Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Ascoli una vittoria con la tristezza nel cuore.

Ascoli Piceno | L'Ascoli continua la scia positiva e dopo la vittoria interna contro l'Albinoleffe del'ex Cristiano nella 35 giornata di serie B supera il Cittadella .Una vittoria che non da gioia a causa della morte del giocatore del Livorno Piermario Morosini.

di Pietro Mazzocchi

Ascoli(archivio)

L'Ascoli continua la scia  positiva e dopo la vittoria interna contro l'Albinoleffe del'ex Cristiano nella 35 giornata di serie B supera il Cittadella . Il 3-1 finale per la compagine Bianconera permette alla formazione allenata da Mr Silva di superare Vicenza ed Empoli e  per la prima volta sale al sestultimo posto in classifica fuori dalla zona play-out.  Una vittoria che non da gioia a causa della morte del giocatore del Livorno Piermario Morosini, durante Pescara-Livorno. Il centrocampista del Livorno crolla a terra al 31': ambulanza in campo dopo ripetuto massaggio cardiaco. Sospesi tutti i campionati di calcio, un minuto di silenzio nel weekend di tutto il resto dello sport.

Mister Silva  ritrova Peccarisi e Papa Waigo che  rientrano dal turno di squalifica, mentre sono indisponibili Di Donato, infortunato e squalificato, Gerardi e Vitiello. Recupera Parfait, che in settimana ha avuto qualche problema fisico. Mister Foscarini deve fare a meno dello squalificato Martinelli.

La prima frazione si apre con un Ascoli concentrato e ben disposto il gioco e con un  buon ritmo, ma non ci sono molte occasioni da rete. La prima occasione da gol e del Cittadella al 7 con Di Roberto ma il sinistro esce di pochissimo. Il  Cittadella ci crede e ha una nuova occasione ancora con  Di Roberto ma  Guarna  dice di no all'attaccante campano. Al  40 l’Ascoli si porta in vantaggio. Con  Papa Waigo. Il 12° gol stagionale . Il primo tempo finisce qui con l'Ascoli in vantaggio 1-0 al "Tombolato" di Cittadella.

La ripresa si apre con un Cittadella battagliero e carico alla ricerca del pareggio. La gara scorre senza grandi emozioni fino al 54' quando l’Ascoli trova il raddoppio con  Andrea Soncin, bravo ad infilare Cordaz con un secco diagonale. Passano 5 minuti e L’Ascoli triplica con  Parfait con un gol incredibile. La prima di destro si stampa sulla traversa poi colpisce il palo e la palla ritorna sui piedi di Parfait , con il sinistro non lascia scampo ad un incolpevole Cordaz. LA compagine bianconera concede spazi e il Cittadella ne approfitta e al minuto 69 accorcia le distanze con l'attaccante Di Nardo. I veneti ci credono e provano  a giungere al gol ma nonostante  i 5 minuti di recupero termina con la vittoria dell'Ascoli per 3-1 il Cittadella. Prossimo appuntamento per i bianconeri sabato 21 aprile, quando al "Del Duca" arriverà il temibile Brescia.

CITTADELLA: Cordaz; Ciancio, Marchesan(80' De Vito), Pellizzer, Scardina; Vitofrancesco(55' Carra), Busellato(74' Schiavon), Paolucci; Di Nardo, Di Carmine, Di Roberto. A disp.: Pierobon, Gorini, Job, Bellazzini. All.: Foscarini.

ASCOLI: Guarna; Scalise, Andelkovic, Peccarisi, Faisca, Pasqualini(89' Ilari); Sbaffo, Pederzoli, Parfait(73' Tomi); P. Waigo, Soncin(76' Falconieri). A disp.: Maurantonio, Giovannini, Ciofani, Romeo. All.: Silva.

ARBITRO: Gallione di Alessandria.

RETE: 41' P. Waigo, 54' Soncin, 59' Parfait, 69' Di Nardo

NOTE: Ammonito Pellizzer(C), Busellato(C), Paolucci(C). Rec.: 0'pt, 5'st

Commenti:

Massimo Silva: "Fino ad ora abbiamo fatto cose straordinarie e il merito della nostra rimonta per la salvezza è dei miei ragazzi. Anche oggi una grande prestazione a Cittadella, nonostante le importanti assenze di Di Donato e Gerardi. Un successo di prestigio su un campo difficile. Mi è piaciuto l'atteggiamento della squadra soprattutto dopo il vantaggio nel secondo tempo, quando abbiamo cercato di chiudere la gara senza chiuderci in difesa. Purtroppo non siamo ancora salvi e non dobbiamo assolutamente mollare nel decisivo sprint finale. Ma se continuiamo così sono molto fiducioso per il futuro".

14/04/2012





        
  



2+3=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

24/07/2016
3 Arresti dei Carabinieri nell’Ascolano (segue)
23/07/2016
Il Battistero di Ascoli Piceno tra arte, storia e simbologia (segue)
23/07/2016
Arresto di tre marocchini per rissa aggravata e detenzione di arma da taglio (segue)
23/07/2016
Accurati servizi anti-prostituzione della Polizia nelle province di Ascoli e Fermo (segue)
22/07/2016
ABROS: a settembre il convegno annuale interamente dedicato al mondo fitoterapico (segue)
21/07/2016
All'Americo torna il cabaret (segue)
21/07/2016
Agricoltura: lettera aperta dell'assessore regionale Pepe sull'utilizzo dei prodotti agroalimentari (segue)
21/07/2016
Marche: e-commerce decolla grazie a export, logistica e marketplace (segue)

Sport

18/07/2016
Federico Gaio vince la San Benedetto Tennis Cup (segue)
17/07/2016
Giornata amara per la Happy Car Samb beach soccer, Viareggio passa 4/3 (segue)
17/07/2016
Beatrice Fausti della Roller Green sul tetto d'Italia (segue)
17/07/2016
San Benedetto Tennis Cup: Gaio unico italiano rimasto (segue)
16/07/2016
La Samb si fa beffare dalla Lazio che vince ai rigori (segue)
15/07/2016
Ancora un successo per la CrossFit San Benedetto del Tronto (segue)
15/07/2016
San Benedetto è la casa del beach soccer italiano (segue)
15/07/2016
San Benedetto Tennis Cup: Napolitano si conferma (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus


Io e Caino