Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Veglia di preghiera per i lavoratori

Ascoli Piceno | Organizzata dalla Diocesi in preparazione della ricorrenza del 1° maggio.

Si svolgerà venerdì 28 aprile, alle ore 21, nel Duomo di Ascoli Piceno una veglia di preghiera per i lavoratori in preparazione alla festa del I maggio.

E’ il terzo anno che la Diocesi di Ascoli, attraverso il suo Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro, organizza un momento di preghiera per aiutare tutti i lavoratori a comprendere il valore cristiano dell’attività lavorativa e ad armonizzarlo con il giusto tempo del riposo e della festa: il tema conduttore della veglia (Lavoro e Festa) si riaggancia infatti a uno degli ambiti che la Chiesa italiana ha scelto per il prossimo grande Convegno che si svolgerà a Verona dal 16 al 20 ottobre 2006 e trova l’eco nelle parole di Papa Benedetto XVI:

“Il lavoro riveste primaria importanza per la realizzazione dell’uomo e per lo sviluppo della società, e per questo occorre che esso sia sempre organizzato e svolto nel pieno rispetto dell’umana dignità e al servizio del bene comune. Al tempo stesso, è indispensabile che l’uomo non si lasci asservire dal lavoro, che non lo idolatri, pretendendo di trovare in esso il senso ultimo e definitivo della vita. ‘Ricordati del giorno di sabato per santificarlo: sei giorni faticherai e farai ogni lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio’ (Es 20, 8-9). Il sabato è giorno santificato, cioè consacrato a Dio, in cui l’uomo comprende meglio il senso della sua esistenza ed anche dell’attività lavorativa. Si può, pertanto, affermare che l’insegnamento biblico sul lavoro trova il suo coronamento nel comandamento del riposo (...).

L’attività lavorativa deve servire al vero bene dell’umanità, permettendo ‘all’uomo come singolo o come membro della società di coltivare e di attuare la sua integrale vocazione’ (Gaudium et spes, 35). Perché ciò avvenga non basta la pur necessaria qualificazione tecnica e professionale; non è sufficiente nemmeno la creazione di un ordine sociale giusto e attento al bene di tutti. Occorre vivere una spiritualità che aiuti i credenti a santificarsi attraverso il proprio lavoro...” (Omelia nella solennità di S.Giuseppe, 19 marzo 2006).

Alla veglia sarà presente anche don Dino Ramaccioni, parroco della parrocchia di Cristo Redentore a Porto Recanati, già direttore regionale dell’Ufficio per la Pastorale sociale e del lavoro e attuale assistente regionale delle ACLI. Oltre a momenti di preghiera e riflessioni ci saranno anche testimonianze di alcuni lavoratori su come cercano di vivere da cristiani nel loro lavoro.

27/04/2006





        
  



5+5=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

30/10/2019
Paese Alto, approvata la Ztl (segue)
30/10/2019
I ponti dell'A14 rimangono sequestrati, Piunti scrive alla procura di Avellino (segue)
27/10/2019
"Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!" (segue)
15/10/2019
Emesso un DASPO nei confronti di ultras ascolano in occasione dell'incontro Ascoli Calcio-Pescara. (segue)
15/10/2019
Fermato un pregiudicato di 44 anni residente a Martinsicuro (segue)
12/10/2019
Controlli a tappeto della Polizia Stradale su alcool, droga e irregolarità dei mezzi pesanti (segue)
24/09/2019
IL VESCOVO, MONS. GIOVANNI D'ERCOLE, OFFICIA LA SANTA MESSA IN ONORE DI SAN MATTEO (segue)
16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)

Ascoli Piceno

12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
04/11/2019
Luca Orsini, il cantautore con il basso (segue)
01/11/2019
Santa Maria della Rocca: una sorpresa che ogni volta si rinnova (segue)
27/10/2019
Il Colli perde la gara con molti rimpianti. (segue)
15/10/2019
Allena la tua mente! Generali dà il via ai corsi di scacchi per le famiglie (segue)
15/10/2019
Emesso un DASPO nei confronti di ultras ascolano in occasione dell'incontro Ascoli Calcio-Pescara. (segue)
29/09/2019
Per il Colli era importante vincere e così è stato nel nuovo campionato d'eccellenza. (segue)
24/09/2019
IL VESCOVO, MONS. GIOVANNI D'ERCOLE, OFFICIA LA SANTA MESSA IN ONORE DI SAN MATTEO (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji