Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Confcommercio: subito la terza corsia dell’autostrada fino a Porto d’Ascoli

Ascoli Piceno | Soddisfazione per il fatto che la Regione Marche considera prioritaria la realizzazione della terza corsia autostradale fino a Giulianova.


“Abbiamo appreso con vera soddisfazione la notizia che ora la Regione Marche considera prioritaria la realizzazione della terza corsia autostradale fino a Giulianova. Finalmente ci si è resi conto che ampliare le corsie autostradali sino a Pedaso, avrebbe decongestionato l’asse autostradale della nostra Provincia solo in parte, senza risolvere dunque il problema più complesso del tratto Pedaso – Porto D’Ascoli che oltre ad essere alquanto trafficato a causa anche delle diverse gallerie è il più pericoloso in assoluto, con la più alta percentuale di incidenti e quindi di morti e feriti dell’intero tratto Regionale. Ed ovviamente secondo questa logica non siamo affatto d’accordo con quanti sostengono di realizzare subito il primo tratto sino a Porto Sant’Elpidio e di rinviare l’ampliamento del comprensorio del Piceno, poiché sarebbe senz’altro più utile per tutti il contrario e cioè accelerare proprio la realizzazione dell’ultimo tratto pur nella necessità di un progetto organico che, se si vuole, si può realizzare in tempi brevissimi”.

Il commento è del presidente Provinciale Confcommercio Benito Calvaresi, il quale nel sottolineare come da sempre la Confcommercio si batte per le 3 corsie autostradali di tutta la provincia Picena “auspica che la deliberazione della Giunta Regionale non sia una mera iniziativa post e pre elettorale e che pertanto si concretizzi al più presto e senza ripercorrere le storie infinite che stanno interessando ancora il raccordo di Croce di Casale e quindi il casello di Porto Sant’Elpidio di cui ad ogni tornata elettorale, sia amministrativa che politica, ne viene dato per imminente l’inizio dei lavori senza che poi si realizzi qualcosa”.

“Sicuramente – aggiunge il direttore Provinciale Giorgio Fiori – noi della Confcommercio, come del resto tanti ben pensanti, avremmo preferito che per il tratto autostradale Pedaso – Porto D’Ascoli, si fosse concretizzao il progetto dell’arretramento, in modo da rendere più diretto il collegamento Fermo – Ascoli – Teramo e quindi da trasformare l’attuale tratto autostradale in una sorta di circonvallazione dell’abitato di San Benedetto, Grottammare e Pedaso, atto a risolvere l’annoso problema della caoticità del traffico cittadino di quegli stessi Comuni. Ma – aggiunge Fiori – ragionare su un’opera del genere oltre che di costi astronomici, significa parlare anche di tempi decennali di realizzazione per cui sarebbe come non farla mai. Allora ben venga la soluzione voluta dalla Regione della terza corsia per tutto il tratto che pur essendo per certi versi un ripiego dell’arretramento è comunque un’opera di cui nel giro di un relativo poco tempo se ne possono vedere gli effetti a cominciare dal crollo delle statistiche degli incidenti”.

“Posso capire – conclude Fiori – le perplessità degli ambientalisti e le loro contrarietà ad un ampliamento del manto autostradale ma quello che non riesco proprio a comprendere come qualcuno voglia mascherare una posizione di contrarietà di natura politica nei confronti della terza corsia, con la pericolosità della stessa quando invece snellendo l’attuale caoticità del traffico si andrebbe proprio ad incidere, significativamente, sulla pericolosità vera della attuale struttura autostradale”.

13/09/2005





        
  



2+3=

Altri articoli di...

Politica

02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)
22/10/2022
Via libera alla variante al Piano Particolareggiato di Recupero del Centro Storico (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
21/10/2022
Grandi e medi investimenti, chiesto il triplo delle agevolazioni disponibili (segue)
19/10/2022
Al via il progetto sulla sicurezza urbana e sulla legalità (segue)
13/10/2022
Festival dello sviluppo sostenibile (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji