Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Moretti, numero 1 della F&G San Giorgio calcio a 5

Porto San Giorgio | Il buon momento della squadra passa anche per merito delle sue parate

di Paolo Gaudenzi

Di nuovo in marcia. Soffrendo, faticando, ma comunque…vincendo! La stagione dell’F&G San Giorgio Calcio a 5 (ora al quarto posto nel girone B di serie A2), segnata fino ad ora da troppi alti e bassi, riprende la sua marcia con la vittoria al Palasavelli di misura sulla Maran Credit Spoleto, al termine di una gara proibita per chi soffre di cuore.

Formazione ostica per tradizione (strenui duelli negli scorsi tornei di B), lo Spoleto ha condotto tre quarti di gara prima di venire spiazzata dal “ciclone Serginho” e poi fermata dal glaciale portiere nerazzurro Diego Moretti, splendido protagonista dell’incontro con i suoi interventi decisivi a salvare il risultato (rigore parato a Tomassoni su tutti).

“Quando si vince si sta sempre bene – afferma il numero uno del San Giorgio, nato l’8-9-1982 –; però siamo troppo discontinui. Possiamo fare la differenza solo se diamo continuità alla nostra azione. Solo vincendo 3-4 gare di fila, altrimenti si resta sempre li”.

Tanti anni nella dorica per il portierone: fino ai 18 anni col Montesicuro Calcio a 5 (poi diventato Daewoo Team) dove s’è formato come portiere, fino al passaggio alla Giampaoli (anno 2000), poi il passaggio a Porto San Giorgio in estate, dopo la fusione della vecchia Brandoni Ancona e la Sangiorgese Calcio a 5.

“Sto molto bene qui; ho un rapporto molto buono con l’ambiente e col gruppo. Mi piace la società per le sue ambizioni, quindi sono in un posto ideale per lavorare”. Sabato scorso il duello a distanza col funambolico e caliente Kuromoto. Due caratteri completamente diversi, due modi di stare in campo decisamente opposti. “Ho conosciuto Kuromoto in passato e oltre che ad essere giovane, è molto bravo. Quanto a me, cerco sempre di esprimermi al meglio; quanto al rigore, ho battezzato un angolo ed è andata bene. Per il resto, il trucco di ogni portiere è quello di cercare di stare in piedi più possibile, evitando di abboccare alle finte dell’avversario che ti arriva davanti. Altrimenti sei fregato”. Bravo Diego, autentico baluardo a difesa del risultato, “maturato grazie a Serginho che ha fatto la differenza realizzando in due minuti i gol che ci hanno portato in vantaggio”.

Ora per l’F&G l’ostico turno in trasferta a Chieti, formazione uscita rafforzata dal recente mercato novembrino e reduce dal blitz di Benevento.

22/11/2006





        
  



5+2=

Altri articoli di...

Sport

13/04/2011
Ginnastica: al Palasavelli una gara internazionale in vista dei mondiali (segue)
08/04/2011
Tutto pronto per la corsa “Donna Rosa” (segue)
02/04/2011
Il Festival degli scacchi torna a P.S.Giorgio per 5 anni (segue)
13/10/2010
Parco dello Sport, domenica il taglio del nastro (segue)
29/07/2010
La U.S. Fermana parte in ritiro (segue)
27/07/2010
Altri tre innesti per la U.S.Fermana (segue)
26/07/2010
Nuovi acquisti per la U.S.Fermana (segue)
26/07/2010
U.S. Fermana : il nuovo allenatore è Giovanni Cornacchini‏ (segue)

Fermo

06/04/2007
An: "Vinceremo al primo turno" (segue)
06/04/2007
Fermana: festa insieme al Comune per la Promozione (segue)
06/04/2007
Concerto di Pasqua con il Trio Sabin (segue)
06/04/2007
Blitz del Corpo forestale: sequestrato anche il canile di Capodarco (segue)
06/04/2007
Parte il dizionario della cucina marchigiana (segue)
06/04/2007
Basket: l'Elsamec si rovina la festa (segue)
06/04/2007
Acquista la casa all'asta e la proprietaria si vendica avvelenandole le piante (segue)
05/04/2007
Due arresti per le rapine alle tabaccherie: ma i due sono già in carcere (segue)

Le strade musicali dell'Ebraismo nel compendio cinematografico di David Krakauer

David Krakauer "The Big Picture"

Paolo De Bernardin

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino