli stadi dal punto di vista tecnico esiste, è realizzabile
in tempi relativamente brevi ed ha costi sicuramente affrontabili da Comuni e Società
sportive. È una soluzione che ha già trovato applicazione soddisfacente, sia rispetto alle norme
della legge Pisanu che nell’esperienza pratica, tanto all’“Olimpico” di Roma quanto al-
l’“Olimpico” di Torino, non a caso tra i pochissimi stadi oggi a norma (e, non a caso, in seguito
a queste installazioni Betafence è diventata “fornitore ufficiale” di Coni Servizi, il “braccio tecnico”
del Coni).

Si tratta della recinzione “Nylofor Stadium” di Betafence Italia spa, realizzata
nel 2005 dai tecnici di Betafence (azienda leader a livello europeo nel settore delle reti e
recinzioni di sicurezza), dopo l’entrata in vigore del decreto Pisanu contro la violenza negli stadi
(poi convertito in legge), tenendo conto proprio delle problematiche esistenti all’“Olimpico” di
Roma, stadio gestito dal Coni e quindi destinato per forza di cose a diventare un esempio per
gli altri stadi anche in tema di sicurezza.

“Nylofor Stadium” non è solo una recinzione innovativa, ma è soprattutto la recinzione che
risponde alle esigenze di sicurezza degli stadi: affianca infatti alle caratteristiche di robustezza
- è antiscavalcamento, antisfondamento e antiribaltamento - e alla sua “trasparenza”, che
garantisce un’effettiva visibilità, sia laterale che frontale (cosa molto importante quando viene
installata all’interno degli stadi), l’incredibile flessibilità di impiego: si può infatti spostare e
“rimodellare” in poche ore secondo le necessità.

Il suo segreto sta nel fatto di essere composta
da moduli lunghi 260 centimetri, alti 250 centimetri, del peso complessivo di oltre 2,4 tonnellate,
ottenuti abbinando una base in calcestruzzo, tipo new jersey, alta 88 centimetri e
pesantissima (ad essa va ascritta gran parte di quelle 2,4 tonnellate) ed una recinzione di doppi
pannelli in tondini di acciaio zincati e ricoperti di poliestere a completare l’altezza di 250 centimetri.

Collegati tra loro da apposite piastre bullonate, i moduli costituiscono una barriera in
grado di resistere a qualsiasi “attacco”; separati, possono essere spostati con l’utilizzo di un
normale carrello elevatore per ricomporre la recinzione secondo le nuove esigenze che si fossero
nel frattempo create.

Betafence “Nylofor Stadium” è dunque sinonimo della più elevata garanzia di sicurezza sia
all’interno degli impianti (per mantenere separate le tifoserie) sia all’esterno (in fase di prefiltraggio delle tifoserie stesse), secondo quanto richiesto dalla legge Pisanu.

E i tecnici di casa Betafence sono ovviamente pronti ad intervenire ovunque vi sia la necessità
di adeguare uno stadio alla normativa e alle esigenze di sicurezza: la rapidità di installazione
è del resto un’altra delle caratteristiche fondamentali del Betafence “Nylofor Stadium”.
www.betafence.com

12/02/2007





        
  



2+1=
reti e recinzioni di sicurezza Betafence Italia
reti e recinzioni di sicurezza Betafence Italia
reti e recinzioni di sicurezza Betafence Italia

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

Teramo e provincia

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
14/01/2020
L’opera di Enrico Maria Marcelli edita dall’Arsenio Edizioni ha vinto il Premio Quasimodo (segue)
29/12/2019
A Martinsicuro “Natale con le tradizioni” (segue)
19/11/2019
Doppio appuntamento per “Sentimentál” di Roberto Michilli (segue)
13/11/2019
Roberto Michilli presenta il 16 novembre a Campli “Sentimentál” (segue)
24/10/2019
Parte sabato 26 ottobre a Giulianova la rassegna “La pintìca dei libri” (segue)
26/07/2019
Il 28 luglio la premiazione dei vincitori del Premio Letterario “Città di Martinsicuro” (segue)
22/07/2019
Il 25 luglio a Tortoreto Lido fiabe e racconti della Val Vibrata (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji