Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sabato prossimo presso la scuola media Luciani lo spettacolo "Cercando una stella"

Ascoli Piceno | Nuovo appuntamento con "Teatro nelle scuole" il progetto dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione.

Giovanni Silvestri

Nuovo appuntamento con "Teatro nelle scuole" il progetto dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione che ha visto impegnati studenti di scuole elementari e medie in laboratori teatrali e che ora, a conclusione dell'anno scolastico, si cimentano in veri e propri spettacoli.
Sabato prossimo, 24 maggio, alle ore 21.00, presso il cortile della scuola media "Luciani" verrà rappresentato lo spettacolo "Cercando  una stella". Si tratta di un'opera originale interpretata dagli alunni della "Luciani" che, sotto la guida degli attori - registi Eugenia Brega e Paolo Clementi del Teatro delle Foglie e con il coordinamento del prof. Roberto Buondi, hanno aderito al progetto dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione.

"Il teatro - ha commentato l'assessore Gianni  Silvestri - è una buona palestra per l'adattamento relazionale: allena i bambini ad affrontare con maggiore sicurezza il reale, li aiuta a comprendere la difficile realtà sociale in cui vivono e li sostiene nel cammino di crescita. E' importante - ha proseguito l'assessore Silvestri - che i ragazzi della scuola vengano messi in grado di comprendere il linguaggio teatrale poiché esso può aiutare a riscoprire il piacere di agire e di sperimentare forme diverse di comunicazione, favorendo una crescita integrata di tutti i livelli della personalità. Il teatro, quindi, deve essere preso in considerazione non esclusivamente come formazione culturale ma come attività che abbia uno scopo educativo di formazione umana e di orientamento".

Il tema dello spettacolo che sarà rappresentato sabato (individuato e sviluppato insieme ai giovani attori), parla dei sogni giovanili espressi sotto forma di desideri e aspettative nei confronti della realtà contemporanea.
I punti di riferimento sono stati suggeriti da tre diverse opere: "Pinocchio", "Il Piccolo Principe" e "Il Mago di Oz", tre fiabe che presentano parecchie affinità e collegamenti molto interessanti, suggerendo una chiave di lettura teatrale che permette di spaziare dagli schemi espressivi dello spettacolo brillante alla commedia musicale. Lo spettacolo che ne risulta è un continuo alternarsi di testi recitati, danze e canzoni che il gruppo di ragazzi interpreta con freschezza e spontaneità, grazie all'ausilio di maschere e variopinti costumi, sullo sfondo di suggestive diapositive proiettate a grande schermo.

22/05/2003





        
  



4+4=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
25/11/2019
Carlo Crivelli e il suo polittico di Sant’Emidio (segue)
19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)

Cultura e Spettacolo

27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
14/01/2020
L’opera di Enrico Maria Marcelli edita dall’Arsenio Edizioni ha vinto il Premio Quasimodo (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)
06/01/2020
Liceo Rosetti: lettura e apertura al mondo della cultura Un viaggio controcorrente (segue)
06/01/2020
ISTITUITO IL LICEO MUSICALE E TANTI INDIRIZZI STIMOLANO LA CRESCITA CULTURALE E UMANA DEI GIOVANI (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji