Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Prima vittoria esterna per l'Ascoli a Bergamo. 1-2

| Gol di Cudini e Antonelli

di Federica Poli

ALBINOLEFFE (4-4-2): Acerbis; Colombo, Minelli, Sonzogni, Regonesi; Gori (10'st Araboni), Del Prato, Carobbio, Testini (31'st Diamanti); Bonazzi, Possanzini. A disposizione: Coser, Teani, Di Cesare, Gorzegno, Previtali. All.: Gustinetti.
ASCOLI (4-4-2): Coppola; De Martis, Cudini, Brevi, Modesto; Fini, Monticciolo, Belingheri (24'st Speranza), Antonelli (25'st Lauro); Bucchi, Colacone (40'st Ghidini). A disposizione: Maurantonio, Martinelli, Capparella, Eliakwu. All.: Silva.
Arbitro: Stefanini di Prato.
Reti: 33' Cudini, 12'st Antonelli, 20'st Araboni.
Ammoniti: Antonelli, Belingheri, Colombo, Coppola
Recupero: 2' + 4'. Angoli: 4-3

Finalmente prima vittoria esterna per l’Ascoli targato Silva - Giampaolo.

La formazione titolare appare un po’ rimaneggiata causa della mancanza a centrocampo di Biso e Cristiano. In porta Coppola è il numero uno dei bianconeri in quanto Maurantonio è ancora acciaccato e l’allenatore preferisce non schierarlo tra i titolari.

La partenza incute timore agli ospiti perché la squadra di Gustinetti parte in accelerazione con Bonazzi che nell’arco di 5 minuti assedia letteralmente la porta ascolana. Al 10’ ci prova Possanzini che con un colpo di tacco cerca di spiazzare Coppola ma la palla sfiora il palo.

Al 26’ il solito Possanzini viene anticipato al tiro da Cudini. Al 31’ Gori tenta la botta da lontano. L’Ascoli cerca di difendersi e col passare dei minuti ritrova la propria identità.

Al 34’ Antonelli tira in area dove Monticciolo spizza goffamente di testa per i piedi Cudini che insacca in rete.

Nel secondo tempo la formazione bianconera è più consapevole delle proprie forze e al 12’ Antonelli dal limite destro dell’area grande fa partire una botta, e la palla si infila proprio all’incrocio dei pali.

L’Albinoleffe non ci sta e, con Possanzini tenta di riportarsi in partita. Coppola salva due volte nella medesima azione. Ma il gol della squadra di casa arriva al 20’ quando l’infaticabile Possanzini fuggito a Modesto lancia per Araboni che deposita in rete.

Qualche brivido nel finale che potrebbe portare gli ospiti a mettere in salvo il risultato prima della fine ma il triplice fischio di Stefanini incombe.

I bianconeri hanno giocato una gara al risparmio. Non è apparso, soprattutto nella prima frazione, un Ascoli granchè motivato. Quando la formazione di Silva però ha capito che ci poteva credere ha tolto il freno a mano e ha spinto fino a ottimizzare tutte le occasioni da gol.

Buono l’esordio di Belingheri a centrocampo.

La classifica è abbastanza confortante ma il campionato è ancora molto lungo

16/10/2004





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Sport

27/10/2022
Completamente rinnovato il crossodromo comunale di “San Pacifico” (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
26/10/2022
Correre in sicurezza tra Acquasanta Terme ed Ascoli Piceno (segue)
10/10/2022
8 e 9 ottobre si assegna lo scudetto (segue)
07/10/2022
Il Codacons chiede l’estradizione in Italia di Robinho condannato per violenza sessuale (segue)
07/10/2022
Settore giovanile, Serie A2 girone B (segue)
07/10/2022
Il 15° Rally delle Marche si terrà il 12 e 13 novembre a Cingoli (Macerata), la sua “sede” storica (segue)
10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji