Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Sodalizio con la Warner Bros per Olga Merli e Marco Trionfante

San Benedetto del Tronto | Il nuovo capitolo della saga “Hitman”, realizzata dalla “Warner Bros Entertainment”, è stato presentato a Milano attraverso un evento organizzato dal regista Marco Trionfante insieme alla sceneggiatrice Olga Merli.

di Elvira Apone

Marco Trionfante, Olga Merli e Umberto Croci

Il nuovo capitolo della saga “Hitman”, realizzata dalla celebre casa di distribuzione statunitense “Warner Bros Entertainment”, che ora lo sta lanciando a livello mondiale, è stato presentato a Milano in anteprima nazionale all’inizio di novembre attraverso un evento organizzato dal regista Marco Trionfante insieme alla sceneggiatrice Olga Merli.

Sambenedettese di adozione, Marco Trionfante è presidente della Compagnia Teatrale “Gli O’ Scenici” e delle “Officine Teatrali”, oltre a essere Direttore dell’Adriatic Cinema Academy, il nuovo polo di Alta Formazione per il Cinema e il Teatro fondato insieme a Umberto e Marco Croci e da poco inaugurato. Olga Merli, sceneggiatrice cinematografica e televisiva sambenedettese, è autrice specializzata nei generi Noir, Gothic e Realism. Insegnante di “Scrittura per il Cinema” e Direttrice Didattica dell’Adriatic Cinema Academy, è membro del direttivo dell’Associazione di Professionisti Associati-Produzioni Cinematografiche dell’Arte & Management “Il Serpente Aureo”.  Docente con Master in “Psicologia della comunicazione”, “Giornalismo e Comunicazione Web”, “Detectivage e Criminalistica”, ha al suo attivo numerose collaborazioni e pubblicazioni come autrice, freelancer, Copywriter e Press Officer. Ha esordito, nella collana antologica “Dieci Lune-Anime Buie” (Bae edizioni), con il racconto noir “Memorie di un assassino”, recensito nella postfazione dalla giallista Mondadori Barbara Baraldi. Con il racconto “Lilly-I capelli delle sirene”, estratto dalla sua ultima raccolta di racconti “Cento Ali di Libellula (scritta in sinergia con l’autrice Elvira Apone e pubblicata da Giulio Perrone), si è aggiudicata, nel 2017, il Primo Premio Sezione “Omphalos-Autismo” al Premio Letterario “Città di Grottammare”; ha appena terminato la biografia della stilista emergente italo-inglese Luciana Soul “Mind The Gap-La storia di Luciana Soul”, attualmente in fase di pubblicazione.

Per Marco Trionfante, Olga Merli ha curato anche la sceneggiatura del cortometraggio “Il Volo dell’Anima”, che verrà presentato in numerosi festival cinematografici e sarà distribuito sulle piattaforme televisive e digitali di proprietà della “Lamantino Brothers” e della “TM Communication”. Un’opera animata da un visionario spirito decadente che, pur rimanendo fedele all’impianto della pièce originale, in cui si fondono sia elementi tragici che ironici, si evolve, supportata dalla scelta delle ambientazioni, in un romanticismo noir dal fascino crepuscolare di byroniana memoria; un film che racconta, grazie a una regia illuminata e matura, una storia d’amore al confine tra la vita e la morte e in bilico tra il tenue riflesso della ragione e l’accecante bagliore dei sentimenti, resa sia con potenza e duttilità di immagini che con cadenzata ironia.

La serata di Milano, durante la quale è stato presentato il nuovo capitolo di “Hitman”, è stata progettata in stile “Murder Party” dalla sceneggiatrice Olga Merli ed è stata dedicata al popolare protagonista della serie, il temibile sicario Hitman, che verrà declinato anche in versione XBOX ONE, PS4 E PC. L’accattivante atmosfera dal sapore hitchcockiano e l’attenta cura dei dettagli hanno coinvolto un pubblico selezionato, partecipe ed estremamente competente, composto da autorità e da rappresentanti della stampa. A proposito di questa nuova avventura lavorativa, lo stesso Marco Trionfante ha dichiarato di aver scelto alcuni dei migliori attori della Compagnia Teatrale “Gli O’Scenici”, mentre, per la sceneggiatura, di essersi affidato a Olga Merli, “un’eccellenza nel settore”. Questa collaborazione con la Warner Bros, una delle più prestigiose aziende di distribuzione cinematografica mondiale, ha sottolineato Marco Trionfante, lo riempie di orgoglio e di soddisfazione perché rappresenta un’ulteriore conferma del buon lavoro svolto da lui e dalla sua squadra, frutto di passione, impegno, professionalità e talento.

Una grande vittoria, dunque, anche per la città di San Benedetto del Tronto, che ha visto due dei suoi concittadini diventare protagonisti della ribalta internazionale e promuovere la cultura ad altissimo livello; un traguardo importante che dona visibilità e lustro alla nostra città e pone meritatamente sotto la luce dei riflettori due grandi professionisti nel loro campo, di cui sicuramente sentiremo tutti ancora parlare.

 

 

28/11/2018





        
  



1+2=

Altri articoli di...

San Benedetto

22/01/2019
Operazione boxer - spaccio di eroina a San Benedetto del Tronto (segue)
22/01/2019
Un progetto di alternanza scuola-lavoro presso la Fabbrica dei Fiori (segue)
20/01/2019
GROTTAMMARE - MARINA 1 - 0 (segue)
18/01/2019
Incontro a Roma nella sede dell'ANCI del Sindaco Piunti e dell'Assessore Tassotti (segue)
18/01/2019
Trentennale Germogli - Relatore Angelo Dettori (segue)
18/01/2019
Dopo Asia Ghergo, ecco i Costiera (segue)
16/01/2019
Domenica 20 gennaio il terzo open day all’istituto alberghiero (segue)
15/01/2019
Massimiliano Ossini presenta il libro " Kalipè-lo spirito della montagna" (segue)

Cultura e Spettacolo

22/01/2019
Un progetto di alternanza scuola-lavoro presso la Fabbrica dei Fiori (segue)
18/01/2019
Trentennale Germogli - Relatore Angelo Dettori (segue)
18/01/2019
Dopo Asia Ghergo, ecco i Costiera (segue)
18/01/2019
"Tullio Pericoli. Forme del Paesaggio. 1970-2018" (segue)
16/01/2019
Domenica 20 gennaio il terzo open day all’istituto alberghiero (segue)
15/01/2019
Massimiliano Ossini presenta il libro " Kalipè-lo spirito della montagna" (segue)
15/01/2019
Carmine Abate all'Istituto Capriotti con il libro " Le rughe del sorriso" (segue)
13/01/2019
Notte Nazionale dei Licei Classici: boom di presenze! (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino