Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Tra sabato e domenica torna la “Notte dei Musei”

San Benedetto del Tronto | Sabato 19 e domenica 20 maggio visite guidate, laboratori per bambini e aperitivi a Palazzo Piacentini e al Museo del Mare

Nuova opera al Museo del Mare

Anche la città di San Benedetto, come ogni anno, aderirà alla "Notte europea dei musei": nella notte tra il 19 e 20 maggio 2012 i musei di tutta Europa si mostreranno nell'inusuale e seducente veste serale, arricchendo l'offerta con musica, mostre, visite guidate, degustazioni. L'evento, con il patrocinio dell'Unesco e del Consiglio d'Europa, è nato in Francia nel 2005 ed ha conquistato rapidamente l'interesse e l'adesione di migliaia di centri in tutto il Continente.

Un ulteriore elemento di valore che si aggiunge quest'anno è l'adesione della città di San Benedetto al progetto di marketing territoriale promosso dalla Regione Marche, denominato "Happy Museum", un grande contenitore culturale che, accanto a eventi ed appuntamenti ormai stabili nel tempo, racchiuderà le iniziative tematiche dei singoli musei per fidelizzare il pubblico e attirarne di nuovo.

Il programma cittadino prevede l'apertura dalle 17 alle 20 di sabato 19 maggio di palazzo Piacentini con una vista guidata prevista per le 18,30. Ricordiamo che nel palazzo è in corso una mostra storico - documentale allestita in occasione del settantesimo anniversario della morte di Beatrice (Bice) Piacentini Rinaldi.

Alle 21 e alle 23 sono in programma visite guidate anche al Museo del Mare (con partenza dal Museo della Civiltà Marinara delle Marche) che comprende il Museo Ittico "Augusto Capriotti", il Museo delle Anfore "Perotti", il Museo della Civiltà Marinara delle Marche. Dalle 19 alle 22, sempre all'interno del Museo, sono in programma laboratori grafico-pittorici e di manipolazione per i bambini. Gran finale alle 23,30 con degustazioni a base di prodotti del mare.

Ma la festa delle strutture culturali sambenedettesi proseguirà anche nella giornata di domenica 20 maggio. Si rinnova l'apertura straordinaria di Palazzo Piacentini dalle 17 alle 20 con visita guidata alle 18,30 e, alle 19,30, aperitivo sulla terrazza della storica dimora della poetessa.

Le visite guidate del Museo del mare si svolgeranno invece alle 17 e alle 18,15 mentre alle 18 i bambini potranno ascoltare racconti e fiabe di mare attraverso letture animate.

Tutti gli appuntamenti sono ovviamente ad ingresso libero. Per informazioni: Ufficio Musei (0735.794588), Museo del Mare (0735.592177 - 588850) oppure visitare i siti www.comunesbt.it o www.musei.marche.it

17/05/2012





        
  



3+3=

Altri articoli di...

San Benedetto

19/09/2014
L’Europa festeggia la cultura (segue)
19/09/2014
Quando il gioco d’azzardo diventa una patologia (segue)
19/09/2014
In Comune il nuovo comandante NORM dei Carabinieri (segue)
19/09/2014
Assemblea distrettuale Inner Wheel a San Benedetto del Tronto (segue)
19/09/2014
XXIX edizione della "Notte degli Oscar" a Bagni Andrea (segue)
18/09/2014
A Grottammare “La Carta di Milano e il peso delle parole” (segue)
18/09/2014
"Italia e Regioni", a Grottammare il folklore nazionale. Il 19-21 settembre. (segue)
18/09/2014
La Torre dei Gualtieri di San Benedetto del Tronto (segue)

Cultura e Spettacolo

19/09/2014
Innagurazione al Museo Nazionale di Buenos Aires la Mostra "Meraviglie dalle Marche II" (segue)
19/09/2014
L’Europa festeggia la cultura (segue)
19/09/2014
XXIX edizione della "Notte degli Oscar" a Bagni Andrea (segue)
18/09/2014
A Grottammare “La Carta di Milano e il peso delle parole” (segue)
18/09/2014
"Italia e Regioni", a Grottammare il folklore nazionale. Il 19-21 settembre. (segue)
18/09/2014
La Torre dei Gualtieri di San Benedetto del Tronto (segue)
17/09/2014
Festival musicale ad Ascoli Piceno (segue)
17/09/2014
Scuola, aperto il bando per i libri di testo (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

Mobilitazione ai tempi di Internet

Con il passare degli anni la mobilitazione è mutata radicalmente di senso, cambio evidente non solo dallo spostamento delle proteste dalle piazze fisiche a quelle virtuali, ma dall'inesorabile impoverimento dei contenuti delle rivendicazioni