Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi

Conto alla rovescia per la Città Medioevo

Sant'Elpidio a Mare | Un tuffo nel passato in centro storico

di Stefania Ceteroni

Un itinerario nuovo, in cui le spettacolazioni e le tappe fondamentali saranno divise per via e non per contrada. Il tutto per facilitare la visita di chi non vorrà perdersi l'edizione 2004 della Città Medioevo che avrà luogo tra le mura storiche dal 22 al 24 luglio
Di seguito l'itinerario completo.
 
In Piazzale Manlio e dintorni si potrà assistere a spettacoli di artisti di strada e mangiafuoco, le lavandare commentano il Bando dello Sommo Consiglio, lo falegname, lo scalpellino, armeria: giuramento e cambio di guardia degli armati, al Forno di donna Lena: le focaccine, momenti di vita domestica.
 
In via Cunicchio: lo legatore, in taberna quando sumus… (ex cinema all’aperto), né maritata né monaca, lo predicatore,  maternità, l’astronomo: tra dimora e indimorabile, “L’Isabetta e il testo del basilico” (liberamente tratto dal Decameron di Giovanni Boccaccio), scriptorium, lo Mercato de Santo Joanne - pupe in costume medievale, biscottelli, sapone, erbe odorifere, cesti, cinture di castità - lo vasaro, lo tornitore de trottole de legno, nel verziere (giardino della Casa di riposo): passione, danze, musica d’epoca, danza del ventre (ore 22.00 - 23.00 - 24.00), cartomanzia.
 
In via Medaglia: l’Oroscopo - il saggio indovino studia le stelle per predir il fato - il mercato, la gazzarra, la sentenza e la condanna - il furto al mercato, il giudizio del reato (ore 21.30) ed il supplizio della gogna, della gabbia e della ruota - la Locanda de madonna Idea, per il rifocillarsi dei viandanti, le Botteghe (il Cestaio, il Sarto e gli altri mastri).
 
Fuori Porta Canale sarà il luogo delle pene: dove la legge della città punisce i rei con pubbliche pene, a valer da ammonimento per gli avventurieri.
 
In via Briotti: la Sede della Magnifica Contrada Santa Maria, la Locanda del Giglio con cucina tipica, l’osteria, giustizia per il venditore di arrosto (spettacolazione a più ripetizioni), donna Nencia da triste zitellaggio colpita (spettacolazione a più ripetizioni), lo lazzaretto, dove dagli inizi del secolo XIII la Confraternita della Misericordia cura gli infermi, il fabbro, il Pittore ritrae la nobile madonna.
 
In via Porta Canale si ritrova il monastero dove gli amanuensi tramandano le Sacre Scritture mentre nello spiazzo dei Torrioni si assiste al mercato, gare e giochi popolani oltre che al mestiere dell’armi: la Compagnia della Marchia e la Compagnia dell’Ariete.
 
Nello spiazzo di via Gherardini si incontreranno giovani popolane danzanti, giochi dei bambini e l’ostaria, il fabbro e l’arrotino in vicolo Massi.
 
In via Boccette si potranno assaggiare gli elisir della gioia, passare nella sede della Contrada Cavaliera Sant’Elpidio, nella locanda dello Scorpione, incontrare le filatrici, il bagno della dama e le pastaie.
 
In via Pennesi largo alla cartomante e all’alchimista mentre lungo le vie prossime alla contrada Sant’Elpidio ci si imbatte nei predicatori, frati  itineranti, nei cestai ed altri artigiani oltre che nel viandante raccontastorie.
Porta Marina c’è l’accoglienza dei popolani mentre in via Canuti e nel relativo slargo le Guardie preparano il condannato all’esecuzione, viene celebrato il matrimonio popolare e processata la strega.
 
Via Cassini si trasforma nella via delle veggenze, dei pescatori e lascia spazio al chiostro con i voti di una giovane novizia oltre che momenti di vita familiare.
 
In piazzetta San Martino torna il mercato con artisti di strada, la piazza d’armi, il patibolo in cui il servo Busecchino incontra il boia.
E poi l’ostaria con salsicce e vino al viandante affamato.
 
In via Boccette, verso la sede della San Martino, ci si imbatte in tre giovani gradassi alle prese con risolute lavandaie, si incontra il luogo in cui si distilla l’acquavite e l’Erborista.
 
Nello slargo di via Boccette, nei pressi della sede di Contrada San Martino con relativa taverna, s’incontra la locanda dei pescatori ed il rogo in cui viene bruciata la strega riconosciuta colpevole.
 
Nello Sdrucciolo dei Pozzi è la volta del Sabba: col favore del buio, con riti e sortilegi, le giovani amanti evocano il principe delle tenebre e si incontra la sartoria medievale. In piazza Gramsci ci si può rifocillare nella locanda dell’Aquila.

20/07/2004





        
  



1+1=

Altri articoli di...

Fermo

06/04/2007
An: "Vinceremo al primo turno" (segue)
06/04/2007
Fermana: festa insieme al Comune per la Promozione (segue)
06/04/2007
Concerto di Pasqua con il Trio Sabin (segue)
06/04/2007
Blitz del Corpo forestale: sequestrato anche il canile di Capodarco (segue)
06/04/2007
Parte il dizionario della cucina marchigiana (segue)
06/04/2007
Basket: l'Elsamec si rovina la festa (segue)
06/04/2007
Acquista la casa all'asta e la proprietaria si vendica avvelenandole le piante (segue)
05/04/2007
Due arresti per le rapine alle tabaccherie: ma i due sono già in carcere (segue)

Cultura e Spettacolo

28/04/2011
“BRUNO LAUZI – Questo piccolo grande uomo" (segue)
24/04/2011
“Bruno Lauzi – Questo piccolo grande uomo” (segue)
15/04/2011
Un cinema non solo da “vedere”: al via la rassegna “La posta in gioco” (segue)
04/04/2011
Stagione teatrale: “FABIO RICCI…CANTA ZERO” (segue)
28/03/2011
“La mia provincia": un premio alle classi vincitrici del concorso di disegno (segue)
25/03/2011
Ultimo appuntamento con i Teatri D’Inverno (segue)
25/03/2011
PATTY PRAVO TOUR 2011 (segue)
23/03/2011
150 Anni dell'unità d'Italia (segue)

SPECIALE: Eventi Estate 2004

21/12/2006
Babbo Natale al fan club (segue)
13/03/2006
La favola Centobuchi diventa realtà (segue)
11/09/2004
Arriva il gran finale del "Le Gall" (segue)
09/09/2004
Le notti del Barocco (segue)
09/09/2004
Varechina Loredana ed il Sound Good 2004 (segue)
06/09/2004
Revival di band musicali anche a Grottammare (segue)
04/09/2004
Sabato sera di fine estate al "Le Gall" (segue)
01/09/2004
Festa di fine estate fra fiera, gastronomia e divertimento. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji