Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Rossoblù eliminati dopo i calci di rigore dal Legnago, (4-5). Arbitro protagonista del match.

San Benedetto del Tronto | I ragazzi di Palladini, dopo il goal iniziale di Correzzola, pareggiano al 90' con Di Vicino, nonostante abbiano chiuso la gara in otto. Falliscono dal dischetto Napolano e Voinea, escono comunque tra gli applausi del pubblico.

di Marco De Berardinis

Curva Samb(foto Cicchini)

SAMBENEDETTESE – LEGNAGO SALUS :  5 -4 d. c. r. (1-1)
SAMB (4-3-3): Di Vincenzo, Bordi, Nicolosi, Marini, Oretti (54’ Puglia), Mengo, Napolano, Ianni (75’ Voinea), Pazzi, Di Vicino, Cuccù. A Disposizione : Zenga, Mazzuoli, Zazzetta, Puglia, Voinea, Camilli, Donzelli. All. Ottavio Palladini
LEGNAGO (4-4-2): Pinzan, De Col, Trevisani, Guardigli, Baggio, Giacomazzi, Pigaiani (61’ Dengo), Segato, Correzzola (79’ Zerbato), França (79’ Acka), Valente. A Disposizione : Tinazzo, Dengo, Acka, Zerbato, Bedoni, Beozzo, Guerra. All. Andrea Orecchia
ARBITRO : Marco Serra di Torino. 1° Assistente: Francesco Torre di Chieti. 2° Assistente: Luigi Lanotte di Barletta.
MARCATORI : 1’ Correzzola (L.), 90’ Di Vicino (S.)
AMMONITI : 26’ Oretti (S.), 35’ Baggio (L.), 45’ Correzzola (L.), 46’ Pazzi (S.), 57’ Valente (L.), 60’ Mengo (S.), 72’ Segato (L.), 73’ Puglia (S.), 89’ Guardigli (L.).
ESPULSI :  60’ Nicolosi (S.), 66’ Valente (L.), 78’ Cuccù (S.), 83’ Puglia (S.).
NOTE : Giornata soleggiata e ventilata, quasi estiva, terreno di gioco in perfette condizioni, temperatura 24°C. Spettatori : 5.000 circa, in curva sud presenti non più di 50 tifosi veneti.  Minuti recuperati: 2’ nel 1° T., 5’ nel 2° T. Angoli: 6 a 3 per la Sambenedettese.
 
S. Benedetto del Tronto – Dopo aver battuto meritatamente anche l’Este, i rossoblù affronteranno tra poco, per la quarta fase dei play off nazionali, un’altra squadra veneta e cioè il Legnago Salus,  che nel girone C, vinto dal Venezia, è arrivato terzo, con 62 punti, chiudendo la regular season con soltanto 24 reti subite, domenica scorsa i veneti hanno espugnato il campo del Ponte San Pietro Isola, vincendo per 0-1,  con una rete del brasiliano França. Sarà un duro banco di prova per i rossoblù, il confronto odierno, contro una squadra ostica, che ha una difesa quasi imperforabile.

Ricordiamo che in caso di parità, dopo i tempi regolamentari,  si andrà direttamente ai calci di rigore, per stabilire chi passerà il turno. Ma, come dicevamo anche domenica scorsa, i rossoblù di questo finale di campionato, reduci da ben 31 risultati utili consecutivi, non temono nessuno, grazie anche al loro dodicesimo uomo in campo e cioè il pubblico, peccato per le assenze importanti dei due centrocampisti Carpani e Carteri, che saranno sostituiti rispettivamente da Ianni e Cuccù, comunque il tecnico Palladini può contare sui rientri del bomber Pazzi che ha scontato le due giornate di squalifica e di Mengo, dall’altra parte il tecnico Orecchia dovrà fare a meno degli infortunati Vezù e Friggi. Prima della gara è stato premiato con una targa ricordo l’ex difensore rossoblù Antonio Bogoni, ora dirigente del Legnago.
 
Ore 16:00, Si parte con un tifo assordante da parte dei supporters rivieraschi, curva nord “Massimo Cioffi”, completamente gremita. Calcio d’inizio battuto dalla Samb. Samb che indossa casacca bianca con inserti rossoblù e pantaloncini blù, mentre il Legnago, con casacca  arancione con bande oblique biancazzurre e pantaloncini bianchi, Samb che attacca da destra verso sinistra in questo primo tempo.
1’: Legnago subito in rete con Correzzola, lungo lancio di Giacomazzi dalla propria trequarti, per França a scavalcare il centrocampo, l’attaccante brasiliano si libera di Marini servendo Correzzola in area, questi si presenta tutto solo davanti a Di Vicino lo dribla e non ha difficoltà a batterlo per lo 0-1.
Samb stordita dal goal a freddo.
4’: tiro dal limite dell’area di Pazzi su assist di Napolano, la palla sorvola abbondantemente la traversa.
Subita la rete, la Samb stenta ad organizzarsi, colpita a freddo dal goal di Correzzola, si getta in avanti alla ricerca del pari, ma con le idee un po’ annebbiate e Legnago che si difende con ordine non disdegnando veloci ripartenze.
12’: cross dalla sinistra di Napolano, in area per Pazzi, il centravanti rossoblù arriva con un attimo di ritardo sulla sfera, sfera che si spegne sul fondo.
17’: lungo lancio dalle retrovie di Segato per Correzzola, il numero nove ospite si invola verso la porta difesa da Di Vincenzo, inseguito da Ianni e Mengo, aspetta che arrivi in suo soccorso França, gli porge la sfera ma quest’ultimo tira debolmente mandando la stessa sul fondo.
23’: segnalato un fuorigioco millimetrico a Pazzi, dal secondo assistente, su assist di Napolano, tra le vibranti proteste dello stesso Pazzi.
25’: punizione “telefonata” di Di Vicino, para senza difficoltà Pinzan.
26’: ammonito Oretti per un fallo su França.
27’: bordata dal limite dell’area di Trevisani, respinge con i pugni Di Vincenzo con qualche difficoltà.
La gara sale di intensità con i rossoblù che pigiano sull’acceleratore alla ricerca del pari, ma il Legnago non demorde, tenendo sempre sulla corda la difesa rivierasca, con i due attaccanti França e Correzzola.
31’: cross dalla sinistra di Di Vicino per la testa di Napolano ben appostato in area e sfera che termina tra le braccia di Pinzan che para senza difficoltà.
33’: Di Vicino per Napolano in area, il numero sette rossoblù costringe alla respinta bassa Pinzan, ma Mengo arriva con un attimo di ritardo per il tap in, poi libera la difesa.
35’: ammonito Baggio per un fallo su Napolano.
36’: punizione da posizione centrale di Pazzi, para Pinzan.
37’: bella girata in area di Marini, la sfera termina di poco sul fondo.
37’: segnalato un altro fuorigioco millimetrico a Pazzi dal secondo assistente.
39’: cross dalla sinistra di Napolano in area, bel colpo di testa di Cuccù che però viene smorzato da un difensore e termina debolmente tra le braccia di Pinzan.
Samb che, nei minuti finali di tempo, cinge d’assedio la porta difesa da Pinzan alla ricerca del pari, Legnago rintanato nella propria trequarti, a difesa del vantaggio.
45’: ammonito Correzzola per un fallo su Bordi.
Dopo due minuti di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per la fine del primo tempo, con la Samb che stava impostando l’ennesima azione offensiva, alla ricerca del pari. Un primo tempo chiuso sotto di una rete, contro un avversario ostico, che ha vissuto di rendita, dopo il goal lampo segnato da Correzzola, che comunque ha tenuto in ambasce la retroguardia rossoblù per la prima parte del tempo e che è calata molto nella seconda, dove ha rischiato in più di una occasione di capitolare.
Si riparte per il secondo tempo senza cambi, con i rossoblù che questa volta attaccano da sinistra verso sinistra.
Parte subito forte la Samb, cercando il goal del pari, chiudendo nella propria area il Legnago.
1’: ammonito Pazzi per fallo di mano
5’: clamoroso palo colpito da Correzzola, dopo un’azione di calcio d’angolo.
8’: cross di Ianni dalla destra, spizza la sfera Pazzi, che mette fuori causa Napolano ben appostato sul secondo palo, e l’azione sfuma.
9’: entra Puglia in luogo di Oretti.
12’: ammonito Valente.
14’: cross di Segato in area per França che non aggancia la sfera.
15’: Espulso Nicolosi, forse per aver detto una parola di troppo all’arbitro.
15’: ammonito Mengo per proteste
Dunque Samb in dieci per il resto della gara.
9’: entra Dengo in luogo di Pigaiani.
17’: Pazzi cade in area, i rossoblù chiedono a gran voce il rigore, ma l’arbitro lascia proseguire l’azione, tra le proteste del pubblico rossoblù.
19’: Correzzola in contropiede, inseguito da Mengo, fa venire i brividi a Di Vincenzo, la sfera sfiora il palo alla sua sinistra.
20’: ci prora Pazzi dal vertice sinistro dell’area ospite, la sfera sfiora l’incrocio alla destra di Pinzan.
21’: espulso anche Valente, per un fallo su Mengo, secondo giallo per lui.
Ristabilita la parità numerica, saltano i nervi a parecchi giocatori delle due squadre e l’arbitro fa fatica a controllare la gara.
25’: doppio legno colpito dagli ospiti sugli sviluppi di un calcio di punizione, con Correzzola, brividi per la difesa rivierasca.
27’: ammonito Segato.
28’: ammonito Puglia.
La gara si fa nervosa, numerosi cartellini gialli sbandierati dall’arbitro all’indirizzo dei giocatori delle due squadre, con già due espulsi, la Samb non ci sta a perdere ed attacca a testa bassa, ma il Legnago ribatte colpo su colpo.
30’: Entra Voinea per Ianni.
33’: espulso anche Cuccù, per un semplice fallo di gioco, arbitro protagonista della gara, Samb in nove uomini.
34’: entra Zerbato in luogo di Correzzola.
34’: entra Acka in luogo di França.
37’: grande intervento di Pinzan su tiro a colpo sicuro di Marini, il portiere toglie, in spaccata, letteralmente la sfera nell’angolino alla sua sinistra, si accende una mischia in area, risolta con qualche affanno dai difensori ospiti
38’: espulso anche Puglia per simulazione, era caduto in area toccato da un avversario, per doppio giallo, Samb addirittura in otto.
Arbitro protagonista, si scaldano gli animi in campo, Palladini si dirige nervosamente verso l’arbitro, ma viene fermato dai suoi collaboratori e viene espulso anche lui.
40’: espulsi Palladini e Zazzetta che si trovava in panchina, per proteste
42’: tiro dalla distanza di Di Vicino, para senza difficoltà Pinzan.
Sale l’incitamento dei supporters rossoblù.
43’: grande intervento con i piedi di Di Vincenzo su tiro ravvicinato di Segato.
44’: ammonito Guardigli
45’: GOOOL, arriva il meritato pareggio dei rossoblù, grande punizione dal limite battuta da Di Vicino, indirizzata sotto il sette, la sfera sembra intercettata da Pinzan che però non la blocca ed entra in rete nonostante un suo disperato tentativo di smanacciarla, l’arbitro non può far altro che convalidare il goal, per l’esultanza del popolo rossoblù, il “Riviera” diventa una bolgia, dopo il pari.
Samb che attacca a testa bassa alla ricerca del vantaggio, per evitare i calci di rigore, ma dopo cinque minuti di recupero, il signor Serra, decreta la fine delle ostilità, per l’1-1 finale, ora come da regolamento si andrà direttamente ai calci di rigore, per stabilire chi passerà il turno.

Dopo il sorteggio, inizia la serie dei calci di rigore, che verranno battuti sotto la curva nord “Massimo Cioffi”, batte per prima la Samb.
Parte la riconcorsa di Di Vicino, Pinzan intuisce, ma la sfera entra lo stesso in rete, 1-0
Parte Segato e segna 1-1.
Batte Voinea, ma Pinzan intuisce e para sempre 1-1.
Batte Guardigli e palla nel sette,  2-1 per il Legnago.
Batte Pazzi e rete, anche in questo caso Pinzan aveva intuito, 2-2
Batte Acka e palla fuori di nuovo parità 2-2.
Batte Napolano la palla finisce all’incrocio dei pali e termina fuori, sempre 2-2, secondo errore dei rossoblù, contro uno degli ospiti.
Batte Zerbato e palla in rete nonostante Di Vincenzo avesse intuito, 2-3 per gli ospiti.
Batte Mengo e palla in rete, 3-3.
Batte Baggio palla in rete e qualificazione del Legnago che supera i rossoblù, dopo i calci di rigore per 3-4.

Dunque i rossoblù vengono eliminati dal Legnago, dopo la lotteria dei calci di rigore, ma escono a testa alta da questa competizione, sotto gli scroscianti applausi del proprio pubblico, mentre viene salutato da una bordata di fischi il signor Serra di Torino, vero protagonista del match.

27/05/2012





        
  



4+1=

Altri articoli di...

San Benedetto

18/09/2014
A Grottammare “La Carta di Milano e il peso delle parole” (segue)
18/09/2014
"Italia e Regioni", a Grottammare il folklore nazionale. Il 19-21 settembre. (segue)
18/09/2014
La Torre dei Gualtieri di San Benedetto del Tronto (segue)
18/09/2014
Via Monte Conero, riprendono i lavori (segue)
18/09/2014
Nuovo edificio in via Abruzzi, al Comune due appartamenti per le famiglie bisognose (segue)
17/09/2014
Scuola, aperto il bando per i libri di testo (segue)
17/09/2014
Casa di appuntamento in via Ferrucci a Porto d'Ascoli (segue)
17/09/2014
Jessica Hélène Mattoni al Golden League di Ginnastica Artistica. (segue)

Sport

17/09/2014
Jessica Hélène Mattoni al Golden League di Ginnastica Artistica. (segue)
17/09/2014
Pioggia d’oro per il Master della Collection ai Campionati Regionali (segue)
15/09/2014
Pattinaggio: Argento per la Coppia Marconi-Bovara ai Nazionali di Misano (segue)
15/09/2014
Grottammare alla Regata dei Gonfaloni (segue)
14/09/2014
Lanni chiude la porta e l'Ascoli rimane in vetta. (segue)
14/09/2014
Al loro esordio al Riviera, con oltre 3000 spettatori, i rossoblu battono per 4-0 il Giulianova (segue)
12/09/2014
Domenica c’è Samb – Giulianova, chiuso viale dello Sport (segue)
12/09/2014
Pattinaggio Artistico: Kevin Bovara si laurea Campione d’Italia a Misano (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

Mobilitazione ai tempi di Internet

Con il passare degli anni la mobilitazione è mutata radicalmente di senso, cambio evidente non solo dallo spostamento delle proteste dalle piazze fisiche a quelle virtuali, ma dall'inesorabile impoverimento dei contenuti delle rivendicazioni