Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Il mondo ispano americano con le voci di Lila Downs, Nina Pastori e Soledad

San Benedetto del Tronto | Lila Downs, Nina Pastori y Soledad "Raiz"

di Paolo De Bernardin

Lila Downs Niña Pastori y Soledad

"Raiz" 

Due elementi come comuni denominatori per tre artiste come Lila Downs, Niña Pastori e Soledad. L'intesa derivante dal genere femminile, spesso depositario della tradizione orale nel canto popolare e l'appartenenza al ceppo linguistico spagnolo che rimanda direttamente alle radici di ciascuna artista che vive di luce propria da diverso tempo.

La messicana Lila Downs è un'antropologa figlia di un'artista di cabaret e di un professore universitario di Minneapolis e ha trascorso la vita tra il Minnesota, la California e i luoghi natii costantemente impegnata nella ricerca viscerale nelle tradizioni culturali dei Maya, degli Aztechi e della terra di Oaxaca che identifica da 20 anni nelle sue magnifiche rappresentazioni concertistiche. Niña Pastori (è il nome d'arte di Maria Rosa Garcia Garcia) è figlia della cantante andalusa La Pastori e una delle eredi femminili dell'arte vocale di Camaron de la Isla, il massimo esponente del cante flamenco moderno. Arriva da Cadice ed è stata scoperta da Alejandro Sanz che ne ha curato il lancio artistico nel 1996 ed è una esecutrice di molto repertorio di cantautori ispanici (da Luz Casal ai Manà, da Armando Manzanero a Joan Manuel Serrat) che rielabora nella tipica chiave flamenca. Soledad Pastorutti, detta La Sole, giunge invece da Arequito, nel nord dell'Argentina (provincia di Santa Fè) e da venti anni è una delle protagoniste (è anche attrice) più alte della musica pop di quel paese con varie centinaia di migliaia di copie vendute della sua nutrita discografia e molti riconoscimenti internazionali tra cui il recente premio del pubblico al rinomato festival di Viña del Mar in Cile.

Le tre cantanti hanno composto insieme "La raiz de mi tierra" la canzone che apre questo bel lavoro che raccoglie temi popolarissimi come "La Maza", "Que nadie sepa mi sufrir", "Tierra de luz", "Cumbia del mole", "El dia que me quieras", "Agua de rosas" e infilandoci, stranamente, anche la creola capoverdiana "Sodade" di Cesaria Evora che nulla a che vedere con il mondo ispanico. Con la supervisione e gli arrangiamenti di Paul Cohen, le tre artiste riescono ad amalgamare tutto il repertorio con una forza poetica densa di bellezza frutto di temi popolari purificati da decenni di esecuzioni ed entrati nel repertorio dei più importanti artisti ispanici del Novecento.Con "Raiz" si compie una bella passeggiata tra ritmi e colori, tra bulerìas e tanghi, canzoni ranchere e chacareras, arpe andine e huapangos. E' un caleidoscopio che coinvolge tutto il continente ispanoamericano ma sa conquistare con le sue mille forme e la sua dimensione autenticamente popolare.

Voto 8/10

10/07/2014





        
  



3+3=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

21/02/2019
Paolo Crepet presenterà "Passioni" venerdi 22 alle ore 21 alla Sala Smeraldo dell'Hotel Calabresi (segue)
21/02/2019
Il 23 febbraio a Pescara Giuseppe Rosato con“Viva la guerra e altre parole perdute” (segue)
21/02/2019
Mamma quante storie! Andrea Satta per IN ART domenica 24 febbraio (segue)
20/02/2019
"I Giornata di studio Bioetica" (segue)
20/02/2019
"Racconti stonati" (Re Nudo) sabato 23 febbraio 2019 ore 21 Teatro dell'Olmo San Benedetto Tr (segue)
20/02/2019
Grande successo per lo splendido “Viaggio alla terra di mezzo” (segue)
19/02/2019
Simone Tempia e Gianluca Marinangeli a In Art: quella strana avventura che si chiama vita (segue)
19/02/2019
Nuovi comici, al vincitore cinque date con Maurizio Battista (segue)

San Benedetto

21/02/2019
Paolo Crepet presenterà "Passioni" venerdi 22 alle ore 21 alla Sala Smeraldo dell'Hotel Calabresi (segue)
21/02/2019
Mamma quante storie! Andrea Satta per IN ART domenica 24 febbraio (segue)
20/02/2019
"I Giornata di studio Bioetica" (segue)
20/02/2019
"Racconti stonati" (Re Nudo) sabato 23 febbraio 2019 ore 21 Teatro dell'Olmo San Benedetto Tr (segue)
20/02/2019
Grande successo per lo splendido “Viaggio alla terra di mezzo” (segue)
19/02/2019
Simone Tempia e Gianluca Marinangeli a In Art: quella strana avventura che si chiama vita (segue)
19/02/2019
Nuovi comici, al vincitore cinque date con Maurizio Battista (segue)
18/02/2019
Samb-Ternana: indetta la giornata rossoblu. (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino