Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Bozza Manifesto per la Costituzione di un Comitato cittadino per "Salvare le nostre Palme"

San Benedetto del Tronto | Torquati:"La distruzione delle nostre palme è ormai irreversibile se non si mettono in atto azioni immediate volte al reperimento di maggiori risorse finanziarie per attuare azioni più incisive per cercare di salvaguardare il nostro patrimonio".

di Nazareno Torquati

una palma colpita dal punteruolo

Il taglio definitivo dei tronchi delle 75 palme uccise dal punteruolo rosso che si sommano alle 200 già abbattute e la stima che altre 2000 palme già infestate sono la dimostrazione che tutte i rimedi messi in campo dal primo caso identificato nell' autunno del 2007 ad oggi non sono servite ad arginare minimamente il fenomeno.
E' anche la dimostrazione che l'insetto muta geneticamente di generazione in generazione, rendendosi sempre più virulento e resistente ai rimedi che l'uomo sperimenta.

Significa che mantenendo questa progressione esponenziale nell' arco dei prossimi cinque anni oltre la metà delle nostre 20.000 palme dovranno essere abbattute e altre 5000 saranno infestate.
Non possiamo assistere a questo disastro senza tentare di invertire la tendenza e mettendo in pratica ogni iniziativa atta a preservare l' esistente e così una nostra identità territoriale e un patrimonio ambientale che si è ricevuto in eredità da generazioni.

I rimedi messi in campo in tutta Italia sono molteplici e vanno dalla tecnologia a Microonde alle sue iniezioni sul tronco di un composto vitaminico dl fitopatologo egiziano Nabawy Metwaly, dalla 'imbibizione apicale' dell' agronomo di Sabaudia Cesare Mancinelli alle formule "fai da te" di composti di acqua ragia e trementina, molte sono anche le imitazioni realizzate a prezzi molto alti che danno adito al sospetto che non c'è un vero interesse a debellare il punteruolo.

Intorno alla morte delle palme si sta sviluppando un business sempre più esteso fra la sostituzione di una palma morta con una buona , il trattamento della stessa infestata, il taglio del tronco e il suo smaltimento nel 'bio trituratore', il tutto crea un listino molto remunerativo di grande interesse sia esso legale che illegale.

I fondi resi disponibili dai Comuni maggiormente colpiti da questa infestazione e dalla Regione Marche sono assolutamente insufficienti ad affrontare una nuova forma di lotta al punteruolo rosso con l' ausilio delle più moderne strumentazioni esistenti che vanno dai rilevatori di calore all' utilizzo dei sistemi satellitari per individuare ed isolare le palme infettate provvedendo a misure drastiche o per la sua immediata distruzione o trattamento se recuperabile.
Per far questo occorrono maggiori fondi disponibili che possono essere ottenuti solo ed esclusivamente con la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri e quindi il coinvolgimento della Protezione civile sollecitato dalla Regione Marche.

Perché di questo si tratta di una vera e propria calamità naturale che sta mettendo a serio rischio il ragguardevole patrimonio di palme, spesso costituito da esemplari monumentali, che adornano gli ambienti urbani rivestendo un importante ruolo paesaggistico, storico, culturale e che l'introduzione del punteruolo rosso delle palme costituisce una seria minaccia per tutto il territorio regionale.

Per questo obiettivo è necessario costituire un Comitato dei cittadini residenti nei comuni della Riviera delle Palme affinché si promuovano gli atti necessari ad ottenere maggiore attenzione e maggiori fondi per evitare questo disastro annunciato.

26/03/2013





        
  



4+1=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

17/06/2020
“Cin Cin”: a tavola con i vini naturali (segue)
10/01/2020
Sicurezza stradale il bilancio annuale della Polizia Stradale (segue)
21/12/2019
Autostrada, la situazione continua a degenerare (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra" (segue)
08/12/2019
LA GUARDIA DI FINANZA "SUI CAMPI" CONTRO IL "CAPORALATO" (segue)
19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)

San Benedetto

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji