Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Agro – bio: la Sentina si tinge di rosso

San Benedetto del Tronto | Un progetto ambizioso per dare valore al territorio.

di Martina Oddi

Presentazione progetto lattuga rossa

A un passo dalle papere e dalle galline della fattoria, insieme a cuccioli, gatti e galli impettiti si stendono i 100 ettari di colture a basso impatto ambientale, destinate a diventare presto colture biologiche nello spazio riconvertito all'agricoltura della Riserva Sentina, vicino al mare dove i laghetti fioriscono sotto le ali delle specie più rare di uccelli. In mezzo al verde dei cavoli e degli spinaci, una sfumatura di rosso richiama l'attenzione sulla lattuga pregiata che è diventata il fiore all'occhiello del progetto sostenuto dall'Amministrazione comunale per la coltivazione e la produzione di alimenti bio. La filiera corta completa il processo nelle intenzioni dei promotori, attraverso la vendita a km zero.

Alle porte di Porto d'Ascoli, un giovane imprenditore, Rodolfo Di Lorenzo, insieme alla Pro Marche, l'unica azienda sopravvissuta alla crisi tra quelle del settore ortofrutticolo che operavano in città, danno vita alla valorizzazione agricola della Sentina, puntando sul rosso. Negli ultimi giorni si fa un gran parlare degli alimenti rossi è perché grazie agli antociani - enzimi antiossidanti - possono prevenire malattie e allungare la vita. "Ecco allora che cominciamo con la lattuga, ma presto pianteremo anche la cipolla rossa" annuncia Luigi Falco - direttore della Pro -Marche.

Mangiare rosso quindi fa bene alla salute, e la valorizzazione della Sentina fa bene alla città. "La risposta dei consumatori sarà certamente positiva" spiega l'Assessore Canducci, "considerata la percezione di valore aggiunto che i prodotti che escono dalla Riserva acquistano", non solo in quanto biologici ma anche perché realizzati in completa armonia con i ritmi e gli equilibri dell'Oasi. Un idea che viene da lontano, dalla lontana Cina, ma che funzionerebbe anche da noi, seguendo le fila di uno sviluppo compatibile con il rispetto dell'ambiente.

Mentre l'agro alimentare fa fatica in Europa a causa della scarsa competitività dei prezzi, amplificati dal costo dell'energia necessaria alle lavorazioni, in Italia - dove il mercato del bio è ancora acerbo - ci sono molti margini di azione per l'imprenditore virtuoso. Certo che "la strategia di riconversione ecologica e agricola della Riserva è un piccolo pezzo del puzzle" - come ricorda Canducci - ma è destinato a fare la sua parte nel quadro di sviluppo sostenibile della città.

26/03/2013





        
  



5+3=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

22/04/2019
Conferenza stampa per la conclusione de "I cento cammini" (segue)
20/04/2019
Grande partecipazione al convegno sulla violenza in famiglia, organizzato dalla LZ Investigazione (segue)
19/04/2019
First Aid One Italia avrà il servizio trasporti non prevalentemente sanitari delle Aree Vaste 3 e 5 (segue)
17/04/2019
A scuola con la Guardia di Finanza: (segue)
17/04/2019
Violenza in Famiglia: se ne parla con Roberta Bruzzone, Roberto Mirabile e Lucia Zilli (segue)
16/04/2019
Serata Saharawi: oltre 5000 € per l' accoglienza sanitaria dei bambini (segue)
13/04/2019
L'Ing. Pietro Guidi Massi ci ha lasciati (segue)
13/04/2019
Monteprandone capofila nel progetto Open Fiber (segue)

San Benedetto

24/04/2019
PD:"Il 25 Aprile è la festa della Liberazione dalla dittatura nazifascista dell'Italia". (segue)
24/04/2019
"L'Ospedale dove investire è sotto gli occhi di tutti e si chiama Madonna del Soccorso". (segue)
20/04/2019
Grande partecipazione al convegno sulla violenza in famiglia, organizzato dalla LZ Investigazione (segue)
19/04/2019
First Aid One Italia avrà il servizio trasporti non prevalentemente sanitari delle Aree Vaste 3 e 5 (segue)
19/04/2019
TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE all'ISC NORD (segue)
18/04/2019
Non giriamoci dall'altra parte: Fiammetta Borsellino incontra il Liceo Classico Leopardi (segue)
17/04/2019
A scuola con la Guardia di Finanza: (segue)
17/04/2019
26° EDIZIONE DEI GIOCHI MATEMATICI (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino