Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

L´Ascoli Basket regala i due punti al P. S. Giorgio

Ascoli Piceno | Dopo un dominio assoluto, i ragazzi di Caponi hanno ceduto sul finale.


P. S. GIORGIO - ASCOLI: 67-66
Campionato Italiano Serie C2 Maschile
P. S. GIORGIO: Rossi, Marcozzi, Quondamatteo 14, Giusti 16, Pancotto, Fond 12, Astelli, Ripa 3, Del Buono 17, Cisse. All. Perini.
ASCOLI: Perdue 25, Di Silvestro, Montaguti 9, Mattei, Sacripanti 12, Speranza 9, Koldeengard 4, Pizzingrilli 2, Rossoli 16. All. Caponi.
ARBITRI: Montemezzo di Matelica e Zamboni di Macerata.
NOTE: parziali 16-21; 13-18; 20-11; 18-16.


Solo un Ascoli Basket già in clima natalizio ed in vena di grandi doni poteva regalare una gara così ad un P. S. Giorgio assolutamente in difficoltà per almeno 38 minuti di gara. È stata pura follia collettiva quella degli Ascolani che nei 2 minuti finali di gara hanno dilapidato un vantaggio di 10 punti facendosi sorpassare a soli 6 secondi dalla fine. Un finale che i Bianconeri del presidente Luigi Prevignano non dimenticheranno certo tanto facilmente e che dovrà tassativamente servire d´esempio per il futuro.

Fino a che a dettare le regole del gioco non è stata la follia l´Ascoli Basket aveva dominato la gara in largo e lungo grazie ad un Leon Perdue semplicemente da incorniciare ottimamente spalleggiato dal duo Sandro Rossoli e Maurizio Sacripanti, senza dubbio in serata di grazia, oltre ovviamente al solito apporto del monumentale Tiziano Montaguti, che finché è stato servito ha fatto il vuoto sotto le plance.

Un dominio Bianconero quello sotto le plance che ha messo spesso in difficoltà la squadra locale che ha dovuto ricorrere all´eterno Paolo Del Buono per far fronte all´inconsistenza di Cisse.
Per gli Ascolani discrete anche le prove di Guido Pizzingrilli e Mike Speranza almeno finché hanno seguito le indicazioni di coach Maurizio Caponi, capace d´orchestrare al meglio la sua squadra per l´intera gara e purtroppo impotente nel riuscire a porre freno al suicidio finale quando nonostante le sue grida i ragazzi sembravano totalmente in bambola.

"S´interrompe purtroppo amaramente, con una sconfitta beffa - ha commentato a fine gara Caponi -, la nostra striscia positiva di vittorie che a dire il vero aveva cominciato a farci sognare. Una sconfitta che deve esserci assolutamente di lezione per il futuro e delle quale mi assumo tutte le colpe per non essere riuscito ad incidere adeguatamente sulla squadra in quel maledetto finale. Tornassimo in dietro non credo lo giocheremmo più un finale così disgraziato. Bando all´amarezza per la sconfitta ora quello che conta però è accorciarsi ancora le maniche e ricominciare a sudare in palestra in vista dei prossimi impegnativi appuntamenti in cui, lo ricordo qualora qualcuno si fosse confuso le idee, dobbiamo giocarci la permanenza in questo campionato di C2".

Una sconfitta che fa male che perché a seguire in questa trasferta l´Ascoi Basket non c´erano solo il viceallenatore Piero Volpi ed il direttore sportivo Francesco Florio, ma anche le dirigenti Anna Poli e Sonia Berardini, l´ex presidente, il professor Antonio Tortorella, in compagnia dell´altro dirigente Alvaro Cavatrunci, oltre, infine, al responsabile del settore giovanile, Stefano Carducci, che a fine gara ha comunque lodato il lavoro della squadra ma soprattutto quello del collega Caponi, ricordando poi anche come certi risultati positivi stagionali dipendono dalla grande mole di lavoro svolta dal vivaio, ove vi sono tecnici con trascorsi anche da giocatore, su parquet di C e B, come Alessandro Alessandrini, che nello specifico si sta occupando della compagine Cadetti.

13/11/2005





        
  



4+1=
Perdue Leon
Tiziano Montaguti

Altri articoli di...

Sport

27/10/2022
Completamente rinnovato il crossodromo comunale di “San Pacifico” (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
26/10/2022
Correre in sicurezza tra Acquasanta Terme ed Ascoli Piceno (segue)
10/10/2022
8 e 9 ottobre si assegna lo scudetto (segue)
07/10/2022
Il Codacons chiede l’estradizione in Italia di Robinho condannato per violenza sessuale (segue)
07/10/2022
Settore giovanile, Serie A2 girone B (segue)
07/10/2022
Il 15° Rally delle Marche si terrà il 12 e 13 novembre a Cingoli (Macerata), la sua “sede” storica (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji