Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Dopo una gara brutta è giusto lo 0 a 0

Colli del Tronto | Brutta gara di promozione. Un arbitro non all'altezza per aver permesso agli ospiti di giocare a loro piacere perdendo tempo. Senza schemi e senza emozioni. Poca qualità e poco gioco.

di Nicola Lucidi

Colli del Tronto – Dopo due settimane di fermo forzato per le condizioni metereologiche si riparte.

Gara di somma importanza tra AA Colli e Futura per obiettivi opposti, l’una per la promozione, l’altra per la salvezza. Mister Fusco non ha avuto a disposizione ancora per infortunio i due attaccanti, Di Simplicio e Giansante, ma l’obiettivo era di vincere per non perdere contatti dalla vetta. Così non è stato. Gli spettatori hanno assistito ad una delle gare più brutte. Logico lo 0 a 0.

Molte sono state le cause. Una direzione arbitrale non all’altezza lasciando correre molti falli e senza prendere provvedimenti per la continua perdita di tempo dei ragazzi di mister Calvà che avrebbero guadagnato il punto in classifica, ma giocando appena 32’. I locali senza schemi ed imbavagliati dall’arrembante avversario che non badava al gioco, ma ad interrompere ogni iniziativa. Nessun gol e pochissime emozioni.

I padroni di casa hanno avuto tre chance nella prima parte di gara con Crocetti che impegna Verone ad una non difficile parata. Con Nardini che da buona posizione davanti alla porta devia la sfera alto sopra la porta e Zahraovi che arriva stanco e calcia piano verso la porta dove Verone para.

Gli ospiti due con Angelini, una per tempo, ma non riesce a coordinarsi per dare forza al pallone. Poi ancora Crocetti nel finale di testa che avrebbe mutato l’esito dell’incontro mandando il cuoio alto sopra la porta.

La rabbia è tutta della squadra di casa che si vede allontanare la vetta della classifica, ma il campionato è ancora lungo.

Atletico Azzurra Colli: Camaioni, Acciaroli (26’st. Stangoni), Croce, Paoluzzi, Luciani, Alijevic, Mariani, Grilli (11’st. Battilana), Nardini (24’st.Gyabaa) Crocetti, Zahraovi. A disp.: Gambacorta, Porfini,  Mascitti, Massaroni. All.:Fusco.

Futura 96: Verone, Drammeh, Mannozzi (40’st. Belleggia), Conte, Smerilli, Marzan, Gianluca Murazzo, Fiumaroli, Angelini, Bracciotti, Spinozzi (30’st. Antonio Murazzo). A disp.:Aquinati, Felicetti, Quinzi, Bartolini, Malaspina.  All.:Calvà.

Arbitro : Salvatori di  MC

Note: Ammoniti: Mannozzi, Gyabaa. Recuperato 1’+4’ . Calci d’angolo 5 a 6. Spettatori 250 circa.

 

10/03/2018





        
  



4+3=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

22/09/2018
Nove città marchigiane per 12 eventi in occasione della "Settimana europea dello sport" (segue)
20/09/2018
Gli appuntamenti con il teatro di Cristiana Castelli (segue)
15/09/2018
Pareggio giusto tra Colli ed At. Ascoli per la Coppa Marche. (segue)
14/09/2018
Il 15 settembre a Campli cerimonia di consegna della bandiera dei "Borghi più belli d'Italia" (segue)
11/09/2018
Implementazione di un protocollo ERAS in ASUR-AV5 (segue)
11/09/2018
Cerimonia Di Inaugurazione e Intitolazione della Caserma "Colle San Marco". (segue)
10/09/2018
Operazione "Avidoro" della Guardia di Finanza (segue)
06/09/2018
Sabato 8 settembre Alba Adriatica diventerà la capitale della bellezza maschile (segue)

Sport

22/09/2018
Nove città marchigiane per 12 eventi in occasione della "Settimana europea dello sport" (segue)
21/09/2018
Sambenedettese Basket, sabato la presentazione della squadra (segue)
19/09/2018
Teramo-Samb: arbitrerà Ivan Robilotta di Sala Consilina. (segue)
18/09/2018
Teramo-Samb: info tagliandi. (segue)
18/09/2018
MARINA - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
16/09/2018
La Samb parte male. Il Renate espugna il Riviera. Fedeli:"Mancato il rispetto alla città". (segue)
15/09/2018
Pareggio giusto tra Colli ed At. Ascoli per la Coppa Marche. (segue)
12/09/2018
Samb, ecco il calendario. (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino