Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Prove tecniche di partito unico

San Benedetto del Tronto | Esponenti di AN, UDC e Forza Italia ne hanno parlato sabato 21 maggio all’hotel Quadrifoglio

di Giovanni Desideri

da sinistra, Scaltritti, Ciabattoni, Conti, Ciccanti


“C’è bisogno di andare oltre la Casa delle Libertà, verso un soggetto politico che comprenda pezzi di centro come la Margherita, che oggi sono nello schieramento di centrosinistra, e con un altro leader al posto di Berlusconi, che la Margherita non accetterà mai.” È il senatore dell’UDC Amedeo Ciccanti a tracciare il percorso ideale che “vede” nel futuro del centrodestra.
 
L’occasione l’incontro organizzato ieri dall’UDC presso l’hotel Quadrifoglio di San Benedetto sul tema del partito unico (in mattinata dibattito interno con il coordinatore provinciale Raffaele Tassotti). Titolo: “Nuovo Partito Popolare o Partito Conservatore?”. Moderatore il vicesegretario regionale Amos Ciabattoni. Slogan alla parete: “Nati per ricordare e non per dimenticare”.
 
Tutti disposti a prendere in considerazione l’idea di un partito unico, è sembrato di capire, salvo decidere se prima o dopo le elezioni del 2006. Non casuale il riferimento a Berlusconi. “Se il leader del partito unico fosse Berlusconi – ha infatti aggiunto Ciccanti – si tratterebbe di una Forza Italia allargata. Ma dal 2001 ad oggi FI ha perso 5 milioni di voti, passando dal 29 al 19%. Con Berlusconi finisce la fase transitoria della seconda Repubblica. La sua discesa in campo è stata provvidenziale per l’Italia, proviamo una forte riconoscenza per quello che ha fatto. Ma oggi gli chiediamo un grande atto di generosità: indichi egli stesso il suo successore. Con il Berlusconi-bis c’è già stata una svolta storica: prima era il padrone, ora ha ricevuto un incarico dagli alleati.”
 
L’on. Gianluigi Scaltritti, coordinatore provinciale di Forza Italia, ha incassato: “è bene parlare apertamente – ha replicato – altrimenti non sarebbe un vero confronto”. Contrario l’on. Giulio Conti di AN: “siamo già in campagna elettorale, non c’è tempo per trovare un nuovo leader. Abbiamo bisogno di una Finanziaria elettoralistica”. Idea rigettata da Ciccanti: “nel 2005 l’Italia avrà crescita zero. Siamo in una situazione economica e finanziaria drammatica. Non possiamo più permetterci una Finanziaria elettoralistica come in passato. I mercati finanziari non capirebbero”.
 
Conti ha invitato a non avere fretta: “il partito unico non può nascere a pochi mesi dalle elezioni. Dovrà essere un processo che parte dalla base, anche perché la fiducia nei vertici dopo gli ultimi risultati elettorali è piuttosto diminuita. AN non è un partito di uomini prestati alla politica, ma di uomini coerenti, che hanno affrontato problemi, forse non tutti risolti. Dico no a mode importate dall’estero, come le primarie. La maturità politica del nostro Paese è di gran lunga superiore a quella dei Paesi anglosassoni e teutonici”.
 
Ciabattoni, Ciccanti e Conti si sono detti favorevoli al sistema elettorale proporzionale. Conti ha elencato i passaggi per arrivare al partito unico: “saranno necessari congressi di scioglimento dei vecchi partiti e di adesione al nuovo, che dovrà avere un programma condiviso. C’è poi il problema delle gerarchie, sia a livello nazionale, sia a livello locale. Dovremo evitare atti di cannibalismo tra di noi. Incominceremmo male se partissimo proprio dall’assegnazione di posti di potere. Ad ogni modo sono favorevolissimo a questo dibattito”.
 
“Il partito unico è un percorso che dobbiamo fare”, ha detto Scaltritti, che ha poi analizzato la situazione interna di Forza Italia parlando di selezione degli uomini ancora da perfezionare e di mancato riconoscimento di alcuni tra i suoi per l’impegno che avrebbe mostrato accettando di candidarsi alla presidenza della Provincia. Ma anche dei meriti di Forza Italia: “pluralismo culturale, interclassismo storico, rappresentanza di quasi tutte le categorie sociali”. Rivolto agli alleati: “come CdL ci siamo incontrati troppo poco”. Ha infine auspicato categorie economiche più dinamiche per affrontare la globalizzazione e una maggiore incisività dell’Italia in Europa.
 
Pesanti attacchi alla sinistra dal senatore Ciccanti, che ha parlato di Stato parallelo e di “fiduciari” della sinistra tra i dirigenti statali, i vertici dell’esercito, della magistratura e della Polizia. Uno scenario inquietante. Di nuovo toni distesi, invece, tornando agli auspici: di un bipolarismo senza reciproca delegittimazione, di dialogo tra “le due Italie”, di riforme bipartisan.

22/05/2005





        
  



3+2=
da sinistra, Scaltritti, Ciabattoni, Conti, Ciccanti
il capogruppo dell'UDC Pino Nico (a sinistra) e quello di AN Benito Rossi
il presidente del consiglio Giorgio De Vecchis e il capogruppo Benito Rossi, di AN, al convegno UDC
Gabriella Ceneri (in primo piano a destra) al convegno dell'UDC

Altri articoli di...

Politica

10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
Il Sindaco Piunti sulla qualità della vita nella Provincia di Ascoli (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
17/12/2019
"L'Ospedale di 1 livello esiste già ma non è stato considerato nei contenuti" (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
04/12/2019
La Giunta vara misure a sostegno dei senza fissa dimora (segue)
04/12/2019
Riorganizzazione degli organici medici dei pronto soccorsi nelle Marche (segue)

San Benedetto

04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
04/10/2020
Maxi Lopez e Nocciolini regalano la prima vittoria stagionale alla Samb! (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)