Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Ascoli un punto che muove la classifica. Il Livorno ringrazia.

Ascoli Piceno | L’Ascoli non riesce a vincere e il Livorno porta a casa un punto prezioso. Al vantaggio bianconero di Beretta risponde Diamanti su calcio di rigore. L’uno a uno finale consente alla formazione bianconera di salire a quota 31 punti in classifica.

di Pietro Mazzocchi

L’Ascoli non riesce a vincere e il Livorno porta a casa un punto prezioso. Al vantaggio bianconero di Beretta risponde Diamanti su calcio di rigore. L’uno a uno finale consente alla formazione bianconera  di salire a quota 31 punti in classifica. Mister Vivarini conferma il 4-3-1-2. In porta Milinkovic-Savic in difesa con esterni Laverone e D’Elia e Brosco, Padella centrali. In mezzo al campo giostrano Addae, Troiano e Frattesi. Ninkovic è il trequartista alle spalle del tandem offensivo Beretta-Rosseti. Mr Breda sceglie il 3-4-1-2 con Diamanti dietro ai due attaccanti Rajcevic e Murilo. Arbitra Serra di Torino.

La gara
L’avvio della gara vede un’Ascoli brillante. La prima conclusione in porta è dell’Ascoli con Ninkovic il quale da fuori area batte verso Zima, che blocca senza problemi. La risposta del Livorno è immediata, Brosco sbaglia nell’impostazione, recupera Diamanti che serve Raicevic al limite dell’area a tu per tu con Milinkovic-Savic bravissimo a neutralizzare il piazzato. La gara scorre senza grandi emozioni fino al 16 quando l’Ascoli trova il gol del vantaggio da calcio d’angolo con Beretta bravo a sfruttare una deviazione di Rosseti e sulla linea di porta, a buttare la palla in rete. Terzo gol in campionato per l’ex centravanti del Foggia.

Il Livorno non demorde e al 22 trova il pareggio su rigore per fallo di Milinkovic-Savic su Di Gennaro dal dischetto Diamanti non fallisce. L’Ascoli non demorde e si getta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio. Al
31′ Beretta show, ruba palla a centrocampo e supera due avversari in velocità. il suo tiro però viene deviato in corner, dall’angolo nasce un’altra occasione di testa Addae tenta di infilare in rete miracolo di Zima che respinge. Dopo un minuto di recupero la prima frazione si chiude sull’1-1.

La seconda frazione si gioca a ritmi lenti ma molto nervosa e il direttore di gara deve estrarre molte volte il cartellino.
Nonostante i 5 minuti di recupero, il risultato non cambia: al Del Duca termina 1-1, occasione persa per i bianconeri. 

Il tabellino
Ascoli: Milinkovic-Savic; Laverone, Brosco, Padella, D’Elia; Addae, Troiano (65′ Casarini), Frattesi; Ninkovic; Beretta (72′ Ngombo), Rosseti (67′ Ciciretti). A disposizione: Bacci, Quaranta, Andreoni, Rubin, Iniguez, Baldini, Cavion, Chajia, Coly. Allenatore: Vivarini
Livorno: Zima; Di Gennaro, Bogdan, Gonnelli; Valiani, Agazzi (15′ Salzano), Luci, Porcino; Diamanti; Murilo (60′ Dumitru), Raicevic (78′ Giannetti). A disposizione: Crosta, Neri, Gasbarro, Boben, Fazzi, Eguelfi, Rocca, Kupisz, Gori. Allenatore: Breda.
Arbitro: Serra di Torino
Reti: 16′ Beretta, 22′ Diamanti (rig.)
Note: Ammoniti Milinkovic-Savic (A), Rosseti (A), D’Elia (A), Ninkovic (A), Diamanti (L), Murilo (L), Dumitru . Recupero: 1′ (pt), 5′ (st)

Commenti:

Vivarini“Oggi era importante vincere, abbiamo bisogno di una vittoria per rimanere in acque tranquille, nel primo tempo abbiamo fatto una buona gara ma è mancato il secondo gol. Al Livorno abbiamo concesso due occasioni per due svarioni, per il resto abbiamo creato tantissimo, è mancata solo la zampata sotto porta. Nel secondo tempo siamo calati, abbiamo incontrato una squadra in questo momento tra le più in forma.

Nella seconda frazione di gioco il Livorno ha cambiato 
atteggiamento e non abbiamo trovato più spazi, alla fine potevamo sfruttare meglio le due ripartenze nel finale”. “Non parlo mai di episodi arbitrali , ci sono stati tantissimi ammoniti, mi è sembrato strano che quello del Livorno non sia stato ammonito. Anche oggi ho visto lavorare in un certo modo gli attaccanti, hanno fatto bene. 

10/03/2019





        
  



5+5=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

19/05/2019
Il 20 e 21 maggio si aprono i festeggiamenti per l’ottantesimo anniversario del liceo "Orsini" (segue)
09/05/2019
Giuseppe Barboni bello, benestante, intelligente e di buona famiglia nel jet set di Montecarlo (segue)
08/05/2019
"IL MIO DIARIO" (segue)
06/05/2019
OPERAZIONE "SAFE JEWELERY": SEQUESTRATI 105.000 ARTICOLI DI BIGIOTTERIA. (segue)
29/04/2019
Rinviato il Cavallo di Fuoco (segue)
25/04/2019
La gara che valeva una stagione è finita in parità (segue)
25/04/2019
Celebrato il 25 aprile nei luoghi simbolo della resistenza picena (segue)
22/04/2019
Conferenza stampa per la conclusione de "I cento cammini" (segue)

Sport

19/05/2019
La Rappresentanza in Italia della Commissione europea partecipa al Giro, per valorizzare l’Europa (segue)
13/05/2019
Samb subito fuori dai playoff. Fedeli:"La mia avventura a San Benedetto è terminata". (segue)
09/05/2019
Playoff: sarà Südtirol-Samb. Caccia aperta al biglietto. (segue)
05/05/2019
GROTTAMMARE - ATLETICO GALLO 1 - 2 (segue)
29/04/2019
Grottammare, arriva la salvezza (segue)
25/04/2019
GROTTAMMARE - MONTICELLI 3 - 1 (segue)
25/04/2019
La gara che valeva una stagione è finita in parità (segue)
17/04/2019
FERMO - PESCARA 8 - 5 (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino