Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

“La Pesca nel Piatto”

Ascoli Piceno | Passata la prima fase del Concorso, le qualificazioni, sfida finale l’11 settembre.

Si ‘scaldano i fornelli’, invece che i motori, per la gara gastronomica di fine estate promossa dal Gal Piceno insieme alla Federazione italiana cuochi della Provincia di Ascoli Piceno, lo Slow food – Condotta dei Porti, e l’Associazione Valdaso. Il Concorso eno-gastronomico, intitolato “Le  Pesche della Valle dell'Aso in cucina ”, volto alla promozione della visibilità dei prodotti agricolo-colturali del Piceno, ha visto celebrare la sua prima fase il giorno 4 settembre scorso, al Ristorante “Del Monte” di Valmir di Petritoli.

La “sfida” era articolata in due momenti, a pranzo e a cena: due momenti in cui si sono avvicendati due menù composti di quattro portate ciascuno, un antipasto, un primo, un secondo e un dessert. Questi i ristoranti partecipanti, con le ricette e gli abbinamenti: Country House Chiaraluce di Massignano, con la ricetta “Capocollo al profumo di Pesca”, ad opera della chef Roberta Lazzarini, con un vino Pecorino “Podere Colle Vecchio”  del 2005 della cantina Cocci Grifoni di Ripatransone; Ristorante “I Piceni” di Ortezzano, cuoco Giampiero Giammarini, con un “Caldo-Freddo di pesche con Zabaione al Vino Cotto”, abbinato ad un Vino cotto Assemblaggio di varie annate della Az. Agr. Catalini di Ortezzano; Hotel “Villa Picena” di Colli del Tronto con il cuoco Luca Gabrielli, che ha proposto una “Insalata di Faraona Arrostita, Pesche, Pinoli e Cialda Croccante” abbinata ad un Vino “Le Solagne” 2004 della Az. Agr. Dezi di Servigliano; Ristorante “La Meridiana” di Moresco, la cui cuoca Maria Lucia De Filippis ha proposto “il Coniglio alla Scoppogna” abbinato ad un “Fiorano” 2005 della Az. agricola Fiorano di Cossignano; Ristorante “Le Bruc” di Porto San Giorgio, con due ricette: una, proposta dal cuoco Roberto Nardoni, la “Chitarrina al Granchio con Pesca aromatizzata al Timo”, abbinata ad un vino Passerina “Donna Bianca” dell’azienda agricola La Fontursia di Ripatransone; l’altra, del cuoco Paolo Piunti, erano dei “Bocconcini di Rana Pescatrice con Pesca Caramellata” abbinato ad un “Crivellino” 2004 sempre dell’azienda Fontursia di Ripatransone; e poi l’ Hotel “La Ginestra” di Montelparo, con il “ Girello di Vitellone Marinato alle Pesche” ad opera del cuoco Camillo Mostardi, abbinato a un vino “Kiara” 2004  della Az. San Giovanni di Offida; il Ristorante Pizzeria “Mamma Rosa” di Ortezzano, con il cuoco Marcello D’Erasmo, con “Ortensia”, una fresca pizza alle pesche, abbinata a un “Sibilla” 2001 dell’azienda Le Caniette di Ripatransone; infine, l’Osteria “Ophis” di Offida, con il cuoco Daniele Maurizi Citeroni, con il piatto “Cuori di Ricotta e Pesca della Valdaso al Pesto di Rucola” abbinato al vino “Le Merlettaie” Offida 2005 dell’Azienda Agricola Ciù Ciù di Offida. 

La giuria era composta da Carlo Cambi, presidente, e dai giurati Stefano Isidori dell’Associazione Italiana Sommelier, Ugo Pazzi di Slow Food – Condotta dei Porti, Alessandro Pazzaglia della Federazione Cuochi, Guido Bassotti della Associazione Ristoratori del Fermano.

Con motivazioni ben articolate e basate sull’originalità della preparazione, nonché sugli accostamenti di sapori e sugli abbinamenti con il vino, la giuria ha ammesso alla serata finale del concorso quattro finalisti: “I Piceni”, “Hotel Villa Picena”, “La Meridiana”, e “Le Bruc” con la ricetta “Chitarrina al Granchio”.

Ma c’è una sorpresa: il menu della finale avrà due primi piatti invece che uno. Infatti, anche il ristorante “Ophis” presenterà la sua ricetta, pur se fuori concorso, in quanto essa, pur non avendo una sufficientemente elaborata preparazione tecnica, merita comunque, a parere dei giurati, di essere riproposta e degustata durante la serata di gala.

“Vorremmo ringraziare tutti i partecipanti per le ricette da loro proposte e per il grande impegno profuso nella creazione e nella preparazione dei piatti;” dichiara il Presidente del Gal Piceno Vincenzo Curi, “il prestigio delle strutture di ristorazione concorrenti e l’alta qualità dei piatti elaborati contribuisce a dare risonanza, nel territorio, a questa nostra iniziativa: un’idea innovativa sia nella formula del concorso, che ‘porta alla ribalta’ un prodotto-chiave della nostra economia di area, sia nella visione di voler accomunare insieme gastronomia e vino della nostra terra”.

La serata di gala finale avrà luogo il prossimo lunedì 11 Settembre, sempre presso il Ristorante “Del Monte” di Valmir di Petritoli. 

07/09/2006





        
  



5+4=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji