Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il sindaco: “Gabrielli non si tocca”. Scaltritti: “valuterò se ricandidarmi alle politiche”

San Benedetto del Tronto | Martinelli ribadisce la linea della fermezza: la giunta resterà invariata. Il deputato di Forza Italia: “la mia conferma è nell’ordine delle cose, ma deciderò se accettare”

di Giovanni Desideri

Il sindaco di San Benedetto Martinelli ribadisce anche oggi la sua ferma intenzione di mantenere invariata la composizione della giunta ad otto assessori: “non caccio nessuno”. Sull’intenzione uguale e contraria di AN di veder sostituito l’assessore alla cultura Bruno Gabrielli (Forza Italia), il sindaco appone il classico “Gabrielli non si tocca”: una formula impiegata l’ultima volta per l’oggi ex assessore all’urbanistica Leo Sestri.
 
Quanto invece all’annunciata intenzione del capogruppo di Azione Indipendente Benedetto Marinangeli di uscire dalla maggioranza nel caso in cui nessun componente del gruppo venisse nominato assessore, il sindaco mostra indifferenza, affermando al tempo stesso che preferisce seguire i lavori in corso per la riqualificazione del primo tratto di lungomare, di viale De Gasperi, del centro cittadino e la progettazione di altre imminenti (via XX Settembre e piazza San Filippo Neri): “se i gruppi non vogliono venire in consiglio non venissero”, taglia corto Martinelli.
 
Il deputato di Forza Italia Gianluigi Scaltritti ragiona nel frattempo sul suo più o meno immediato futuro politico, a partire dalle dimissioni dal ruolo di coordinatore provinciale, che da più parti vengono date per certe e imminenti: “ho convocato per il 6 giugno una riunione del direttivo provinciale del partito – spiega – Nel caso in cui decidessimo di convocare un congresso, manterrei la carica almeno fino al congresso stesso. È vero d’altra parte che vorrei rinunciare a questo incarico che si sposa male con il mio ruolo di deputato. Le mie dimissioni sono sempre state a disposizione. Preferirei costruire meglio il partito, con persone che possano dedicarvisi a tempo pieno. Poi c’è il problema delle due Province di Ascoli e Fermo e dei rapporti tra le due federazioni del partito”.
 
Candidatura come sindaco di San Benedetto o di nuovo come deputato? “Il problema delle amministrative è un problema che non mi pongo e non mi sono mai posto – è la risposta – Confermo invece la mia disponibilità per le politiche. La mia ricandidatura come deputato è nell’ordine delle cose. Anche Berlusconi ha detto che sono riconfermato. Starebbe quindi solo a me rinunciare. Valuterò se proseguire la mia vita politica. Del resto non sono in politica perché non ho alternative.”

31/05/2005





        
  



1+4=

Altri articoli di...

Politica

02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
22/10/2022
Via libera alla variante al Piano Particolareggiato di Recupero del Centro Storico (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
21/10/2022
Grandi e medi investimenti, chiesto il triplo delle agevolazioni disponibili (segue)
19/10/2022
Al via il progetto sulla sicurezza urbana e sulla legalità (segue)
13/10/2022
Festival dello sviluppo sostenibile (segue)

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)