Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

I luoghi della Memoria, Grottammare è parte del progetto nazionale

Grottammare | Tre monumenti grottammaresi sono stati inseriti nella mappatura nazionale dei luoghi importanti per la memoria collettiva storica e culturale del Risorgimento italiano.

di Alfonsi Valentina

La lapide commemorativa di Palazzo Laureati

«È evidente che in un Paese con una geografia e una storia così strettamente interrelate, i luoghi e la loro specificità culturale politica e istituzionale, hanno un peso specifico ineludibile: perché non si proceda a una rassegna di iniziative locali senza criterio, sarà opportuno procedere con una mappatura che incroci l'importanza relativa di ciascun luogo nel processo di unificazione nazionale e i vari periodi in cui questo incrocio si è rivelato più fecondo. Torino, Milano, Napoli, Genova, Venezia, Palermo, Firenze, Bologna, Roma - ma naturalmente molti altri luoghi»: con queste parole il Comitato dei Garanti per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia presenta il progetto "I luoghi della Memoria".

I luoghi sono stati individuati sulla base di parametri specifici (stato di conservazione, rilevanza storica e artistica, rarità e dislocazione territoriale) e saranno ora inseriti in un processo di restauro e valorizzazione urbanistica anche attraverso l'uso di una nuova segnaletica ufficiale.

Grottammare ha da poco avuto conferma dell'accettazione dei propri "luoghi della memoria" nel progetto nazionale: si tratta della lapide commemorativa di Palazzo Laureati, del Busto di Garibaldi attualmente collocato nella sede municipale e del Monumento all'Unità d'Italia di Vito Pardo posto nei giardini della Pineta Ricciotti.

La lapide di Palazzo Laureati ricorda l'incontro tra Vittorio Emanuele II, ospite appunto del marchese Mario Laureati, e una delegazione di notabili napoletani, composta tra gli altri da Luigi Settembrini e Ruggero Bonghi, che, preoccupati dalla forma di governo di stampo mazziniano-repubblicano che stava prendendo corpo nel loro territorio, decisero appunto di appellarsi al re e legittimarlo a procedere verso sud. L'incontro è al centro delle celebrazioni grottammaresi per il centocinquantenario e sarà approfondito in occasione del convegno che si terrà al Kursaal sabato 4 e domenica 5 giugno.

Il Busto di Giuseppe Garibaldi è un'opera in bronzo di Vito Pardo inaugurata in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dell'Unità d'Italia nel 1911 a ricordo del passaggio a Grottammare di Garibaldi, che il 23 gennaio 1849 sostò presso la dimora della famiglia Salvadori. Dal 12 ottobre 2007, bicentenario della nascita di Garibaldi, è collocato a Palazzo Ravenna, sede del Municipio.

Anche il Monumento all'Unità d'Italia della Pineta Ricciotti è stato realizzato da Pardo per le celebrazioni del 1911: la scultura, in marmo e bronzo, rappresenta la nascita della nuova Italia e la devozione del popolo partenopeo, in riferimento all'incontro tra Vittorio Emanuele e la delegazione del Regno di Napoli.

17/05/2011





        
  



2+2=
Palazzo Laureati
150° anniversario dell'Unità d'Italia

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

San Benedetto

12/10/2022
Studenti omaggiano il Milite Ignoto (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji