Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

La festa della Madonna della Marina

San Benedetto del Tronto | La festa che unisce il popolo rinnova la passione civile e religiosa di San Benedetto.

di Martina Oddi

Giulietta Capriotti

Dal 21 al 25 luglio presso l'area portuale - con base nelle banchine Malfizia e Madonna di San Giovanni - la città celebrerà la Madonna della Marina nella festa religiosa più sentita dal popolo di San Benedetto.

Festa gestita con passione dal Presidente del Consiglio Giulietta Capriotti, che con il vice Sindaco Antimo Di Francesco, ha voluto che tutto funzionasse per il meglio.Una tradizione di passione e partecipazione che ha lasciato il segno nella memoria collettiva, che l'Amministrazione Comunale con il sostegno degli sponsor cerca di eguagliare senza badare a spese.

Il porto illuminato dalle luci, gli attori della Ribalta Picena con le scenette in vernacolo e i figuranti alla presa con la raffigurazione degli antichi mestieri, gli stand con le bontà del mare sono le chicche profane di quella che è la festa religiosa più amata da turisti e cittadini, che affollano le celebrazioni della Santa Messa del sabato e della domenica - quest'anno nella riscoperta location della banchina Malfizia - accompagnano numerosi il quadro della Madonna lungo la Pellegrinatio Mariae - in giro per la città dal 15 al 21 luglio - partecipano al Rosario del venerdì e seguono con devozione le processioni di mare e di terra.

La festa si tinge di verde e con la collaborazione di Picena Ambiente sarà un' eco - festa a rifiuti zero, oltre a promuove la passione dei cittadini con il premio Balconi fioriti e a ricoprire di fiori il Monumento ai caduti in mare. Devozione religiosa e spirito di comunione del popolo sono la manifestazione della stessa fede, come dice Don Armando Moriconi, e allora lo spirito in preghiera si rallegra anche con la musica di Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana - il 21 luglio alle 21.30 - i Camaleonti - il 23 luglio, 21.00 - Cover Band di Vasco Rossi - il 24 alle 21.00 . E poi la comicità di Gennaro Calabrese - il 25 alle 21.30 - gare di briscola, tombola, lotteria, satira popolare e delizie enogastronomiche.

Le luci si spegneranno in mare dopo i fuochi d'artificio alla mezzanotte del 25 luglio, come vuole la tradizione cara ai sambenedettesi e ai tanti visitatori, che ogni anno non vogliono perdersi l'emozione dei giochi di luce che esplodono sullo specchio del mare.

15/07/2010





        
  



4+4=
Le autorità presentano la festa della Madonna della Marina

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

24/07/2014
Catena Fiorello a Bagni La Conchiglia (segue)
24/07/2014
XII FESTIVALISZT – Grottammare - 17-27 agosto (segue)
24/07/2014
Giovedì 24 luglio torna Pianeta Oltremarte. Ospiti Confini di Danza e Montefiore dell'Aso (segue)
24/07/2014
Eurochocolate 2014 presenta Masterchoc! "Non faremo torte a nessuno!" (segue)
24/07/2014
L'Area Marina Protetta Torre del Cerrano alla notte bianca Sport e Ambiente organizzata dal comune (segue)
24/07/2014
E' stabilita per il 25 luglio la premiazione dei vincitori al concorso "La Pietraia e i Poeti" (segue)
23/07/2014
“Il caro pesca” la mostra fotografica di Alberto Cicchini (segue)
22/07/2014
Si è conclusa la 28° edizione della Ragnoliade (segue)

San Benedetto

24/07/2014
Catena Fiorello a Bagni La Conchiglia (segue)
24/07/2014
XII FESTIVALISZT – Grottammare - 17-27 agosto (segue)
24/07/2014
Giovedì 24 luglio torna Pianeta Oltremarte. Ospiti Confini di Danza e Montefiore dell'Aso (segue)
24/07/2014
E' stabilita per il 25 luglio la premiazione dei vincitori al concorso "La Pietraia e i Poeti" (segue)
23/07/2014
Si mobilitano i genitori dei ragazzi autistici di tutta Italia (segue)
23/07/2014
Piano di zona S. Pio X, ultimo passaggio in Provincia (segue)
23/07/2014
“Il caro pesca” la mostra fotografica di Alberto Cicchini (segue)
22/07/2014
Si è conclusa la 28° edizione della Ragnoliade (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

Aria nuova

Barack Obama
Il mondo si prepara al cambiamento, tra resistenze e nuove scelte.

Martina Oddi