Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Alternanza scuola-lavoro: ottima collaborazione con l' ITC Capriotti

San Benedetto del Tronto | Grande soddisfazione per la conclusione dello stage degli studenti dell' Istituto Tecnico presso le filiali della Banca Picena Truentina

alternanza scuola lavoro


Si è appena concluso con successo il progetto "Alternanza scuola-lavoro" che ha visto coinvolte la Banca Picena Truentina e l'Istituto Tecnico del settore Economico e Liceo Linguistico "A. Capriotti" di San Benedetto del Tronto. Nell'ultima settimana di scuola, infatti, ventisei alunni, di cui 21 alunni della classe 4A Igea e cinque della classe 4B Mercurio dell'Istituto "A. Capriotti" hanno concluso l'attività di stage iniziata nel mese di febbraio in molte filiali della Banca Picena Truentina. "Siamo contenti di aver portato avanti, anche quest'anno, questa esperienza con l'Itc Capriotti. Siamo soddisfatti di come questi ragazzi, nelle nostre filiali, - ha dichiarato il direttore della Banca Picena Truentina Gino Marini - abbiano messo in pratica ciò che studiano in maniera teorica. Anche i ragazzi sono stati davvero felici di aver affrontato questa esperienza".

 Numerosi gli obiettivi del progetto tra i quali: attuare modalità di apprendimento flessibili ed equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza in situazione di lavoro; arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di competenze spendibili nella vita e nel mercato del lavoro; favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali; realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e la società civile che promuova una cittadinanza attiva; correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio. Il progetto è stato sottoscritto da Elisa Vita dirigente scolastico dell'ITC Liceo linguistico "A. Capriotti" e promosso dalla docente Fiorella Marchei assegnataria dell'incarico di "Funzione strumentale"coadiuvata nel controllo dai professori Giancarlo Damiani e Alvaro Ciarrocchi.

 "Per il terzo anno consecutivo siamo riusciti a realizzare questa bella esperienza di 'Alternanza Scuola-lavoro' - ha commentato la dottoressa Vita - ci stiamo avvicinando sempre di più a quella che è la scuola europea. I ragazzi, grazie a questa esperienza, riescono a tradurre in pratica ciò che studiano nel corso degli anni scolastici. Mi auguro che questa esperienza possa proseguire negli anni nella maniera altrettanto proficua e produttiva come è stata precedentemente".
L'Alternanza Scuola Lavoro, lo ricordiamo, è stata introdotta dalla Legge 28 marzo 2003, n. 53 al fine di consentire la sperimentazione di percorsi didattici-formativi nuovi, collocati in una dimensione pedagogica forte che è quella dell'equivalenza formativa fra l'esperienza educativa in aula e l'esperienza educativa in ambienti di lavoro. Nella nostra, come nelle altre regioni, viene realizzata mediante progetti che le scuole presentano sulla base di convenzioni con le imprese o con le Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura o con Enti pubblici e privati disponibili.

13/06/2012





        
  



4+4=

Altri articoli di...

San Benedetto

29/05/2016
Dalla Regione Marche nuovi bandi e fondi per l’occupazione, le imprese ed i professionisti (segue)
28/05/2016
Il Liceo Fazzini-Mercantini alla Giornata della Cooperazione in Abruzzo (segue)
28/05/2016
Maria Vittoria Cocciolo vola agli Europei di Ginnastica Artistica Femminile di Berna (segue)
28/05/2016
"Diritto alla Salute tra Territorio e Ospedale" (segue)
27/05/2016
Grottammare, il Paese dei Balocchi: sfilano i personaggi di Pinocchio. (segue)
27/05/2016
San Benedetto, arrestate 3 persone in possesso di arnesi da scasso (segue)
27/05/2016
Ecco i finalisti nazionali del concorso Kid’s Talent Show (segue)
27/05/2016
Costruire – Centro Studi e Formazione firma l'accordo per il progetto Botteghe di Mestiere (segue)

Cultura e Spettacolo

28/05/2016
Mostra "Sulle tracce del Mito. Omaggio a Mauro Crocetta (segue)
28/05/2016
Il Liceo Fazzini-Mercantini alla Giornata della Cooperazione in Abruzzo (segue)
27/05/2016
Grottammare, il Paese dei Balocchi: sfilano i personaggi di Pinocchio. (segue)
27/05/2016
Ecco i finalisti nazionali del concorso Kid’s Talent Show (segue)
26/05/2016
Spiagge e fondali puliti, la Città di Grottammare partecipa ed è presente (segue)
26/05/2016
Un Castello di Birra dal 26 al 29 maggio e non solo. Ricco intrattenimento musicale (segue)
25/05/2016
Acquaviva Picena presenta il programma degli eventi estivi (segue)
25/05/2016
Giulio Dilemmi torna a Martinsicuro con le Sirene del Nilo (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus