Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

"Salotto giallo" in Palazzina con Piero Soria, Margherita Oggero e Giulio Leoni.

San Benedetto del Tronto | Tre apprezzati autori della letteratura thriller italiana ospiti, ieri sera, nel giardino di viale Buozzi. I loro libri, i loro progetti, la loro idea di scrittura di genere.

di Eleonora Camaioni

Scrittori in Palazzina

“A dispetto della critica, il giallo è un genere che appassiona il pubblico e che sta riscuotendo un gran successo di pubblico. I motivi sono duplici: sia perché il genere ha fatto un balzo di qualità rispetto agli anni passati, sia perché attraverso esso si può raccontare di tutto il presente, il passato, pezzi di vita, emozioni, sentimenti, che affascinano ogni tipo di lettore incastrandoli nella struttura che parte da un delitto e termina con la sua risoluzione”.
Questo il sunto della mini-intervista rilasciata dagli scrittori Margherita Oggero, Piero Soria e Giulio Leoni prima della serata di presentazione dei loro ultimi libri, tenutasi ieri in Palazzina Azzurra.

Effettivamente che il thriller sia un genere appassionante lo si è notato anche ieri. Infatti, nonostante il freddo e il tempo variabile, un nutrito gruppo di interessati ha partecipato al primo appuntamento agostano della rassegna, dedicata alla letteratura, “Incontri con l’Autore”.
Promossa dall’Assessorato al Turismo e organizzata dalla Libreria “La Bibliofila”, l’evento, dal titolo “Salotto giallo” ha ospitato tre grandi autori legati ai racconti del brivido. Tre scrittori che per attitudine e professione sono approdati al genere giallo attraverso differenti strade.

Piero Soria, giornalista de La Stampa, redattore di Tutto libri ha presentato il suo ultimo prodotto “La ragazza francese” che racconta la storia di un misterioso delitto avvenuto ai piedi della statua di Iside al Museo Egizio di Torino. Protagonista della vicenda, ambientata tra il capoluogo piemontese e Béziers, cittadina del sud della Francia, paese di eresie, corride, di templari e leggende legate al santo Graal, è il commissario Lupo. L’ispettore di polizia razionale e schivo, a causa di una misteriosa ragazza Thérèse, di origine francese, porterà avanti le sue indagini in un modo del tutto nuovo, senza vestiti.

Margherita Oggero, professoressa torinese ha raccontato attraverso “L’amica americana” le vicissitudini della professoressa Camilla Baudino, donna piena di sogni tra i quali la possibilità di acquistare una villetta nel cuore di Torino sempre chiusa. Un giorno scopre che la casa è aperta e in vendita. Per curiosità entra ed incontra Dora Vernetti, la proprietaria dell’immobile. Tra le due donne scatta la scintilla dell’amicizia, fino al giorno in cui Dora non viene uccisa. La prima indiziata è Camilla, ma l’audace prof. dal fiuto eccezionale risolverà il caso trovando l’assassino.

Giulio Leoni, scrittore romano, appassionato di essoterismo ha presentato l’ultimo volume edito da Mondadori, come gli altri due. Protagonista del giallo storico “I delitti della luce”, ambientato nell’autunno del medioevo, è il vate Dante Alighieri. Nominato priore della città di Firenze, nel 1300, Dante porterà avanti una faticosa indagine. Seguirà le tracce di evento sconcertante, il ritrovamento di una galea il cui equipaggio è stato sterminato. Dopo lunghe indagini il racconto porterà il protagonista ad indagare su un assassinio storico, quello dell’Imperatore Federico II (l’unica libertà storica che l’autore Leoni si è voluto prendere).  

Durante il dibattito post-presentazione, il tris di autori si è prestato ad un divertente gioco che li ha visti protagonisti di una serie di domande incrociate, ognuno rivolto verso l’altro. Così si è potuto capire che la Oggero, impegnata in questo periodo, in sceneggiare gialli per la tv, forse passerà ad altri generi, anche se non nell’immediato futuro; Leoni, impegnato nella realizzazione di libri storici, guarda comunque gli elementi del passato con gli occhi del presente; Soria, autore di testi radiofonici, ha riadattato il romanzo di Umberto Eco “Il nome della rosa” e le prime puntate andranno in onda su Radio 2 a partire dal prossimo 3 ottobre.

Dopo la serata gli autori si sono recati a cena allo chalet “Da Luigi”.

05/08/2005





        
  



1+1=
Piero Soria, Giulio Leoni e Margherita Oggero
Un momento della serata
Gli autori del salotto giallo in compagnia della giornalista Antonella Roncarolo e Mimmo Minuto

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

19/11/2019
Piano Pluriennale 2020 - 2022 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (segue)
19/11/2019
Doppio appuntamento per “Sentimentál” di Roberto Michilli (segue)
17/11/2019
L'eccellenza accademica italiana fa tappa a Grottammare Alta (segue)
16/11/2019
Se chi ben comincia è a metà dell'opera, sarà un anno di sorprese e conferme per il Liceo Rosetti (segue)
13/11/2019
Roberto Michilli presenta il 16 novembre a Campli “Sentimentál” (segue)
12/11/2019
Santa Maria Intervineas: la bellezza dell’essenzialità (segue)
10/11/2019
Ivano Dionigi apre gli "Incontri" della Partecipazione (segue)
09/11/2019
Renato Minore presenterà il libro "O Caro pensiero" (segue)

San Benedetto

19/11/2019
Controlli durante la "Movida"del sabato sera da parte della Guardia di Finanza (segue)
17/11/2019
CASTELFIDARDO - GROTTAMMARE 0 - 1 (segue)
17/11/2019
L'eccellenza accademica italiana fa tappa a Grottammare Alta (segue)
16/11/2019
Se chi ben comincia è a metà dell'opera, sarà un anno di sorprese e conferme per il Liceo Rosetti (segue)
16/11/2019
"Ospedali di qualità per il Piceno e non promesse elettorali" (segue)
10/11/2019
La Samb torna alla vittoria: Di Massimo e Frediani fanno tornare il sorriso. (segue)
10/11/2019
GROTTAMMARE - VALDICHIENTI 1 - 0 (segue)
10/11/2019
Interventi di Orgoglio Civico, di 63074, del Comitato Salviamo il Madonna del Soccorso sulla Santà (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji