Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Commercio: è guerra sulle aperture festive del 13 e 25 aprile

| SAN BENEDETTO - La Confesercenti contesta la decisione dell'assessore Marco Lorenzetti e chiede l'intervento della Regione.

di Paola Pennacchietti

Come era prevedibile, la risposta delle associazioni dei commercianti alla decisione dell'assessore Marco Lorenzetti di concedere in deroga l'apertura dei negozi e dei centri commerciali nelle giornate festive del 13 e del 25 aprile, non si è fatta attendere. La Giunta della Confesercenti, riunita questa mattina in seduta straordinaria, ha annunciato forti manifestazioni di protesta, chiesto l'intervento della Regione e le dimissioni dell'assessore Lorenzetti, accusato di avere preso la decisione senza consultare le associazioni di categoria che siedono al tavolo del Cnel, il Consiglio Nazionale dell'Economia del Lavoro.

 

"E' con stupore e con fortissima preoccupazione - ha commentato il segretario provinciale della Confesercenti Camillo Di Monte - che riceviamo l'ordinanza con la quale il sindaco Domenico Martinelli ha disposto le deroghe alle aperture festive del 13 e del 25 aprile. La gravità dell'atto assume proporzioni imbarazzanti in considerazione della Legge Bersani che vieta categoricamente l'apertura dei negozi commerciali il giorno 25 aprile su tutto il territorio nazionale. Ci troveremo nella situazione paradossale in cui i Vigili Urbani saranno costretti a multare i negozianti che apriranno. Voglio vedere chi correrà questo rischio".

 

L'iniziativa delle deroghe era stata assunta dall'assessore al Commercio dopo la protesta di alcuni centri commerciali cittadini che lamentavano le limitazioni della legge regionale in materia e di conseguenza il danno subito dalle strutture del vicino Abruzzo che invece hanno una normativa più elastica e possono aprire con maggiore frequenza la domenica e nei giorni festivi.

 

"Il favore fatto alla grossa distribuzione è palese - rincara la dose Di Monte - e quindi rende tale ordinanza ancora più grave e preoccupante perché non esiste un progetto per il centro della nostra città che possa sostenere eventuali modifiche alle aperture domenicali. Al danno la beffa! L'ordinanza inizia con le testuali parole: 'Vista l'opportunità di venire incontro alle richieste degli operatori'.
Quali? Forse quelli della grossa distribuzione! Che manifestano l'esigenza di maggiori aperture festive e domenicali Ci piacerebbe sapere quali strumenti democratici usa l'Amministrazione per confrontarsi con le categorie".

09/04/2003





        
  



1+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Articoli correlati

08/04/2003
Negozi aperti domenica 13 e venerdi 25 Aprile

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji