Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

La festa della Madonna della Marina

San Benedetto del Tronto | La festa che unisce il popolo rinnova la passione civile e religiosa di San Benedetto.

di Martina Oddi

Giulietta Capriotti

Dal 21 al 25 luglio presso l'area portuale - con base nelle banchine Malfizia e Madonna di San Giovanni - la città celebrerà la Madonna della Marina nella festa religiosa più sentita dal popolo di San Benedetto.

Festa gestita con passione dal Presidente del Consiglio Giulietta Capriotti, che con il vice Sindaco Antimo Di Francesco, ha voluto che tutto funzionasse per il meglio.Una tradizione di passione e partecipazione che ha lasciato il segno nella memoria collettiva, che l'Amministrazione Comunale con il sostegno degli sponsor cerca di eguagliare senza badare a spese.

Il porto illuminato dalle luci, gli attori della Ribalta Picena con le scenette in vernacolo e i figuranti alla presa con la raffigurazione degli antichi mestieri, gli stand con le bontà del mare sono le chicche profane di quella che è la festa religiosa più amata da turisti e cittadini, che affollano le celebrazioni della Santa Messa del sabato e della domenica - quest'anno nella riscoperta location della banchina Malfizia - accompagnano numerosi il quadro della Madonna lungo la Pellegrinatio Mariae - in giro per la città dal 15 al 21 luglio - partecipano al Rosario del venerdì e seguono con devozione le processioni di mare e di terra.

La festa si tinge di verde e con la collaborazione di Picena Ambiente sarà un' eco - festa a rifiuti zero, oltre a promuove la passione dei cittadini con il premio Balconi fioriti e a ricoprire di fiori il Monumento ai caduti in mare. Devozione religiosa e spirito di comunione del popolo sono la manifestazione della stessa fede, come dice Don Armando Moriconi, e allora lo spirito in preghiera si rallegra anche con la musica di Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana - il 21 luglio alle 21.30 - i Camaleonti - il 23 luglio, 21.00 - Cover Band di Vasco Rossi - il 24 alle 21.00 . E poi la comicità di Gennaro Calabrese - il 25 alle 21.30 - gare di briscola, tombola, lotteria, satira popolare e delizie enogastronomiche.

Le luci si spegneranno in mare dopo i fuochi d'artificio alla mezzanotte del 25 luglio, come vuole la tradizione cara ai sambenedettesi e ai tanti visitatori, che ogni anno non vogliono perdersi l'emozione dei giochi di luce che esplodono sullo specchio del mare.

15/07/2010





        
  



5+1=
Le autorità presentano la festa della Madonna della Marina

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

29/04/2016
Il ponte di Cecco ad Ascoli Piceno tra storia e leggenda (segue)
29/04/2016
Sabato 30 Aprile, la Seconda Edizione di #Pulisciecorri (segue)
29/04/2016
"Aspettando la Mille Miglia", il 1 Maggio, in Piazza Giorgini (segue)
28/04/2016
Ultimo appuntamento con il 4° Festival del Baccalà e dello Stoccafisso organizzato dalla Pro Loco (segue)
28/04/2016
Davide Rondoni a San Benedetto all'Hotel progresso Sabato ore 18 (segue)
26/04/2016
“Val Vibrata College Corropoli” - Liceo Scientifico “G.D’Annunzio” (segue)
26/04/2016
“Italian Internet Day” a Grottammare (segue)
26/04/2016
Flavio Santi a Grottammare (segue)

San Benedetto

29/04/2016
CNS, presentato il calendario 2016: si parte con il “Trofeo Trolling Tournament" (segue)
29/04/2016
Sabato 30 Aprile, la Seconda Edizione di #Pulisciecorri (segue)
29/04/2016
"Aspettando la Mille Miglia", il 1 Maggio, in Piazza Giorgini (segue)
28/04/2016
Il Sindaco firma l’ordinanza, dal 7 maggio vigilanza privata dinanzi ai locali notturni (segue)
28/04/2016
“Anziani e la solitudine alimentare”, se ne parla a San Benedetto (segue)
28/04/2016
Davide Rondoni a San Benedetto all'Hotel progresso Sabato ore 18 (segue)
28/04/2016
In Biblioteca Comunale il primo “Baby Pit Stop Unicef” regionale (segue)
28/04/2016
Soggiorni termali per la Terza e Quarta Età (segue)

Castelbellino night jazz

Una serata con il grande jazz

Andrea Carnevali

IL VALORE DELLA FIABA POPOLARE

I bambini son più convinti degli adulti dell'importanza delle fiabe popolari. Essere adulti,infatti,significa spesso,essere adulterati da spiegazioni razionali e sottovalutare gli aspetti infantili che si ritrovano nelle fiabe.

Antonio De Signoribus