Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Laboratorio musicale: le maestre a scuola di musica

Ascoli Piceno | Lo scopo è fornire alle partecipanti un efficace strumento didattico attraverso il quale esercitare un'azione formativa qualificata

Prosegue l’attività del Laboratorio Musicale promosso dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione presso le scuole dell’Infanzia e le scuole Primarie della città. Oltre all’attività didattica rivolta agli alunni, il Laboratorio Musicale prevede un corso di aggiornamento di educazione al suono e alla musica per le insegnanti che ha lo scopo di fornire alle partecipanti un efficace strumento didattico attraverso il quale esercitare una azione formativa qualificata.

Il corso prevede un confronto e una riflessione sulle esperienze personali dei corsisti, seguito da un momento in cui riportare le difficoltà riscontrate nell’applicazione delle metodologie utilizzate. Dalle risultanze del confronto vengono proposte linee didattiche per consolidare la capacità di formulare progetti didattici con finalità e obiettivi che mirano a fornire agli alunni una formazione musicale di base qualificata attraverso l’apprendimento delle regole basilari della teoria musicale abbinate alla pratica corale e strumentale.

Il corso è tenuto dal direttore della Scuola di Musica Centro Studi Musica Moderna Acli Unasp M° Emidio Cecchini (teoria musicale e pratica strumentale) coadiuvato dai docenti del Centro Tania Marchetti (canto), Andrea Maurizi (ritmo e percussioni), Olimpia Greco (propedeutica musicale), Alessia Bedini (suono e movimento) e Luca Cecchini (tecnologie informatico – musicali).
I docenti illustreranno alle corsiste piste di lavoro da applicare in classe in modo da metterle in condizione di aumentare la propria capacità di incidenza nella formazione musicale del bambino attraverso programmi didattici completi finalizzati ad una corretta formazione musicale degli alunni. “Questo secondo aspetto del laboratorio musicale – dice l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Gianni Silvestri – ha da un lato l’obiettivo di integrare le lezioni di musica che gli esperti del Centro Studi Musica Moderna svolgono nelle classi aderenti al progetto al fine di potenziare l’offerta musicale per i bambini e dall’altro quello di aggiornare e ampliare le cognizioni musicali delle insegnanti di educazione al suono e alla musica, il tutto per fornire un efficace strumento didattico in linea con i nuovi programmi ministeriali”.

“Questo secondo modulo del Laboratorio Musicale – spiega il M° Emidio Cecchini, Presidente del Centro Studi Musica Moderna – è fondamentale per l’ insegnamento della materia musicale perché mira a dotare le insegnanti degli strumenti necessari per fare pratica strumentale interpretando le direttive del comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica istituito nei mesi scorsi dal Ministro Fioroni”.

06/04/2007





        
  



3+1=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji