Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Giornate mondiali della Pace:"Giustizia e Pace"

| Donne per la Pace: "Agnese Ginocchio (Pax Christi) alle GIORNATE Mondiali e Marcia PACE a Trento" (30-31 dicembre 2005 -1 gennaio 2006).

"L'impegno per la pace e la legalità ci chiama ad essere infaticabili provocatori della Nonviolenza !-Così recita la nota di un comunicato di Agnese Ginocchio (http://www.agneseginocchio.it) della Pax Christi (sez. di Caserta) che richiama il tema del Convegno nazionale della CEI che ha preceduto la 38^marcia nazionale della Pace a Trento - Questa scelta - si legge ancora nella nota - induce la nostra vita all'azione e al movimento.

Per essere al passo coi tempi, non mi stanco di ripeterlo, è fondamentale uscire fuori le nostre case e cominciare a pensare non più al singolare bensì al plurale, interessarci dei problemi che attraversano il panorama sociale e globale dell'umanità. Infaticabili provocatori della Nonviolenza significa condividere insieme gioie e dolori dell'umanità, accogliere le diversità, ascoltare la voce di chi soffre, sostenere il povero, l' emarginato, chi vive una situazione di precarietà, di discriminazione ed è solo, Essere 'Voce' di chi non ha più voce!.

Opporsi di fronte ad azioni malvagie, a leggi che appoggiano o giustificano le guerre e le morti di innocenti vittime civili, le mafie, le pene di morte, la legalizzazione dei CPT - gabbie nelle quali vengono rinchiusi e trattati come schiavi, senza alcun rispetto umano ne dignità, tanti clandestini che a causa di guerre e di miserie sono costretti a fuggire dalle loro terre.

Leggi ancora che favoriscono la privatizzazione dei beni comuni come l'acqua, fonte che nasce libera, essenza vitale di cui l'uomo non può farne a meno. Leggi che mettono in subbuglio l'intero equilibrio socio-economico del pianeta, dentro cui il sistema ci sguazza: i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri!

C'è urgente bisogno allora di dare una svolta, un cambiamento, è fondamentale, necessario, come l'aria che si respira. Non c'è un minuto da perdere perché il mondo, il pianeta sta soffocando ! Essere infaticabili provocatori della Nonviolenza significa osare dunque per la Pace, invitare e provocare gli uomini e le donne del terzo millennio a rimettersi in cammino, rimettersi in gioco. Insieme e solo formando una grossa rete di unione, si potranno costruire saldi Ponti -Arcobaleno che siano in grado di spezzare la catena dell'indifferenza del sistema, Ponti di Solidarietà che difendino e tutelino quei sacrosanti Valori della Giustizia e della Democrazia, della Libertà, della tolleranza ed uguaglianza fra i popoli, del rispetto per l'ambiente e la salvaguardia del creato. Valori che mettano in risalto la priorità e la centralità dell'uomo, senza i quali non si potrà mai costruire un equilibrio mondiale economico più etico, solido, giusto e duraturo.

Questi principi sono la condizione necessaria( altre strade non ce ne sono ) per globalizzare la Solidarietà e avere Pace nel mondo !" La presenza di Agnese Ginocchio ,definita la Joan Baez della Pace,Voce nonviolenta di Donna in marcia per liberare la Pace, il cui impegno per la pace ,la legalità,la nonviolenza e la difesa dei diritti umani sociali e ambientali è stato apprezzato più volte anche da molte autorità civili e religiose ,fra cui (nella sua provincia di Caserta:) il Vescovo di Caserta Raffaele Nogaro ,il presidente della provincia Sandro De Franciscis e diverse autorità nazionali, è stata resa possibile grazie al prof. Andrea Trentini referente del Centro di Educazione alla Pace e diritti umani di Rovereto, di don Rodolfo Pizzoli presidente della Commissione Giustizia e Pace della Cei dell'Arcidiocesi di Trento e di d. Fabio Corazzina coordinatore nazionale Pax Christi. Al convegno sono state presenti molte autorità civili e religiose ,fra cui si segnala:il presidente nazionale della Pax Christi mons.

Tommaso Valentinetti ,gli ex presidenti:Mons. Luigi Bettazzi ,mons. Diego Bona,il segretario generale della CISL Savino Pezzotta, le autorità civili di Trento.La manifestazione è stata ripresa dal programma di Rai uno :A sua Immagine , dalla Tv satellitare Telepace e altre Tv nazionali. Agnese ha cantato per la pace introducendo il convegno del 30 dicembre presso la sala della Filarmonica a Rovereto ,che ha visto la presenza di Mons. Luigi Bettazzi,Giorgio Beretta di Unimondo e Raffaello Zordan giornalista di Nigrizia e il convegno del 31 dicmbre promosso dalla CEI , Caritas Italiana ;Commissione Giustizia e Pace dell'arcidiocesi di Trento e Pax Christi tenutosi al Palasport di Trento .

Si ricorda che la cantautrice per la pace quest'anno proprio in merito al suo impegno per la pace, è stata invitata dall'organizzazione dell' United Artist for Peace di Perugia(Nota associazione culturale impegnata per la pace , i diritti umani e ambientali) organizzatrice del Festival internationale della Pace ,a far parte del cast internazionale nella 10^ edizione del Festival Internazionale Per la pace svoltosi ad Assisi il 21 settembre giornata mondiale della pace indetta dall'Onu.

info Agnese Ginocchio: http://www.agneseginocchio.it

04/01/2006





        
  



5+4=

Altri articoli di...

Fuori provincia

12/12/2018
Al via il progetto "Infinito Leopardi" (segue)
01/10/2018
Show cooking della salute alla Teng arredamenti per i 50+1 anni di attività (segue)
28/09/2018
Roberto Ippolito "in cammino" a Castellaneta con Marchionne Tortora Moro Gardini e le baby miss (segue)
22/09/2018
Si è conclusa l'operazione "Mare Sicuro 2018" (segue)
22/09/2018
Formazione e lavoro: il bando ammissioni al corso ITS sistema moda (segue)
14/09/2018
Il 15 settembre a Campli cerimonia di consegna della bandiera dei "Borghi più belli d'Italia" (segue)
06/09/2018
Sabato 8 settembre Alba Adriatica diventerà la capitale della bellezza maschile (segue)
05/09/2018
Concluso il XVIII Trofeo Massimo De Nardis Challenge internazionale a squadre di drifting d'altura (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino