Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il Colli supera la Sangiorgese per 3 reti, ma non è stato così facile.

| La Sangiorgese cade a Colli con tre reti pur disputando una gara accorte e ricca d'occasioni

di Nicola Lucidi

 Colli del Tronto –  La compagine di mister Fanì dopo la bella vittoria con il Chiesanuova si riconferma vincendo contro la Sangiorgese con una gara di buona tecnica e voglia da parte dei protagonisti in campo. La Sangiorgese per la voglia ed il gioco non merita la deficitaria classifica.

Mister Fanì ha rivoluzionato la formazione per le assenze d’infermeria come Alijevic, Silvestri e Pirelli, per squalifica come Nardini e Zahraovi. Nonostante le differenze notevole in classifica tra le due formazioni si è vista una gara a ritmi elevati e grande voglia e tecnica. Partono subito in avanti i locali con risposte immediate degli ospiti.

Il risultato si sblocca al 28 dopo una bella azione sviluppata da ottimo palleggio Piergallini da dentro are prova un delizioso pallonetto dove il cuoio supera Menghi e termina a rete. I locali insistono in avanti e dopo 7’ Stangoni intercetta la sfera rimessa dall’angolo e trasformandosi da vero attaccante calcia con decisione il cuoio a porta che supera Menghi ed è il raddoppio per il Colli.

 

 

 

Nella ripresa i ritmi non scendono e gli ospiti cercano di riaprire la gara con voglia, ma le occasioni più ghiotte ce l’hanno i locali ed al quarto d’ora Grilli accarezza la sfera e pennella un perfetto servizio in area dove irrompe Piergallini che devia a rete per la doppietta. Passano 3’ quando Di Simplicio controlla la sfera, supera l’avversario e serve per l’accorrente Piergallini che presentandosi davanti a Menghi spara addosso la sfera e l’occasione sfuma. Gli ospiti cercano in avanti, ma la difesa locale chiude bene e si conclude con una bella vittoria del Colli.   

Atletico Azz. Colli: Camaioni, Acciaroli, Tommasi, Cucco, Stangoni, Croce,  Piergallini (20’st. Bastianelli), Battilana (35’st.Fioravanti), Di Simplicio, Grilli, Spinelli (44’st. Alfonsi) . A disp.: Gambacorta, Paoluzzi, Lombardi, Silvestri. All.: Fanì.   

Sangiorgese: Menghi, Fazion, Cebada, Greco, Brambati (16’st.Garbio Jovan), Servera, Diagne (34’st. Murtezi), Gomez (20’st. De Carolis) Comacho (24’st. Amadike), Joel Garbuio, Gisario (24’st. Ricci).  A disp.: Figoera, Basili, Salvatori. All.:Buratti

Reti: 28 e 15’st Piergallini, 35 Stangoni.

Arbitro : Castelli di AP

Note: Recuperati 1’+ 4‘. Calci d’angolo  4 a 3 . Espulso al 41’st. l’allenatore Buratti. Ammoniti: Cucco, Croce, Brambati, Gisari. Spettatori 300 circa. 

 

 

 

 

16/02/2019





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

18/03/2019
"Una Domenica per pulire, 100 Domeniche per non sporcare" (segue)
18/03/2019
Operazione "Carnevale sicuro 2019":sicurezza prodotti e contraffazione. (segue)
16/03/2019
L'Ascoli buon punto da Verona con qualche rammarico. (segue)
16/03/2019
Colli e Monturano C. si sono affrontate a viso aperto ed è scaturito un misero pareggio (segue)
12/03/2019
La Picena non vedenti Fainplast conclude il campionato al settimo posto. (segue)
10/03/2019
Ascoli un punto che muove la classifica. Il Livorno ringrazia. (segue)
26/02/2019
A scuola le fiabe di Giorgia Spurio (segue)
19/02/2019
Decreto di espulsione e accompagnamento di un cittadino tunisino al Centro di Permanenza di Potenza (segue)

Sport

17/03/2019
GROTTAMMARE - PORTO D'ASCOLI 1 -2 (segue)
16/03/2019
L'Ascoli buon punto da Verona con qualche rammarico. (segue)
16/03/2019
Colli e Monturano C. si sono affrontate a viso aperto ed è scaturito un misero pareggio (segue)
12/03/2019
La Picena non vedenti Fainplast conclude il campionato al settimo posto. (segue)
10/03/2019
P.S. ELPIDIO - GROTTAMMARE 3 - 1 (segue)
10/03/2019
Ascoli un punto che muove la classifica. Il Livorno ringrazia. (segue)
03/03/2019
GROTTAMMARE - FABRIANO C. 0 - 0 (segue)
28/02/2019
Stadio Ballarin, il sindaco incontra una delegazione di tifosi (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino