Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Apre la stagione del Teatro Giacomo Leopardi di San Ginesio

| Dopo 30 anni prosa in grande stile con tre maestri della drammaturgia. Domani, 5 gennaio, chiude la campagna abbonamenti.

Dopo trent’anni riapre in grande stile il teatro Giacomo Leopardi di San Ginesio con una stagione di prosa d’autore e gradi firme della regia teatrale. Sei appuntamenti che segnano il passo di un’importante tappa culturale per l’antico borgo sotto la benefica protezione di San Ginesio, che tra l’altro è anche patrono dei mimi e degli attori. La stagione promossa dall’amministrazione comunale attraverso l’assessorato alla cultura di Patrizia Baldoni con la direzione artistica della Leart Produzione e management, parte di fatto il 14 gennaio dopo la riapertura del teatro inaugurato nelle scorse settimane e oggetto di opere di restauro.

La campagna abbonamenti si conclude domani, 5 gennaio, e sarà possibile dalle ore ore 17 alle 20. (Per informazioni si potrà contattare il numero 0735.736302). La presentazione ufficiale di tutti gli appuntamenti è avvenuta nei giorni scorsi presso la sala consiliare della provincia di Macerata alla presenza, oltre che dell’assessore Baldoni, anche del Vicesindaco di San Ginesio e della direzione artistica della Leart di Gianluca Balestra.

Quello che parte da gennaio sarà un percorso emozionale con tre grandi maestri della drammaturgia Shakespeare, Cechov e Eduardo De Filippo filo conduttore che legherà tutte le rappresentazioni in programma. Il “taglio del nastro” sulla prosa è previsto per il 14 gennaio e arriva con la compagnia Vicolo Corto in “Dramlot, ipotesi tragica con maschera comica” per la regia di Michele Modesto Casarin. Il viaggio nel mondo del teatro prosegue il 27 gennaio con “Scarpagnante” e gli attori dell’Associazione culturale Les Enfants du Paradis” tratto dal romanzo di Stefano Benni, Salatempo, il 9 febbraio una importante produzione teatrale che sta riscotendo consensi in tutta la penisola e tra l’altro nata proprio nella nostra regione.

Si tratta di “Romeo e Giulietta” per la regia di Leo Muscato. Uno spettacolo davvero piacevole che arriva nelle Marche dopo che lo storico teatro dell’Elfo di Milano lo ha scelto per la propria stagione di prosa. Saranno solo uomini gli attori del cast, compresi Romeo e Giulietta come avveniva nel vecchio teatro Elisabettiano e da non perdere per la sua forte capacità di suscitare emozioni forti al pubblico in sala. Il 18 febbraio arriva “La stanza del delitto” con la Compagnia Piccola Ribalta per la regia di Antonio Sterpi mentre l’11 marzo sarà di scena la “Cechoviana” con gli attori del Teatro Stabile delle Marche e la regia di Marinella Anaclerio. Si chiude in bellezza il 25 marzo con “Quali fantasmi” tratto da uno spettacolo di Eduardo De Filippo per la regia di Alfonso Santagata.

04/01/2006





        
  



5+4=

Altri articoli di...

Macerata e provincia

14/07/2019
Cabaret amoremio! sta per entrare nel vivo (segue)
17/04/2019
Violenza in Famiglia: se ne parla con Roberta Bruzzone, Roberto Mirabile e Lucia Zilli (segue)
16/04/2019
Serata Saharawi: oltre 5000 € per l' accoglienza sanitaria dei bambini (segue)
08/04/2019
Violenza in famiglia:anello scatenante e ripercussioni sui minori. Se ne parla mercoledì 10 aprile (segue)
07/04/2019
Premio 5StarWines di Vinitaly al Pignotto 2010 Riserva dell'azienda agricola Monti (segue)
19/02/2019
Nuovi comici, al vincitore cinque date con Maurizio Battista (segue)
12/01/2019
Pelasgo 968 e Centro Nazionale Studi Leopardiani di Recanati sottoscrivono un protocollo di intesa (segue)
01/10/2018
Show cooking della salute alla Teng arredamenti per i 50+1 anni di attività (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino