Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Cresce la Legio Samb under14: la sconfitta contro la Samb Rugby non mette in discussione i progressi

San Benedetto del Tronto | Il settore giovanile della squadra, attivo a Pagliare, Colli e Monteprandone, sta facendo proseliti in tutta la Vallata del Tronto. Nonostante la sconfitta nel match contro i cugini, la squadra ha mostrato una crescita sia individuale che come gruppo.

Domenica 20 maggio allo stadio "F.lli Ballarin" di San Benedetto è scesa in campo l'under 14 della Legio Picena che ha affrontato i cugini della Samb rugby. La partita è stata molto sentita dai due tecnici Spinozzi e Loggi e da tutti i loro giocatori perché nell' ultimo confronto che ci è stato fra le due formazioni, l'under 14 della Samb rugby ha stravinto per 123 a 0 sui piccoli legionari. È stata una bellissima partita con i legionari, che sempre più consapevoli delle loro potenzialità e con la voglia di far loro la partita, a sorpresa sono andati in vantaggio realizzando due mete senza poi trasformarle. Le continue percussioni, i continui ricicli con tutti i sostegni che sono stati fatti dai legionari sono state la dimostrazione che non c'è più quel timore reverenziale verso i cugini sambenedettesi.

Però alla distanza sono venuti fuori i giovani della Samb, che a fine primo tempo hanno pareggiato e, nel secondo, hanno realizzato le tre mete che li hanno portati alla vittoria per 29 a 10. I piccoli legionari hanno peccato in qualche placcaggio che poi si è rilevato fondamentale per evitare la meta e sono mancati nella continuità di giocare facendo ricicli e sostegno nel gioco, come hanno fatto nel primo tempo. Il dispiacere è stato grande per la sconfitta ma i legionari sono usciti dal campo a testa alta coscienti di aver dato tutto. Il due tecnici Spinozzi e Loggi sono comunque soddisfatti perché finalmente riescono a vedere i frutti del lavoro che si è svolto durante l'anno; passare da una scofitta per 123 a 0 contro la Samb rugby di qualche mese fa, a un 29 a 10 di domenica 20 maggio significa che i ragazzi sono cresciuti sia individualmente che come collettivo. La pazienza di saper aspettare e continuare a lavorare con la stessa gioia e voglia che hanno fatto si che si sia arrivati a questo punto in cui un gruppo molto unito ormai affronta squadre con più esperienza dei legionari alla pari. Un banco di prova sarà l'incontro di domenica 27 maggio all'Aurini di Ascoli Piceno dove i giovani legionari affronteranno l' Amatori Ascoli. Soddisfatto anche il responsabile del settore giovanile Seproni che vede un futuro sempre più pieno di lavoro ma sempre più roseo per i risultati che arriveranno.

L'attività del settore giovanile della Legio Picena Rugby è un formicaio a tutti gli effetti: dopo la già affermata e viva collaborazione con l'istituto comprensorio di Pagliare, la società si è affacciata lungo la vallata nei vari comuni dove ha riscosso un gran successo.
Nella scuola di Pagliare l'attività è stata concentrata nelle classi della scuola media "L. Vinci" dove l'impegno dell'istituto e soprattutto del tecnico Pierpaolo Spinozzi hanno saputo far partecipi una cinquantina di ragazzi i quali hanno partecipato alle attività extra curriculari fino ad arrivare ai tornei distrettuali e provinciali con due squadre un Under 14 ed una Under 12 la quale il prossimo fine maggio andrà a partecipare alla finale di Jesolo dove per la seconda volta consecutiva la scuola e la società sarà presente.
Diversa è stata la scelta per quanto riguarda la scelta per la scuola elementare di Pagliare dove non essendoci una struttura idonea per svolgere le attività di educazione fisica si è deciso di rinviare gli interventi al prossimo anno.
Altro varco creato dai tenaci Legionari è quello di Colli del Tronto dove si è aperta una collaborazione con le scuole elementari con dei passaggi nelle ore di attività motoria con una propaganda dedicata al rugby.
A Monteprandone questanno parlano di rugby dai sei ai novant'anni e più; la scuola elementare di Centobuchi ha aperto le porte della palestra ad Andrew Jepson dove centottanta cuccioli di uomo si sono divertiti e conosciuto la palla ovale.
Vista la partecipazione e l'entusiasmo dei tecnici ma soprattutto degli alunni e genitori la direzione scolastica ha deciso di far partecipare a questo programma anche le altre classi (terze, quarte e quinte elementari) ed inoltre in collaborazione con l'amministrazione comunale di organizzare un "Rugby Day" una mattinata su un campo sportivo per dimostrare ai genitori e curiosi le attività svolte in palestra.
Monteprandone si è resa partecipe anche con la scuola media "Allegretti" la quale quest'anno ha partecipato con un programma di propaganda ed ha coinvolto circa cinquecento alunni; anche questa scuola ha già deciso di far entrare il progetto "insieme in Meta" e nella fattispecie la Legio Picena la quale da settembre prossimo avrà la palestra a disposizione ed un campo in erba a Centobuchi di Monteprandone dove poter convogliare tutta l'attività.
Quest'anno il programma è riuscito a coinvolgere circa un migliaio di alunni portandone sul campo un buon quaranta per cento.
Il traguardo è quello di riuscire a confermare la stessa percentuale nei tesseramenti societari e di riuscirne a coinvolgere altrettanti il prossimo anno; in ogni caso un ottimo traguardo è stato raggiunto quello di far entrare nelle case di questi ragazzi la filosofia del rugby, gli ideali di questo sport che altro non sono che gli ideali che ogni giorno ogni essere umano deve avere ben saldi: l'avanzamento verso la meta prefissata, il superamento degli ostacoli attraverso la caparbietà e soprattutto il sostegno dei propri compagni, dei propri amici.
"La scelta della vallata è stata dettata da un'apertura al progetto rugby diversa da parte delle direzioni scolastiche della vallata e soprattutto perché Legio Picena è sinonimo di apertura, di collaborazione, di unione, infatti le varie categorie sono formate da ragazzi provenienti dai vari comuni e da varie etnie e quasto per far capire che lo sport unisce e non divide, si deve crescere ma insieme ai compagni, agli amici, agli avversari si cresce meglio" questa è la regola che il presidente Angelini e tutta la Legio porta avanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

31/05/2012





        
  



4+5=

Altri articoli di...

San Benedetto

18/12/2014
Come risolvere il degrado delle "affissioni selvagge" nella città di San Benedetto del Tronto (segue)
18/12/2014
La Notte Prima... di che cosa? (segue)
18/12/2014
Conferenza stampa GOAL LINE TECHNOLOGY (segue)
18/12/2014
Anche quest’anno Babbo Natale si “calerà” dal campanile di Sant'Antonio da Padova (segue)
18/12/2014
Per le festività controlli più serrati sulle strade (segue)
18/12/2014
L'anomalia segnalata dal Movimento 5 Stelle di San Benedetto del Tronto (segue)
17/12/2014
Da qualche giorno è attivo lo Sportello Europa a Grottammare (segue)
17/12/2014
Quanti aggettivi sono stati usati per definire Paolo Beni? (segue)

Sport

18/12/2014
Conferenza stampa GOAL LINE TECHNOLOGY (segue)
17/12/2014
Quanti aggettivi sono stati usati per definire Paolo Beni? (segue)
16/12/2014
Un’edizione memorabile del Gala della Collection Atletica Sambenedettese (segue)
14/12/2014
Tonfo Samb a Macerata! Ora la vetta è a -8. Le altre avversarie scappano. Tifosi delusi. (segue)
14/12/2014
MOLO SUD TROPPO DISTRATTO PER UN PIANE DI MONTEGIORGIO BEN ORGANIZZATO (segue)
13/12/2014
Altinier cala una doppietta e l'Ascoli vola a +5 dalla seconda. (segue)
09/12/2014
Gala della Collection Atletica Sambenedettese il 14 dicembre al Teatro Concordia (segue)
06/12/2014
PAREGGIO "TATTICO" TRA MOLO SUD E VALTESINO 1-1 (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

Lega Araba: priorità all'immigrazione

Foad Aodi
Foad Aodi racconta come i flussi migratori siano al centro delle politiche del summit.

Martina Oddi


Io e Caino